SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rubano motore da una barca a Cesano di Senigallia: arrestati due fratelli albanesi

Il proprietario chiama il 113, che interviene. Il Giudice convalida l'arresto, ma uno dei due è già stato rimesso in libertà

2.398 Letture
Un commento
Scorcelletti - Laboratorio analisi, ambulatori specialistici, a Senigallia dal 1977
Auto Polizia, 113

Due albanesi sono stati arrestati dalla Polizia nella notte tra venerdì 8 a sabato 9 aprile per il furto del motore di una barca al Cesano.


Si tratta dei fratelli Z. I., 50 anni, pluripregiudicato, e Z. E., 40 anni, entrambi da tempo residenti nel pesarese: i due sono stati sorpresi in flagranza di reato.

Già nei giorni passati era stato segnalato il furto di motori da barche nella zona del Cesano.

Motore rubato da una barca a CesanoIn particolare, il titolare di un’imbarcazione si era accorto che erano stati spostati alcuni oggetti dal suo mezzo: pertanto nella notte di venerdì decideva di fermarsi per verificare che non vi fossero malintenzionati che potessero rubare qualcosa. Intorno alle 3 l’uomo notava avvicinarsi delle persone all’imbarcazione: mentre il titolare avvisava il 113, i due ladri smontavano il motore e lo caricavano in un veicolo, allontanandosi in direzione nord.

Gli agenti, sulla base delle indicazioni fornite, riuscivano ad individuare i fuggitivi nei pressi del residence Le Piramidi del Cesano: ai due sospettati veniva sbarrata la strada dalla Polizia, che successivamente trovava all’interno della vettura il motore appena rubato nonchè altri attrezzi da lavoro.

L’auto dei due fratelli, arrestati, veniva sottoposta a sequestro mentre il motore veniva restituito al legittimo proprietario.

Nella mattinata di sabato 9 aprile il Giudice ha convalidato l’arresto di Z.I. e Z.E. disponendo inoltre l’obbligo di presentazione alla P.G. per Z.I., mentre Z.E. è stato rimesso in libertà.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Solo un commento
octagon 2016-04-09 22:34:03
Sono basito!!! Ci rendiamo conto! Il proprietario era pronto a passare la notte in bianco per tutelare una SUA COSA, li becca in flagranza di reato, il giudice che fa? Li lascia liberi!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno