SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Dopo l’alluvione Senigallia e l’acqua fanno pace grazie al CaterRaduno

L'alluvione raccontata dai protagonisti al centro della diretta in Piazza Roma - FOTO

Prima diretta pomeridiana per l’edizione 2014 del CaterRaduno. E subito si parte con un argomento di stringente attualità, che i Senigalliesi non hanno ancora archiviato: l’alluvione del 3 maggio. A parlarne, sul palco di Piazza Roma, rappresentanti delle istituzioni, della società civile ed esperti. Dopo la sveglia mattutina di Caterpillar AM ad opera di Filippo Solibello e Cinzia Poli, a condurre la fascia pomeridiana provvedono Massimo Cirri, Sara Zambotti e la new-entry Marta Zoboli (della quale parleremo dopo).

Il pubblico del CaterRaduno del 23 giugno pomeriggioA dare il via alle testimonianze sulla calmità che ha colpito Senigallia 58 giorni fa è stato il primo cittadino di Senigallia. Mangialardi racconta di come la comunità cittadina ne sia uscita con molta fortuna: “Il nostro fiume è molto particolare, circa 10.000 tonnellate di oggetti sono diventati rifiuti a causa del ‘nuovo torrente’ che siè venuto a creare. Sul piano comunicativo siamo rimasti 30 ore senza telefono. Inizialmete eravamo predisposti a una rottura degli argini, ma ne è capitato un altro, ben diverso“.
Non poteva saltare fuori la gestione dell’emergenza nelle scuole. Mangialardi riafferma convintamente che è stata fatta la scelta giusta non facendo uscire gli studenti ma facendoli salire in alto per poi trasportarli via in tarda serata.

I ragazzi ovviamente sono stati richiamati in causa per la grande mobilitazione e il servizio prestato a favore delle famiglie colpite dall’alluvione. Mattia Crivellini, ideatore e organizzatore di Fosforo– il festival della scienza che coinvolge per l’appunto alunni delle scuole superiori – ha raccontato di come i volontari abbiano dato una mano a spalare fango e a portare avanti contemporaneamente la realizzazione della kermesse. “Non fare Fosforo – ha detto – avrebbe implicato la rinuncia di qualcosa a favore della città“.

Mangialardi e Crivellini ai microfoni di CaterpillarNon è neppure mancata l’opinione di esperti. Il metereologo Luca Lombroso ha sottolineato come eventi di questo genere siano dovuti all’effetto della serra che deve essere mitigato; la resilienza – intesa come ampliamento dello spazio per il Misa, e non come rifacimento degli argini – è il provvedimento che deve essere preso affinché ciò non si ripeta. Susanna Balducci, addetta al settore Pianificazione Speciale per la Protezione Civile, ha sottolineato come in Italia ci si muova più lentamente per ripristinare le attività, a differenza di quanto è accaduto, per esempio, nelle Filippine.
C’è spazio anche per le iniziative di solidarietà. E Francesco Ferrandi ne approfitta per presentare “amollomanonmollo”, il brano composto allo scopo di raccogliere fondi per aiutare la città senigalliese a ripartire.

Dopo queste testimonianze, è il momento di sdrammatizzare e Marta Zoboli sale in cattedra. Il nuovo acquisto della squadra di Caterpillar provvede, munita di annaffiatoio, ad aspergere alcuni degli spettatori di Senigallia per riconciliarli con l’elemento acquatico; e quindi sale sul palco a leggere un testo teatrale dove, tra serio e faceto, si narra di disgrazie e urgenze di altro genere e tenore.

In chiusura, Filippo Solibello interviene per presentare l’edizione di Caterpillar AM per la mattina seguente: nel giorno di Italia-Uruguay,durante la diretta mattutina ripresa da Rainews24, verrà dipinto di azzurro un ragazzo come portafortuna per la Nazionale.
La serata di lunedì si chiuderà alle 22 con la presentazione del libro “In ginocchio sule ali” del celebre alpinista italiano Simone Moro, protagonista di salvataggi.

Intervento di Simone Moro al CaterRadunoMarta Zoboli "asperge" il popolo del CaterRadunoFrancesco Ferrandi presenta "amollomanonmollo"

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione