SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
L\'Automobile - Concessionaria Nissan - Senigallia

Scuole riaperte a Senigallia grazie all’impegno economico della Provincia

Investiti oltre 2mln e 300 mila € per aule e laboratori. Casagrande: "Gran lavoro, ma ancora non è finita"

1.907 Letture
commenti
Senigallia alluvionata: la rotatoria dell'ex casello A14, e l'istituto Padovano

La testimonianza della riapertura delle scuole a Senigallia dopo l’alluvione del 3 maggio scorso è stata riportata da diversi media nazionali e non. Il ripristino delle attività e delle aule nonostante gli ingenti danni riportati dai vari istituti, come il liceo Medi o l’Ipsia Padovano, è stato al centro di molti servizi ed è alta la soddisfazione di chi è intervenuto perché ciò accadesse.

Un traguardo che nei giorni seguiti all’alluvione del 3 maggio sembrava un miraggio, considerati i tanti danni subiti dalle scuole” riporta una nota stampa della Provincia di Ancona.
“Fondamentale è stato il lavoro svolto dalla Provincia, che ha investito oltre 2 milioni e 300 mila euro affinché le scuole di propria competenza fossero pronte in tempo per il suono della campanella, senza causare disagi a studenti, genitori, docenti e personale”.

Scendendo nel dettaglio, i lavori di ripristino hanno interessato l’Ipsia “Padovano“, la più danneggiata dagli eventi alluvionali, con una spesa di 785 mila euro, 731 mila euro per il liceo scientifico “Medi“, 537 mila euro per l’istituto alberghiero “Panzini“, 37 mila euro per l’istituto tecnico “Corinaldesi”, 216 mila euro per il liceo psicopedagogico “Perticari“.
Altri 445 mila euro sono già stanziati per il completamento dei lavori all’Istituto “Corinaldesi” (245 mila euro) e al liceo scientifico “Medi” (200 mila euro).

“Abbiamo fatto un gran lavoro per tutta l’estate – afferma il commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande – per restituire alle scuole aule, laboratori e palestre pulite ed efficienti. L’impegno economico, piuttosto rilevante considerate le difficoltà di spesa che gravano sugli enti locali, è stato esclusivamente a carico della Provincia. Ora ci aspettiamo che chi deve, finanzi i materiali di laboratorio e le relative strutture”.

Commenti
Ci sono 4 commenti
stefanobis 2014-09-18 13:14:13
tutto molto bello e giusto.....ma spendere ingenti risorse senza aver prima messo in sicurezza il caro vecchio e pericoloso Misa .......sarà che non ce rifà un bello scherzetto ........
Franco Giannini
Franco Giannini 2014-09-18 15:16:26
Se l' "impegno piuttosto rilevante", fosse stato profuso prima, forse in molti avrebbero evitato di sporcarsi le mani con il fango. Forse !!! (sono un buono e vi concedo quindi la forma dubitativa!). Buono però, mica stupido... ed ora che vorreste anche un grazie, bravi, Sette più ?? Ma non vi rendete conto che non avete fatto altro che il minimo sindacale e che il vostro era un dovere assoluto da compiere, dopo la "piccola disattenzione" di una, diciamo, dimenticata Prevenzione? Credevate che bastasse le promesse di un selfiman Collodiano?? Ahh!! non comprendo bene poi, a chi è rivolto quel :"Ora ci aspettiamo che chi deve, finanzi i materiali di laboratorio e le relative strutture”. Ma signori, comprendo il motivo del perchè che ve le cantiate e ve le suoniate senza fare nomi, ma vista l'amicizia che vi lega, sarebbe sufficiente una telefonata o parlarne quando vi ritrovate tutti a fare "quatro ciàcole" in famiglia, magari la domenica, inginocchiati nell'interno della sacrestia (una volta si chiamava "sezione") del vostro stesso partito, unico, coeso, indivisibile ... Vuoi vedere che magari l'essere in compagnia, faccia diventare più coraggiosi e battere, non dico la scarpa alla Nikita Kruscev (sarebbe troppo da comunista), ma almeno il pugno sul tavolo,(da centro... e basta).
octagon 2014-09-18 19:59:30
Ben detto! Anzi evitateli questi proclami, se dovete dire qualcosa dite che verremmo risarciti...noi ancora stamo col c... a mollo!
O. Manni
O. Manni 2014-09-19 07:35:06
Butto la domanda lì, anche se le è stata rivolta da altri, ed anche se non ce ne dovrebbe essere bisogno: Patrizia Casagrande Esposto, ha pensato ad una circolare per invitare tutti i comuni della sua Provincia, a far domanda per i fondi dell'8x1000 che i cittadini hanno scelto di destinare allo Stato, per l'edilizia scolastica? Perché pare che ad eccezione di qualche Consigliere comunale del M5S sparso qua e là, e di qualche altro che si sveglia e "studia" la legge di stabilità con grave ritardo in stile "Pappagone", ne risultano pochini di comuni che abbiano inoltrato quella domanda. A titolo informativo: In Italia, quattro edifici scolastici su dieci hanno una manutenzione carente, oltre il 70% presenta lesioni strutturali, in un caso su tre gli interventi strutturali non sono effettuati e più della metà delle scuole si trova in zona a rischio sismico o idrogeologico (chissà se le fischiano le orecchie su questo punto). Solo nell'ultimo anno scolastico, sono state sfiorate 36 tragedie a causa di crolli di solai, controsoffitti e distacchi di intonaco. Detto ciò, la metto in guardia come quando si parla alla nuora affinché la suocera senta. Ci vogliono meno di due secondi per scaricare la "legge di stabilità" dal sito del governo, ed avevate oltre 6 mesi di tempo per "studiarvela", e capire come poteva essere possibile sfruttarla a vantaggio e per il bene dei cittadini. Ciò che era possibile chiedere o non chiedere, comprese le domande per accedere a quei fondi (extra) dell'8x1000, che grazie ad un emendamento del M5S, era possibile destinare alla ristrutturazione e messa in sicurezza delle nostre scuole.
Ora, vorrete mica dirmi che tra tutti i consiglieri comunali, tutte le giunte profumatamente pagate, e tutti i sindaci di tutta la Provincia di Ancona, non c'è stato un solo pirla che abbia letto di quell'emendamento e di quella possibilità? Dico, vogliamo scherzare spero!! E che ci state a fare li, allora? Ad aspettare che la cosiddetta "società civile" di cui tanto amate riempirvi la bocca nelle vostre campagne elettorali di REGIME, vi suggerisca come fare il vostro lavoro??? Perché a ben vedere, questi consigli vi sono stati serviti su un piatto d'argento, e mi pare che siano stati abbondantemente ignorati. Quindi fate una bella cosa al più presto e per il bene di tutti noi...Trovatevi un lavoro VERO.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura