SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: “Piazza Garibaldi non sarà solo bella, ma pure fruibile”

L'amministrazione comunale prova a rassicurare i commercianti preoccupati per la perdita dei parcheggi-FOTO

3.488 Letture
commenti
Area Forma e Colore
Campanile, Mangialadi e Cicconi Massi

Partecipato incontro nel pomeriggio di giovedì 25 febbraio presso il Café Zepplin di via Cavallotti tra amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Mangialardi e dall’assessore al commercio Campanile e i commercianti del centro (particolarmente numerosi).


Tema dell’incontro – voluto da Food & Drink, l’associazione interna a Confartigianato di bar e ristoranti – le ripercussioni sulle attività del nuovo assetto di Piazza Garibaldi e delle vie circostanti.

Campanile ha voluto rassicurare sulla bontà dell’intero progetto “Orti del Vescovo” – all’interno del quale si stanno realizzando i lavori di Piazza Garibaldi –  prossimo a raggiungere tre obiettivi: “ridare alla zona la magnificenza di un tempo, favorire la residenzialità in centro ed allo stesso tempo espellervi le auto: tutto questo “senza però un calo della fruibilità del centro stesso perché anzi la nuova Piazza Garibaldi potrà ospitare con più frequenza eventi estivi – pensiamo ad esempio a Pane Nostrum – , così come – una volta ultimati i lavori – tornerà ad ospitare il mercato del giovedì. Previste pure panchine e rastrelliere per le bici.

Alcuni commercianti del centro storicoDiversi gli interventi dei commercianti, che hanno espressoproblematiche e timori legittimi, come sottolineato dal segretario locale di Confartigianato Giacomo Cicconi Massi: tra questi, quelli su come sarà regolata la viabilità nella zona, sul servizio di bus navetta per raggiungere il centro storico soprattutto alla luce della soppressione dei parcheggi dalla piazza, che rimane la preoccupazione più grande degli esercenti, timorosi di un conseguente calo delle attività.

Sul punto, il sindaco Mangialardi si è dichiarato disponibile a confrontarsi con i residenti e le associazioni di categoria, garantendo la qualità del progetto ormai sul punto di completarsi.

Alcuni commercianti del centro storico“Quello di rendere sempre più ampi tratti del centro storico pedonali è un processo inevitabile e che a breve sarà obbligatorio per tutti, anche per l’urgenza di una riduzione dell’inquinamento da polveri sottili – ha sottolineato il sindaco – . Ma la nostra programmazione parte da lontano, pensiamo ai parcheggi creati nell’antistadio del Bianchelli, nell’ex Arena Italia, nell’ex Sacelit. Siamo disposti a ragionare con residenti e commercianti su nuovi spazi dove reperire ulteriori   parcheggi in luogo di quelli persi in Piazza Garibaldi, ma dovranno essere spazi fuori dal centro storico. Abbiamo delle idee anche sulla nuova viabilità, che va ripensata non solo nella zona ora interessata dai lavori ma in tutto il centro storico: anche su questo punto offriamo comunque disponibilità al confronto”.

Caricamento mappa in corso...

Allegati

Tutto sugli Orti del Vescovo

Commenti
Ci sono 3 commenti
papero 2016-02-25 21:01:42
Bla bla bla bla, come direbbe Mina "parole parole parole..." e i cottadini se la prendono sempre lì Mangialardi ha un futuro come (...omissis...)
leofax 2016-02-25 22:23:33
Da come è scritto nell'articolo, nella piazza ci sarà di nuovo il mercato del giovedì. Ma gli ambulanti si servono di furgoni per il trasporto della merce. Basta che uno di questi mezzi perde olio o grasso, addio pavimentazione pulita. A questo punto, invece di lastricare l'intera piazza non era preferibile usare l'asfalto almeno alle estremità ad uso del mercato? Oppure vietare a tutti i vari mezzi commerciali. Si parla di fruibilità. Nelle assolate giornate estive, anche se a qualcuno venisse in mente di posizionare delle panchine e visto che la stessa piazza ha nei propri lati dei vicoli che sicuramente non portano ricambi d'aria mi chiedo: In una distesa di marmo e cemento, in pieno giorno, dove è questa fruibilità? Al calar del sole le cose sono diverse. Se andiamo a vedere nel centro storico, a parte piazza Simoncelli, via Carducci e il Central Park Catalani, gli alberi sono nella fantasia collettiva. Li hanno tolti perchè ostruivano la vista dei vari Palazzo Pitti, Colonnato del Bernini etc. Vorrà dire che tocca inventarci la figura del bagnino cittadino, che fornirà ombrelloni a forma di palma di plastica e sdraio. Come contorno avremo carrettini dei gelati, cocomeri e cocco fresco.
haustus 2016-02-26 09:32:47
Ecco altre lamentele senigalliesi... I "borbottatori"... La nuova rubrica!! Asfaltare i lati della piazza la chiamerei proprio un idea geniale... Pensa che spettacolo una lastra di marmo incorniciata da asfalto!! Per non parlare dell'altra tua nota sugli alberi... Geniale anche questa!! Nelle assolate calde giornate estive vedo sempre senigalliesi nei parchi sulle panchine essendo il mare un miraggio lontano ore d'auto dal centro storico!!! Ma siamo realisti un po'... 4 passi e sei al mare ed altri 4 passi in bellissime campagne e colline che distano 5 minuti d'auto per godersi una splendida brezza che vien su dal mare!!! Gente sveglia basta con i soliti lamenti!!! Per i commercianti visto che io non lo sono ma sono solo un fruitore del centro. Con le vostre associazioni spingete per ottimizzare i parcheggi esistenti, spingete per ottenere dei prezzi agevolati tutto l'anno se si compra nei negozi in centro oppure se si mangia nei ristoranti, spingete ad ampliare il bike sharing e tutti i servizi che dai parcheggi più vicini al centro (stadio, ex italcementi,) mi portano al centro!!! Solo Senigallia tra le città più vicine a noi ha ancora una ztl così ristretta che permette alle auto di attraversare il nostro centro storico.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura