SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

All’Atletica Senigallia il “Palio degli uomini ignudi”, gara semiseria al Carnevale di Fano

Cento i temerari che hanno sfidato in mutande i 5 gradi della giornata che ha dato inzio al Carnevale

2.677 Letture
commenti
Atletica Senigallia al Palio degli uomini ignudi di Fano

Pochi gradi tanta gente e soprattutto, tantissima voglia di Carnevale. La prima edizione del “Palio degli uomini ignudi” gara podistica semiseria si è svolta a Fano in piazza xx Settembre alle 16:30 di sabato pomeriggio, 23 gennaio, è stata un successo.

La piazza si è trasformata nel giro di 30 minuti in un’arena che ha accolto decine di podisti arrivati da tutta la provincia e oltre. Unguenti scaldamuscoli, stretching, qualche piegamento e via ai blocchi di partenza dei temerari che oltre a sfidarsi tra loro, hanno sfidato i 5 gradi della piazza.

Gli sbandieratori e i tamburini della Pandolfaccia hanno aperto la manifestazione. Dopo l’editto del Nolfi, recitato dal giullare, si è dato il via alla corsa dei circa 100 uomini ignudi, suddivisi in 4 squadre distinguibili dai colori della mascherina (giallo, rosso, blu, verde). I corridori hanno attraversato i luoghi più suggestivi della città di Fano, passando per l’Arco d’Augusto, il bastione San Gallo e la rocca Malatestiana.

Atletica Senigallia al Palio degli uomini ignudi di FanoVincitore assoluto della gara e quindi della spada di ferro è stato Cristian Carboni, senigalliese di 34 anni dell’Atletica Senigallia, appartenente alla squadra rossa. Sul podio si sono susseguiti Riccardo Quattrini della Collemar-athon (squadra gialla) e Tommaso Giorgetti (squadra rossa), sempre appartenente all’Atletica Senigallia.

“Esperienza molto divertente, – ha commentato il vincitore Cristian Carboni – spero che la Carnevalesca lo riproponga anche il prossimo anno. Devo difendere il titolo.

Atletica Senigallia al Palio degli uomini ignudi di FanoIl Palio creato dall’artista fanese John Betti, destinato al gruppo vincitore, è andato alla squadra rossa. Come recitava l’editto dei Nolfi, si è proclamato anche l’ultimo arrivato, sempre della squadra rossa che si è aggiudicato la spada di legno, Filippini si è aggiudicato anche il premio “sprint e coraggio”, decretato da una giuria di sole donne, per aver partecipato al palio, al freddo, nonostante la veneranda età.

Il premio per il più bello è andato ad Adrio Fattorini che ha conquistato la giuria di donne per la sua tartaruga, non di maschera ma di muscoli – sempre della squadra rossa composta da 14 atleti, tra i quali Fabrizio Volpini attuale presidente della quarta Commissione Consiliare Regionale e attuale medico della società Atletica Senigallia. A tutti i partecipanti, alla fine della gara è stato offerta la polenta preparata dalla pro loco di San Costanzo.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura