SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Comì di Cucina

Dopo il maltempo: stato di emergenza e rimozione dei detriti da Senigallia

Confcommercio chiede che si lavori negli arenili per garantire la stagione

2.035 Letture
commenti
Detriti sulla spiaggia a Marzocca di Senigallia

Dopo la richiesta dello stato di emergenza fatta dalla Regione Marche serve uno sforzo straordinario per il ripristino degli arenili, Senigallia su tutti, devastati dall’ultima ondata di maltempo.

La Confcommercio torna a parlare dei problemi della spiaggia di velluto danneggiata nei giorni scorsi dal vento e dalle burrasche che hanno portato un enorme quantità di materiale e hanno modificato morfologicamente intere aree.

La questione della rimozione dei detriti non è secondaria nell’analisi del dopo maltempo e su questo punto Confcommercio vuole far leva per sensibilizzare la Regione Marche sugli interventi da effettuare nell’immediato. Confcommercio infatti sottolinea le difficoltà di molte amministrazioni comunali per lo smaltimento delle tonnellate di detriti che il mare ha portato sull’arenile nonostante le misure già prese.

Visto il capitolato dell’appalto di pulizia di cui la città è dotata non sono previsti particolari problemi a Senigallia per la pulizia dello spiaggiato – spiega Massimiliano Polacco direttore Confcommercio Imprese per l’Italia Marche Centrali – , che dovrebbe probabilmente concludersi per la fine di questa settimana. Il problema però si focalizza sul ripristino dello status quo pre-mareggiata che al momento è ancora a data da destinarsi. Per questo serve che la Regione dimostri nuovamente l’impegno, che in altri momenti di difficoltà ha dimostrato, anche perché l’attuale situazione dei comuni costieri è molto difficile. Il problema dello smaltimento dei rifiuti, quando questi saranno ammassati, non è da sottovalutare dato che non basta che lo spiaggiato sia ammassato ed occorre che la Regione aiuti i sindaci a portare via i detriti per ripristinare la situazione. Falconara, Ancona, con Palombina e Portonovo, non sono da meno di altri sul piano danni“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno