SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Nuova Senigallia: “ex Arena Italia, un altro ecomostro per fare un favore ai privati”

Il candidato a sindaco Liverani: "cittadini ormai sudditi di Mangialardi e Ceresoni"

2.800 Letture
commenti
Ciacci e Ceresoni presentano il progetto dell'ex arena Italia

Parliamo dell'”ex Arena Italia, il nuovo “eco-mostro” voluto, deciso e approvato solamente dal duo Mangialardi – Ceresoni in camera caritatis, ossia senza l’approvazione del Consiglio Comunale e senza dire niente a nessuno.

Già questo basterebbe per far capire come sono andate le cose, ma a noi ci piace spiegarle per bene visto che tantissimi Cittadini ci hanno scritto e contattati imbestialiti dopo questa ultima oscenità.

Lor signori pensavano di far passare tutto in sordina come sempre, ma questa volta non è andata così e l’intera popolazione sta cercando di ribellarsi a questa nuova e vergognosa cementificazione con l’ennesima variante al Piano Cervellati (Piano Cervellati che Nuova Senigallia farà riscrivere da tre tecnici competenti, nati e cresciuti a Senigallia) che quando vogliono viene modificato, e quando non vogliono, perché a lor signori non è utile, non lo modificano. Che sia chiaro a tutti, questa amministrazione ha raddoppiato il volume inizialmente previsto per la costruzione, dati alla mano è questa la verità, tutto il resto sono semplici chiacchiere da bar.

L’ennesimo favore ad una proprietà privata permesso da una delibera firmata dal duo Mangialardi – Ceresoni, sempre loro! Come già accaduto nel passato (Bastione di Via Rodi) queste due persone hanno deciso tutto senza neanche parlarne con gli altri Consiglieri di maggioranza, e alcuni di questi si sono lamentati addirittura con noi, pare assurdo, ma questa è la verità! E bisogna essere onesti e ringraziare i Consiglieri di opposizione di Partecipazione che hanno reso pubblico questo ennesimo misfatto, perché se no sarebbe passato in sordina come tante altre cose che vengono decise nelle stanze segrete senza comunicarle a nessuno.

La riunione fatta al Porto, riunione molto “movimentata”, ha creato molto imbarazzo nei relatori, perché i Cittadini hanno esplicitamente detto che delle spiegazioni ricevute sulla storia dell’architettura non gli importava proprio nulla, avrebbero voluto delle spiegazioni, che non ci sono state, e non la solita favoletta ripetuta ad arte. La cosa che a loro interessava era sapere come mai era stata creata una variante al Piano Cervellati che prevedesse il raddoppio del volume realizzabile per un privato, ma ovviamente non hanno ricevuto risposta se non il solito parlare in politichese.

I Cittadini però se informati, cosa che è stata fatta con ogni mezzo possibile, non stanno zitti, ed ora agli atti c’è una petizione che contava più di 400 firme fino a l’altro giorno. Si è creato anche un comitato, ecco quindi che il duo Mangialardi – Ceresoni, presi in castagna, cercano ora di mettere una toppa a questo progetto arrampicandosi come sempre sugli specchi. Ceresoni, cosa che non aveva mai fatto prima, passa più tempo su Facebook per scrivere le sue ragioni su tutte le bacheche possibili che al lavoro. Qualche cosa vorrà pur dire questo, no?

Le sue però non sono spiegazioni, sono appunto delle arrampicate sugli specchi e nulla più. Quello che non avviene mai per i Cittadini, quando chiedono delle deroghe al Piano Cervellati, è avvenuto per qualcuno. Come mai si domandano i Senigalliesi?

Le spiegazioni non ci sono, così come non ci sono le motivazioni, non esistono, perché qui si è assecondata la richiesta di un privato e nulla più. Ora l’assessore Ceresoni cerca di fare incontri, di spiegare, di calmare, ma, lo ripeteremo all’infinito, il Cittadino si è svegliato e ha capito benissimo che per l’ennesima volta è stato gabbato dai voleri di una politica che cura solamente gli interessi di alcuni e non certo di tutta la cittadinanza!

Si certo, i cittadini possono mandare ora le loro osservazioni entro il 10 marzo, ma indovinate chi le leggerà, chi le discuterà e chi le boccerà o approverà? Sempre il duo Mangialardi – Ceresoni in qualche segreta stanza, perché le osservazioni non passeranno ne in commissione ne in Consiglio comunale. Grazie agli amici di Partecipazione ci sarà un “passaggio” in commissione, ma sarà puramente conoscitivo, perché a decidere saranno sempre loro due: Mangialardi – Ceresoni! Alla faccia della trasparenza e della partecipazione, non conoscono vergogna!

Come mai la questione non è andata in Consiglio? Altra cosa oscena, e Nuova Senigallia se avrà la possibilità di amministrare cambierà anche i regolamenti interni perché è inammissibile che un Consiglio comunale venga esautorato dal discutere e votare un provvedimento di tale portata. E’ un procedimento da “furbetti del quartierino” questo, perché tutto deve sempre essere discusso e approvato dal Consiglio dopo che la commissione ha svolto il suo lavoro.
Non è andata in Consiglio comunale semplicemente perché non sarebbe passata, molti consiglieri della maggioranza si sarebbero opposti, questo perché l’intera città è contraria a questo ennesimo scempio! Forse al duo Mangialardi – Ceresoni sfugge che anche nella maggioranza tira un’aria non proprio idilliaca, e qualcuno dei consiglieri si “confessa” anche con il “nemico” stufo di questa situazione imposta come nei migliori regimi e non certo apprezzata. Se ne accorgeranno alle prossime elezioni quando verranno fuori tutte le spaccature interne. Noi di Nuova Senigallia non possiamo che ringraziarli per questa opera di “auto-distruzione” ad personam.

Ecco quindi svelato il progetto dell’ex Arena Italia, l’ennesimo regalo ad una proprietà privata, ma attenzione, non da tutta l’amministrazione, solamente da due persone che hanno architettato il nuovo eco-mostro all’insaputa di molti. Ma si sa, le persone parlano, e questa vicenda sta creando grossi problemi all’interno di una maggioranza che giorno dopo giorno si sta sgretolando.
A pagarne le conseguenze saranno, come sempre, i Cittadini onesti, ma forse è meglio chiamarli “sudditi” visto che così vengono considerati dai nostri amministratori, quei Cittadini che pagano regolarmente le tasse e vengono puntualmente vessati da questa amministrazione e ignorati totalmente su tutto quello che riguarda la nostra città. Vorremo ricordare a lor signori che nel regolamento comunale è previsto l’utilizzo del referendum proprio per “ascoltare” la voce dei Cittadini, ovviamente questa pratica non è da loro messa mai in uso, perché se no rimarrebbe difficile fare e decidere secondo il volere della politica e dei politici.

Era così con la Angeloni ed è così con Mangialardi. C’è da dire però che la Angeloni era un pochino più furba, questi invece si fanno pizzicare sempre più spesso con le mani nella marmellata…son giovani, devono crescere e imparare, ma dall’umore che girà in città non avranno tempo di crescere perché il loro tempo è finito, ancora un anno e poi saranno mandati a leggere il giornale nei loro amati giardini Catalani!.

https://www.facebook.com/marcello.liverani1
https://www.facebook.com/groups/comevorrestiSenigallia/
mail: nuovasenigallia.ufficiostampa@gmail.com

Allegati

Per saperne di più sull’ex arena Italia

Il confronto dei progetti sull’ex arena Italia di Senigallia, prima e dopo la variante al piano Cervellati approvata con la delibera della giunta municipale 217 del 2013 (Pdf – 1,7 MB)

Commenti
Ci sono 5 commenti
Fermino Roccia 2014-03-04 15:22:48
Chissa' perche' ma appena letto l'articolo il mio primo pensiero e' stato "Alla faccia della Democrazia che tanto vanno decantando"

Secondo la versione del Sig. Liverani, si direbbe che qui' abbiamo a che fare con 2 Cavalieri che a suon di "Comandiamo noi" fanno e disfano quello che vogliono, cambiando anche le regole del gioco durante la partita. Infatti si parla di "Ennesima variante al Piano Cervellati", piano che, grazie al Sig. Liverani ed a Nuova Senigallia, verra' riscritto da tre tecnici competenti, nati e cresciuti a Senigallia (ottima idea perche' chi meglio di un Senigalliese conosce Senigallia ?)

Ma se questo "piano cervellotico" non lo rispettate VOI, per quale motivo lo dovrebbero rispettare gli altri ? Bella domanda vero ? Allora si puo' fare una variante anche per altre cose, perche' solo per quello che fa comodo a voi ?

Chiedo ai signori che dovrebbero "legiferare" in favore del popolo, ma quando si forma un Comitato di persone contro una determinata situazione, non vi viene il dubbio che potrebbero averci ragione ? Io non vi vedo mai CEDERE, la volete sempre VINTA voi, non sara' mica che avete pressioni e dovete rispettare alcune promesse ?
Ma la promessa piu' importante, quella di essere il sindaco di tutti, che fine ha fatto ?

Mi meraviglio del "Signor Verde" che dovrebbe essere il primo a "boicottare" la cementificazione di un luogo e tentare a tutti i costi di fare "giardini" ovunque.
Piu' che un "Signor Verde" mi sembra un "Signor grigio-verde" con elmetto e fucile, in trincea ad accontentare il suo "compagno" di battaglia....
Vabbe' che gli anni 80 son finiti ma le ideologie di base dovrebbero essere mantenute, oppure e' sempre il "vento" a scegliere dove farvi girare?

Ne abbiamo scoperta anche un'altra e cioe' che un Consiglio Comunale viene esautorato dal discutere e votare un provvedimento.
Quando leggo queste cose, penso a quei poveretti che hanno dato la vita per darci una "cosa" chiamata "democrazia" sulla quale voi "camminate" senza rispetto.

Meno male che tra un po' (troppo aime') avremo il piacere di farvi "ciao ciao" con la manina mentre con i vostri calessi, i vostri cavalli e le vostre "merci", abbandonerete il "Castello Fatato" e lo lascerete finalmente in mani molto piu' "professionali".

Marcello Liverani e' il NUOVO che avanza e voi non ci potete far niente, siete pronti alla sconfitta ?
Sebastian
Sebastian 2014-03-04 16:49:31
Certo che avere un Consiglio Comunale che legifera su dove devono essere stesi i panni che escono dalla lavatrice e non su una questione importante come una variante (e che variante!) del piano cervellati, è proprio un classico della malapolitica che imperterrita continua a fregarsene dei cittadini e in barba all'etica agisce pro domo sua e di nessun altro. Mandarli a casa dovrebbe essere il minimo vista la loro totale indifferenza verso tutti noi cittadini, tranne alcuni. Lo spot "il sindaco di tutti" era il classico richiamo per le allodole. Nel 2010 avevo dato il voto a Mangialardi credendo in un qualche cosa di innovativo, ci sono cascato come un ciambotto, se quel giorno fossi andato a cercare le lumache avrei speso meglio il mio tempo, la prossima volta sarà diverso per quanto mi riguarda...
giulio 2014-03-04 17:06:01
Tanti che si lagnano li hanno votati. O no?
Rex
Rex 2014-03-04 18:14:33
In rete girano delle gran belle notizie riguardanti questa ultima chicca dei nostri amministratori. Pare che la proprietà sia delle sorelle Bonvini, e una di queste due sorelle pare che sia la moglie del sig. Brignone, ossia del padre di Beatrie Brignone del PD, la prima dei non eletti in Parlamento nella lista del PD. Lo stesso Sindaco avrebbe detto ai giornali (quindi è scritto) che l'amministrazione ha avuto diversi incontri con il sig. Brignone per definire tutta la questione relativa all'Ex Arena Italia. Perchè parlare con il sig. Brignone e non con la proprietà? Sarà un caso? Di sicuro c'è che la proprietà e questa amministrazione hanno qualche cosa in comune, conflitto di interessi? Ah no scusate, quello vale solamente per Berlusconi, per tutti gli altri non vale, hanno l'immunità. Ed ora cosa accadrà visto che questa variante avrà valore fino al 2019, termine ultimo per poter costruire, e dopo tutto tornerà come prima? Qualcuno convincerà la proprietà a vendere? Appurato tutto questo non ci resta che mandare a casa tutta questa classe politica ormai visibilmente impelagata nel "sistema" che da troppi lustri contradistingue tutta la politica italiana e votare chi veramente è fuori da questi giochetti. Liverani, vai avanti tranquillo, questi sono arrivati al capolinea!
Indiana Pips
Indiana Pips 2014-03-05 00:01:36
Al peggio non c'è mai fine, mi chiedo come sia possibile che questi siano stati votati, come se nessuno sapesse come si muovono. E' dal 2000 che a Senigallia la politica di questi signori imperversa sulle spalle dei cittadini. Tanto ci sarà sempre qualcuno che li voterà perchè in cambio qualcuno ottiene sempre qualche cosa.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura