SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Scena Aperta 2017 - Rassegna teatro dialettale - Marzocca di Senigallia - dal 30/06 al 04/08

“Dicano chiaro e tondo cosa vogliono fare con l’ospedale di Senigallia”

Intervento di Giorgio Sartini dopo la IV Commissione: "Tutto ci dice che qui rimarrà solo una grande casa di cura"

2.630 Letture
commenti
L'ospedale di Senigallia

Non c’è ancora alcun atto in cui si parli della sospensione delle delibere 481/2016 e 361/2017, quindi possiamo solo sperare che sia vero“. Esordisce così Giorgio Sartini, consigliere di Senigallia Bene Comune il giorno dopo la IV Commissione consiliare svoltasi alla presenza del direttore generale Asur Alessandro Marini e del direttore Area vasta 2 Maurizio Bevilacqua. “Ho fatto delle domande, ma nessuno mi ha risposto e secondo loro sembra andare tutto bene: dicano chiaro e tondo cosa vogliono fare con l’ospedale di Senigallia”.

Mi domando quale sia il futuro del nostro ospedale – si chiede il consigliere di SBC – perché dagli atti emerge solo che a Senigallia rimarrà una grande casa di cura un po’ più specializzata“. Inizialmente era previsto che oltre al polo regionale di Torrette, vi fossero per l’area vasta n.2 altri due ospedali territoriali ad alta complessità ed erano stati individuati in quello di Senigallia e di Jesi. Una delle slide del piano di area vasta n.2 pensato dall'Asur nel 2012Ospedali che non sarebbero rimaste semplici strutture di base come le case di cura né poli come a Torrette ma – continua Sartini – non è stato dato seguito agli atti (1537/2012 e 1590/2012, Ndr) che prevedevano ciò. Intanto, mentre Senigallia perdeva pezzi, Jesi ha rinnovato strutture e macchinari. inoltre vi rimarranno i reparti fondamentali. L’idea di fondo dell’Asur è quella di fare un unico ospedale territoriale anziché due, ed è stato individuato in quello di Jesi, che sarà modello per gli altri poli di Senigallia, Fabriano e Osimo“.

Giorgio SartiniHo richiesto – conclude – una commissione temporanea Asur in cui possano prendere parte anche i capigruppo consiliari per poter decifrare le varie disposizioni dell’Asur e fare luce su una situazione poco chiara: se togli le specializzazioni in ogni ospedale di rete, cosa rimane? Una grande casa di cura? E perché allora il sindaco fa finta di nulla?

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura