SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Comì di Cucina

Elezioni, il candidato di Nuova Senigallia Liverani: “No al voto di scambio”

"Gireremo per i seggi per verificare che gli elettori non portino nelle cabine apparecchiature fotografiche"

2.214 Letture
commenti
Elezioni comunali, votazioni, urna, scheda elettorale, voto

Com’è noto, il decreto-legge 1° aprile 2008, n. 49, recante “Misure urgenti volte ad assicurare la segretezza della espressione del voto nelle consultazioni elettorali e referendarie“, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale n. 80 del 4 aprile 2008, convertito in legge dall’art. 1, comma 1, della legge 30 maggio 2008, n. 96, stabilisce all’articolo 1, comma 1, che “Nelle consultazioni elettorali o referendarie è vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini“.

Al riguardo, il Presidente dell’ufficio elettorale di sezione invita l’elettore, all’atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale, a depositare le predette apparecchiature di cui sia al momento eventualmente in possesso, le quali – unitamente ai citati documenti – saranno restituite all’elettore dopo l’espressione del voto, previa annotazione in un apposito registro della presa in consegna e della successiva restituzione.

Gli eventuali contravventori al divieto sono puniti con l’arresto da tre a sei mesi e con l’ammenda da 300 a 1.000 euro.

La normativa, che rappresenta il punto di arrivo delle direttive contenute nelle circolari ripetutamente emanate negli anni scorsi dal Ministero dell’interno, ha inteso assicurare la genuina espressione della manifestazione di voto e prevenire il fenomeno del “voto di scambio”, inibendo all’elettore di acquisire e documentare a terzi la prova tangibile del voto espresso, attraverso la registrazione filmata o fotografica del proprio voto.

I presidenti degli uffici elettorali di sezione dovranno affiggere, in modo visibile, all’interno di ogni sezione elettorale, in numero congruo o almeno in un esemplare per sezione, un apposito avviso contenente il divieto, stabilito dal predetto decreto legge, di introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini, del seguente tenore:

NON SI POSSONO INTRODURRE ALL’INTERNO DELLE CABINE ELETTORALI TELEFONI CELLULARI O ALTRE APPARECCHIATURE IN GRADO DI FOTOGRAFARE O REGISTRARE IMMAGINI. CHIUNQUE CONTRAVVIENE A QUESTO DIVIETO E’ PUNITO CON L’ARRESTO DA TRE A SEI MESI E CON L’AMMENDA DA 300 A 1.000 EURO, AI SENSI DELL’ARTICOLO 1, COMMA 4, DEL DECRETO LEGGE 1° APRILE 2008, N. 49, CONVERTITO DALLA LEGGE 30 MAGGIO 2008, N. 96“.

Il rispetto del divieto potrà essere garantito attraverso l’esercizio da parte del presidente dell’ufficio elettorale di sezione dei poteri attribuitigli dall’articolo 44 del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361. In ogni caso, ai fini del rispetto del divieto, le forze di polizia e la polizia giudiziaria potranno esercitare i normali poteri previsti dalla normativa, anche al di fuori del seggio.

Questo è quanto dice la Legge, come candidato Sindaco a queste elezioni voglio sperare che sia rispettata dai Presidenti dei seggi elettorali, perché spesso agli elettori viene chiesto di fotografare il proprio voto per avere così il controllo sia del votante che dei votanti.

Voglio sperare che questo non accada, e sarà mia personale e dei miei rappresentanti di lista, girare per i seggi e controllare che all’elettore sia impedito portare il cellulare o un’altra apparecchiatura fotografica, in cabina. Voglio anche sperare che i Presidenti dei seggi facciano affiggere appositi cartelli come dice la legge, in caso contrario, se riscontrerò personalmente, o riscontreranno i miei rappresentanti di lista, che questo non verrà fatto, farò intervenire immediatamente le Forze dell’Ordine.

Il voto è segreto e non deve essere usato come merce di scambio e non si può tollerare che vengano fatte intimidazioni all’elettore.

Marcello Liverani
candidato sindaco per Nuova Senigallia

www.marcelloliverani.it
facebook.com/marcello.liverani1
facebook.com/groups/comevorrestiSenigallia

Commenti
Ci sono 3 commenti
un povero tra i poveri (di politica) 2015-05-27 15:27:14
"TUTTA ESPERIENZA" Vai per seggi e ne vedrai delle belle poi ti renderai conto cosa è una MACCHINA DA GUERRA, rodata da anni, che calpesterà ogni elementare senso di democrazia.
sandra silvi 2015-05-27 16:03:02
Bla, bla, bla... Scusa Marcello, ma c' era bisogno di scriverci un articolo? i senigalliesi lo sanno già che sei un ragazzo di grandi valori morali. cosi sembra che hai bisogno di farti notare perché nessuno di si fila..
la triccula 2015-05-28 11:36:58
io i' lasciaria fa' anzi prupurria ch' tutti han' da fa' la foto selfing magari sa calco' da vicin'(n'tla gabina e chi t' ved', però i lampi s' veden' ma tant' chi c' fa' cas')
e po' l'han' da mett' su face book, sai le risat'....
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura