SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Marche Notizie - Marchenotizie.info

Attentati di Bruxelles, Massimo Bello rassicura tutti: “Sto bene, evitata la tragedia”

L'europrogettista ed ex sindaco era tornato dal Belgio 36 ore prima degli attacchi ma promette: "Tornerò a Bruxelles"

2.553 Letture
commenti
Massimo Bello all'Europarlamento di Bruxelles

E’ al popolare social network facebook che Massimo Bello affida le proprie parole per rassicurare quanti temevano per la sua incolumità dopo gli attentati di Bruxelles della mattinata di martedì 22 marzo. Le esplosioni, che hanno interessato l’aeroporto di Zaventem e due stazioni della metropolitana, hanno coinvolto anche alcuni cittadini italiani ma fortunatamente fra questi non figura l’ex sindaco di Ostra Vetere, non a Bruxelles quando si sono verificati gli attacchi terroristici.

Tutti voi avete appreso quanto è accaduto questa mattina a Bruxelles, città che considero, oramai da quindici anni, la mia seconda casa – scrive Massimo Bello –. Ho evitato i luoghi dell’attentato per un soffio, considerando che quella linea metropolitana la percorro ogni mattina quando sono a Bruxelles per andare al Parlamento, e quell’aeroporto è spesso il mio scalo di arrivo e di partenza da e per l’Italia. Penso ai miei colleghi e amici, che ho lasciato a Bruxelles solo 36 ore fa e a cui va il mio abbraccio e tutta la mia vicinanza. Li ho sentiti e, per fortuna, stanno tutti bene. Capirete tutti che è stata una mattinata convulsa e che non sono riuscito a rispondervi subito, ma ero in contatto continuo con Bruxelles. Ringrazio, comunque, tutti voi per i messaggi di affetto, di apprensione e di preoccupazione per me. Io sto bene, per fortuna, e tra pochi giorni torno a Bruxelles“.

Sono momenti in cui prevale la rabbia e la forte preoccupazione – continua il consulente ed europrogettista – per quanto sta accadendo ed accadrà. I vili attentati di questa mattina a Bruxelles sono la cronaca di eventi già annunciati da tempo. È innegabile che, oggi, sia impensabile parlare di terrorismo perché quanto accaduto a Bruxelles, e prima ancora a Parigi, è solo un atto di guerra e, quindi, come dicono i francesi, “à la guerre comme à la guerre”!

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ci sono 2 commenti
Gnagnolo
Gnagnolo 2016-03-22 20:39:59
"À la guerre comme à la guerre!". Vai, Bello, intanto parti alla carica e ti seguiamo.
mik76
mik76 2016-03-22 22:53:27
Onore alle solite vittime innocenti, massimo disprezzo a chi sfrutta queste situazioni per un briciolo di notorietà. Perché Bello è al parlamento europeo? Votato da chi?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura