SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Calcio: la Vigor Senigallia attacca la stampa, “ci rispetti!”

Il presidente Valentino Mandolini: "la società viene infangata"

1.884 Letture
Un commento
La Vigor saluta i tifosi

Non possiamo permettere che la Vigor Senigallia venga infangata così, basandosi su confronti col passato, su chiacchiere, su sentimenti personali, ecc.

Stiamo dimostrando di essere competitivi, perciò stando ai meri fatti, che ci vedono a 1 punto dalla zona salvezza, dopo aver espresso per tutto il campionato un buon calcio, non è ammissibile leggere che: “la classifica si fa drammatica”; “piangere è inevitabile, perché un terz’ultimo posto con un organico competitivo lascerebbe ancora margini alla speranza”; “Ormai si pesca a piene mani dalla Juniores e Allievi. Tutti bravi, d’accordo, a patto che li si metta a confronto con formazioni di pari spessore”; “…e il prezzo che Senigallia paga è vedere la sua squadra perdere dal Colbordolo e scivolare in piena zona playout, non in serie C o in D, ma nel campionato di Eccellenza”. “Vigor Senigallia, la linea verde non paga”; “mentre la rosa della prima squadra perde un altro pezzo: il centrocampista Mancini, 16 anni è già stato ceduto all’Ascoli, non avrebbe potuto fare comodo?”.

Così si infanga l’immagine di una società e di un gruppo di ragazzi e tecnici che, ripeto, stando ai fatti, non lo merita.

Rispondo a certe sentenze scriteriate partendo da due premesse fondamentali. Punto primo: che la filosofia societaria sia quella di lavorare su un grande Settore Giovanile e poi dare sfogo a questo lavoro inserendo gli atleti più meritevoli nel roster di Eccellenza è stato detto e ripetuto più volte. Punto secondo: se attuiamo questa strategia, è perché rappresenta il massimo della potenzialità. “Puntate sui giovani perché non avete altre risorse”. E’ vero! Verissimo! Non abbiamo soldi da spendere per gente costosa che viene da fuori, perciò puntiamo su quelli che ci siamo costruiti in casa, supportati da alcuni elementi più esperti in ogni reparto e uno staff tecnico di primissimo ordine. Cosa c’è da criticare? Se uno si può permettere la Ferrari, beato lui. Ma in caso contrario che facciamo, ce lo volete insegnare voi? E’ assurdo doversi giustificare in tal senso. Certo, la Vigor ha vissuto periodi più entusiasmanti. Ma ci sono molte, troppe altre società che sono fallite per fare scelte fuori dalla propria portata. Noi invece siamo competitivi in Eccellenza con ragazzi di Senigallia. Il pubblico ci segue con buon affetto: 400 spettatori di media partita, considerando picchi negativi e positivi, sono la dimostrazione. In tutti gli altri campi pochi o nessuno fanno meglio, nonostante squadre più ambiziose. Certo, se lottassimo per il primo posto saremmo 1000 o giù di lì, che discorsi?! E se, se e altri centomila se. Invece i se non contano, contano i fatti, ovvero le prestazioni e i numeri di questo campionato. Oltre che gli applausi che dopo tutte, dico tutte le partite, il pubblico ci ha riservato a fine gara, anche dopo al terza sconfitta consecutiva di domenica col Gallo. Perché? Credo perché la squadra ha giocato ancora una volta bene e si è dimostrata ancora una volta competitiva.

Comunque ricordo a chi l’ha sminuita (per non dire denigrata) che l’Eccellenza non è un campionato qualunque, è il massimo torneo regionale  (“…e il prezzo che Senigallia paga a questa scelta è vedere la sua squadra maggiore perdere dal Colbordolo e scivolare in piena zona playout non in serie C o in D, ma nel campionato di Eccellenza” è stato scritto, come stessimo parlando di un pessimo campionato). Una categoria che una Vigor man mano più giovane negli ultimi anni ha, nell’ordine: riconquistato subito dopo la retrocessione, mantenuto chiudendo a metà classifica e mantenuto nuovamente l’anno dopo senza i playout. Quest’anno come finirà non si sà, ma di sicuro la Vigor  oggi, al momento di simili critiche assurde perché ingiustificate e ingiustificabile, è ad un punto dalla salvezza diretta, non a 10 o 15. E questa sarebbe una situazione “quasi drammatica”? Vi sembra che ci abbiano sempre schiantato 5 a 0? A noi no. Sono i numeri a dirlo. Non il giudizio di chi parla quasi esclusivamente condizionato da propri sentimenti.

Voglio anche ricordare che il Comitato Regionale in queste due stagioni ha premiato la Vigor perché è stata la squadra più giovane d’Eccellenza (sono escluse dal premio le squadre che sono retrocesse: non è il nostro caso). Negli ultimi due anni la Vigor è stata anche la società che ha avuto il maggior numero di convocati nelle Rappresentative regionali. Siamo due volte finalisti del campionato regionale Juniores. Quest’anno siamo primi in Coppa Disciplina e, fin qui, di nuovo la squadra più giovane del campionato. Queste sono le nostre armi e i nostri orgogli. Cerchiamo di farli fruttare e i fatti dicono che siamo competitivi. Certo, i risultati potrebbero essere migliori. Pensate che non ci piacerebbe lottare per i piani alti? Di sicuro non abbiamo mai illuso nessuno. Se qualcuno ha di meglio da offrire, si faccia avanti. A fatti però, non chiacchiere come troppo spesso avviane, basandosi su proprie idee. Se e quando saremo retrocessi, dopo aver perso male molte partite e con il pubblico di Senigallia che ci fischia, tutti potranno – facendo leva su questi fatti – sparare a zero . Proprio come sta accadendo ora senza validi motivi. Basta! La Vigor non ha affato bisogno di gente che parla solo per il gusto di farle del male.

PS. Si attacca la Vigor a prescindere. Basta leggere. Avete scritto che attingiamo troppo sul settore giovanile e poi quando un nostro giovane come Lorenzo Mancini viene chiamato e tesserato dall’Ascoli cosa leggiamo? Che “anche Mancini se ne va…”. Insomma, questi giovani li dobbiamo tenere e far giocare, oppure li dobbiamo dare via? Fateci sapere il vostro ennesimo giudizio. Magari basato sui fatti e non sul vostro scriteriato editorialismo quotidiano.

 

F.to Valentino Mandolini, presidente Vigor Senigallia

Commenti
Solo un commento
anfatti
anfatti 2015-02-07 04:06:48
se sono critici i giornalisti, vuol dire che non rispettano. Se scrivono bene vuol dire che sono amici... insomma decidetevi! :-)
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura