SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Prove di riunificazione del centrodestra a Senigallia e non solo

Cicconi Massi e Cameruccio a sostegno di Paradisi e Rebecchini: lista civica dei moderati

1.764 Letture
commenti
Pizzeria ZeroZero
I consiglieri Alessandro Cicconi Massi a sinistra e Gabriele Cameruccio a destra

Per non scomparire, bisogna rinunciare alle proprie bandierine. E’ questo il messaggio che Alessandro Cicconi Massi e Gabriele Cameruccio mandano a quanti si riconoscono nel centrodestra per far sì che si possa creare una lista unica a sostegno del candidato sindaco Roberto Paradisi alle prossime elezioni comunali.

Come spiegate il vostro sostegno a Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini?
“Abbiamo trovato – spiega Cicconi Massi – valido il progetto di Paradisi e Rebecchini proprio perché ispirato da valori pratici e slegato dai partiti politici: per questo sosteniamo la candidatura di Roberto, che è riuscito ad ottenere la convergenza di tante persone, mettendoci per primo la faccia”.

Lei e Cameruccio confluirete nella loro lista?
“Per il momento stiamo lavorando per una lista civica che sia a fianco e a sostegno di quella di Paradisi e Rebecchini e che raduni tutti quanti si riconoscono non tanto nel simbolo di un partito quanto nei valori liberali, democratici e moderati”.

Ma una lista unica con esponenti di estrazione politica diversa non rischia di danneggiarvi a livello di immagine e quindi di voti?
“Al centro destra serve unitarietà, non tante listarelle che si possono danneggiare a vicenda sottraendosi voti perché presi dallo stesso bacino elettorale. A livello comunale serve il buon senso e non il simbolo come invece accade in ambito nazionale”.

Però ci potrebbero essere diversi temi “difficili” da gestire per una sommatoria di voci non propriamente concordanti.
“L’amministrazione Mangialardi ha portato in consiglio comunale e fatto votare una mozione per la registrazione dei matrimoni di persone dello stesso sesso, per poi comunicare che non essendoci una legge nazionale, non potranno essere registrati a Senigallia. Ecco noi non vogliamo che si parli di temi fuori dal senigalliese: non possiamo sostituirci al legislatore nazionale. Si torni piuttosto a discutere dei temi, come il rischio idrogeologico del nostro territorio, di cui i cittadini avvertono tutta l’urgenza. Temi locali su cui più volte, in consiglio, c’è stata sintonia tra noi e gli altri consiglieri d’opposizione”.

Si vocifera del vostro rientro in Forza Italia: tornate sui vostri passi?
“Abbiamo preso la tessera di Forza Italia perché l’atmosfera che si era creata (il Nuovo Centro Destra, Ndr) non incideva sul governo nazionale come era stato promesso. Noi vogliamo invece tornare a contare davvero e per farlo serve un progetto che sappia unire e non dividere né tantomeno creare confusione nell’elettorato”.

Quando scioglierete la riserva della lista?
“In pochi giorni contiamo di chiudere la partita se la situazione rimane com’è ora. Eventualmente anche altre persone diano la loro disponibilità per questo progetto nei prossimi giorni potremmo impiegarci qualche giorno in più. Comunque il 5 aprile si chiudono i termini per la presentazione delle liste: entro quella data dovremo per forza essere pronti pena l’esclusione dalla competizione elettorale”.

Commenti
Ci sono 4 commenti
Sebastian
Sebastian 2015-03-07 09:53:56
Come bandiere al vento.....devo aggiungere altro ?
bonzino 2015-03-07 10:14:49
“Per non scomparire, bisogna rinunciare alle proprie bandierine”. Già è quello che hanno fatto negli ultimi cinque anni passando da PDL a PPE, poi a NCD ed ora gruppo misto, sperando così di rimanere a galla.
“Si vocifera del vostro rientro in Forza Italia: tornate sui vostri passi?” Si vocifera? Se fosse vero perché ancora stanno nel gruppo consigliare misto? Si vergognano? Allora che se ne vadano e non facciano la figura di quelli che sono aggrappati alla poltrona.
“Ma una lista unica con esponenti di estrazione politica diversa non rischia di danneggiarvi a livello di immagine e quindi di voti?” livello d’immagine? Questi due si sono già danneggiati da soli, di più non potrebbero fare se non danneggiare il movimento in cui militano cui non hanno mai creduto.
“candidato sindaco Roberto Paradisi” gran rispetto per lo sforzo che sta facendo per creare una vera opposizione al sindaco uscente, ma è sicuro d’imbarcarsi questi due per vincere? Il popolo di CDX non dimentica facilmente quelli che usano il movimento come fosse un treno su cui salire o scendere a piacere.
Dinosauro
Dinosauro 2015-03-07 11:40:56
Sono tornati! Dopo l'ennesimo cambio di casacca sono pronti per acquisire nuovamente la poltroncina! Non conoscono vergogna. Dopo 5 anni inesistenti hanno la faccia tosta di ripresentarsi. Per fortuna il popolo di centro destra non è prono come quello di sinistra e decide da solo per chi votare, e queste due persone raccoglieranno ben poco. Riusciranno a mandare all'aria anche l'operazione di Paradisi. Complimenti! Personaggi così bisogna mandarli a casa e scordarseli a vita!
Indiana Pips
Indiana Pips 2015-03-07 12:27:30
"Per non scomparire, bisogna rinunciare alle proprie bandierine." Questa frase è l'esatta fotografia di come queste persone continuano imperterrite a prendere in giro gli elettori. Pur di non mollare la poltrona se ne inventano una al giorno. L'elettore che però stupido non è, ricorda benissimo i loro trascorsi: Forza Italia - PDL - PPE - NCD di Alfano e ora, con mossa degna del miglior stratega perdente in battaglia, ritornano in Forza Italia. E il bello è che Forza Italia li ha anche ri-accolti dopo le loro dichiarazioni di alcune mesi fa dove criticavano apertamente e pubblicamente Forza Italia. Non ci sarà mai fine al ridicolo...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!