SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Fabo Accumulatori - Produzione e vendita batterie - Ostra - Ancona

Sulle orme dei Longobardi per riscoprire il territorio di Senigallia, Barbara e Genga

Presentata l'iniziativa turistica dell'amministrazione comunale barbarese

Presentazione del depliant turistico: da sx Serrani, Pierfederici e Baldetti

La strategia è quella della creazione di percorsi culturali e, perché no, enogastronomici che possano invogliare i turisti a scegliere anche l’entroterra, oltre alle più rinomate mete turistiche come la spiaggia di Senigallia o le grotte di Frasassi. E’ quanto sta cercando di realizzare il Comune di Barbara grazie a una nuova iniziativa, il dépliant storico-turistico “Sulle orme dei Longobardi di Castelpetroso (Pierosara di Genga). Senigallia – Barbara – Genga”.

L’obiettivo è quello di intercettare i flussi turistici e proporre loro un percorso storico di approfondimento nella conoscenza del territorio. Il dépliant pubblicato ad opera dell’amministrazione comunale di Barbara, per iniziativa del prof. Ettore Baldetti, deputato della deputazione di Storia Patria per le Marche, con la collaborazione della dr. Ilaria Fiumi Sermattei, curatrice di opere storiografiche e dell’espozione museale di Genga dedicate al papa locale Leone XII (1823-1829): Annibale Sermattei della Genga.

Il pieghevole, creato per valorizzare le peculiarità ambientali e culturali dell’entroterra senigalliese agli occhi di un turismo di nicchia, è stato illustrato in una conferenza stampa alla presenza del curatore Ettore Baldetti, del sindaco di Barbara Raniero Serrani e del consigliere senigalliese delegato Mauro Pierfederici.

Sulla sinergia tra enti e sulla valorizzazione del territorio è stata focalizzata l’attenzione proprio da quest’ultimo il quale ha affermato che “la ricerca delle tracce di ciò che fu è un importante e straordinario impegno per cercare di promuovere il territorio oltre il turismo balneare“.

Sulla stessa linea il sindaco Serrani che si è impegnato in prima persona per “far sapere a cittadini e turisti delle capacità attrattive che ha il territorio, pieno di veri e propri tesori non sufficientemente promossi. Abbiamo tante piccole eccellenze culturali ed enogastronomiche che meritano di essere conosciute“.

Il dépliant è stato stampato in circa 2mila copie distribuite nei vari punti informativi degli uffici turistici e comunali di Senigallia e Genga perché si possa conoscere più a fondo quel presidio e avamposto dei Longobardi che fu Barbara nei confronti di tutta la Valmisa, Senigallia compresa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno







Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura