SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Da Senigallia il plauso per la legge regionale contro la ludopatia

Soddisfatti i Giovani Democratici nonostante l'iter complesso della norma contro il gioco d'azzardo patologico

1.577 Letture
commenti
Slot machines, videolottery, videopoker, gioco d'azzardo

I Giovani Democratici di Senigallia accolgono con soddisfazione l’approvazione da parte del Consiglio regionale della legge contro il gioco d’azzardo patologico. Il testo, approvato all’unanimità, è frutto della sintesi di quattro proposte una delle quali avanzata dal Gruppo del Partito Democratico, su iniziativa del Presidente della Commissione regionale Sanità Fabrizio Volpini, del Capogruppo Gianluca Busilacchi e dei Consiglieri Francesco Minucci ed Enzo Giancarli.

Durante il suo intervento alla seduta del Consiglio regionale, Busilacchi ha ribadito l’importanza della proposta, evidenziando come, in questi anni, il fenomeno della ludopatia abbia preso sempre più piede, colpendo a livello nazionale e regionale un numero sempre più alto di persone.
Sarebbero infatti circa 15 milioni gli italiani giocatori e di questi oltre un migliaio nelle Marche.

Volpini ha inoltre ricordato l’iter difficoltoso della proposta che inizialmente non aveva trovato il consenso unanime tra i firmatari. Il Presidente della Commissione Sanità ha tuttavia evidenziato come, vista l’importanza del testo, sia stata necessaria una reciproca collaborazione che ha portato alla stesura finale della normativa. Il Consigliere Minucci ha infine fatto notare come l’obiettivo della legge, che integra quella nazionale, non sia quello di “normare la norma”, ma puntare sulla prevenzione e sull’intervento diretto sulla patologia.


da Gregorio Peña Spuri Fornarini,
Giovani Democratici di Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione