SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia - Centro ottico e optometrico

Il consigliere Da Ros critico nei confronti della gestione delle festività natalizie

L'esponente della Lega Nord ha puntato il dito contro le condizioni di piazza Garibaldi e il presepe di piazza Roma

Davide Da Ros con Matteo Salvini

Incapacità totale e stravolgimento delle tradizioni! A Senigallia il Natale non è di casa!

Ancora una volta dobbiamo mettere in evidenza due “qualità” del nostro Primo Cittadino: “l’ambiguità e le non verità”. Nel Consiglio comunale del 27 aprile 2017 il Sindaco testualmente dichiarava:  “Ci sono dei temi che ci preoccupano molto e che stiamo affrontando in modo anche lì serio e strutturato, ci sono stati anche dei passaggi a vuoto, lo devo dire, per esempio il Natale, il periodo natalizio non mi è piaciuto, come è stato organizzato in città, come la città ha risposto, non eravamo noi, o meglio non eravamo noi quel faro che serviva e che serve per essere quella città che sorprende sempre, non abbiamo sorpreso nessuno e quindi ci dovremo impegnare su questo”.

Si tranquillizzi il Sindaco, da tempo i Senigalliesi sanno che questa Amministrazione non è in grado di “sorprendere”, ma anzi l’esatto opposto. Comunque, al di là di questo, dopo questa “dichiarazione” ci si aspettava qualche “sorpresa” per questo Natale, e invece le sorprese non sono arrivate, ma anzi, a distanza di otto mesi il Sindaco è riuscito a smentire se stesso come solo lui è in grado di fare.

Infatti, in Commissione è riuscito a smentirsi rispetto al 27 aprile scorso dichiarando testualmente: “Il Natale Senigalliese è un Natale sobrio ed elegante, punto. Sobrio ed elegante. Non ha la pretesa di essere… perché se fai una cosa non si fanno l’impecionate. Non si mettono gli alberi di qui e di là o le ruote…non si fa…o c’è un progetto complessivo oppure fai quello che è possibile…ecco…allora dentro quel percorso ci stanno eventi di grandissima qualità come sono stati evidenziati e c’è tanta accoglienza…un’accoglienza che ha il suo cabotaggio perché chi viene a Senigallia sa che quando esce dall’albergo, quel milione che arriva… Da Ros, tanto arrivano, non ci posso far niente… e per trattenerli facciamo tante cose”.

Detto questo ecco servita la smentita di se stesso. Ad aprile Lei, Signor Sindaco, diceva che vi sareste impegnati perché nel Natale scorso non avevate “sorpreso” nessuno, e otto mesi dopo, dicembre 2017, sempre Lei ci dice che il Natale sarà “sobrio”. Che cosa è accaduto in otto mesi per avergli fatto cambiare idea? Purtroppo Sig. Sindaco, le parole contano poco, sono i fatti a smentirla, il Natale a Senigallia non è sobrio, non esiste proprio. Ed è inutile che Lei dica al sottoscritto che abbiamo avuto un milione di turisti, perché il sottoscritto, con i numeri presi dal sito della Regione, quindi non inventati, le ha dimostrato che abbiamo avuto meno turisti, e i soldi impegnati non sono valsi a farne arrivare di più.

Se a Lei sembra normale avere una location come piazza Garibaldi senza neanche una lucina, bhè, a noi proprio no. Il non aver capito che almeno la pista del ghiaccio andava messa lì, vuol dire che proprio non ci arrivate, è più forte di voi. Quella piazza così deserta non sa proprio di nulla, non serve a nulla ed è inutile se non la si sa gestire.

Quanto sarebbe stata bella Piazza Garibaldi allestita tutto intorno con delle casettine di legno, dove inserire attività artigianali per un bel mercatino di Natale? Il tutto avrebbe avuto un costo quasi zero per le casse Comunali, in quanto si sarebbe ripagato con l’adesione degli stessi artigiani aderenti. Troppo difficile da pensare, ma tanto lo hanno capito tutti che Piazza Garibaldi è una “ Bella Piazza … che non Balla”.

Lei è libero di dire tutto quello che vuole e magnificare anche il nulla, ma la realtà è sotto gli occhi di tutti, Senigallia nelle Marche non compare da nessuna parte per gli eventi natalizi. Non compare perché non ha nulla di appetibile, differentemente da tantissime altre località marchigiane. E in più la sua politica, quella della sinistra, continua a voler stravolgere anche le tradizioni Italiane. Ne è esempio il Presepe messo a piazza Roma, che sarà anche un’opera magnifica, ma che non ha nulla a che vedere con la nostra tradizione. Vedere le statuine di “colore scuro” è un qualche cosa di veramente brutto per la nostra storia e cultura. Vedendo il bambinello già il 6 dicembre ci viene da chiederle se per caso è stato un “parto prematuro”, ce lo dica se così fosse, in modo tale che aggiorniamo la storia.

Sa cosa che Le dice il Consigliere Da Ros della Lega Nord Sig. Sindaco? Lei si tenga pure stretta la delega al turismo visto che le piace tanto pur non avendone la competenza, si tenga stretto il suo milione di turisti che poi a marzo del 2018, e alle prossime comunali, gli Italiani le faranno capire bene cosa pensano del vostro operato, delle vostre “sorprese”, del Presepe “diversamente bianco” e di tante altre cosucce.

Concludo dicendo che sono rammaricato nel doverle rispondere tramite un comunicato, visto che la sua partecipazione alla commissione si è limitata allo stretto necessario del suo intervento, per poi abbandonare la commissione stessa, senza attendere e dare la disponibilità ai commissari stessi di poter replicare al suo monologo.

Buon Natale Sig. Sindaco.

 

Davide Da Ros – Consigliere comunale Lega Nord di Senigallia

Commenti
Solo un commento
Gnagnolo
Gnagnolo 2017-12-11 07:27:01
Tenetevi forte, ché il consigliere Da Ros aggiorna la storia: infatti la storia dice che Gesù nacque il 25.
Consigliere Da Ros, mentre è impegnato ad aggiornare la storia, ci farebbe la cortesia di lasciare un post-it sulla piramide del presepe? Così fa contento Liverani.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura