SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Fabbri Infissi - Bonus fiscale per infissi, porte e cancelli blindati

Ex arena Italia, i cittadini di Senigallia sollevano dubbi al progetto

Residenti del rione Porto e non criticano l'aumento di superfici e altezze, in contrasto al piano Cervellati

3.158 Letture
commenti
I cittadini del rione Porto e non solo che hanno criticato il progetto di riqualificazione dell'ex arena Italia

Aumento drastico (+96%) delle superfici realizzabili sia per gli appartamenti sia per i negozi. Aumento dell’altezza (da 7,80 metri a 13,22) fino a raggiungere porta Lambertina. Aumento delle cubature (dalla stima di 3.000 metri cubi attuali si passa a oltre 5.600). Riduzione del verde pubblico del 50%. Sono questi i punti critici del progetto di riqualificazione dell’ex arena Italia, a Senigallia. E proprio sollevando dubbi sull’adeguatezza della futura edificazione nei confronti del rione Porto, si è unito spontaneamente un gruppo di cittadini (residenti di oggi e di ieri, ma non solo) del quartiere di via Carducci, che vuole confrontarsi con l’Amministrazione comunale partendo da questi numeri e dalla delibera della Giunta n. 217 del 3 dicembre 2013.
Non per criticare, ma per dialogare e trovare soluzioni alternative.

I cittadini del rione Porto e non solo che hanno criticato il progetto di riqualificazione dell'ex arena ItaliaIl costituendo ‘comitato ex Arena Italia’ (per info e adesioni: 324.8163722; mail: arenaitaliasenigallia@gmail.com) è ‘partito’ dopo la presentazione del progetto di rigenerazione urbana presentato dalla proprietà dell’area e dall’amministrazione comunale: “Ci siamo incontrati – racconta Mariangela Manna – e ci siamo chiesti il perché di tali numeri che ai più rimangono francamente incomprensibili. Il nostro dissenso lo abbiamo chiaramente espresso all’assemblea pubblica dello scorso 4 febbraio, dove abbiamo evidenziato che rispetto al vigente Piano Particolareggiato per il Centro Storico (PPCS delibera n.89 del 4/11/2009, noto come “Piano Cervellati”) c’è un effettivo raddoppio della superficie (da 750 mq residenziale e zero commerciale si passa a 1.234,02 residenziale e 238,38 commerciale, con un aumento del 96%), un aumento dell’altezza (da 7,80 metri a 13,22 metri, superando l’altezza di Porta Lambertina), la riduzione sensibile del verde pubblico (ben il 50%)“.

Dati e numeri contenuti nella citata delibera comunale e sui quali già si erano espressi anche i consiglieri di Partecipazione (Paolo Battisti e Roberto Mancini) e del gruppo misto (Luigi Rebecchini), oltre al comitato senigalliese di Italia Nostra, con Virginio Villani in testa.
Un progetto dunque imponente e impattante verso il quale è possibile fino al 10 marzo presentare le osservazioni, obiettivo che si è posto il comitato spontaneo: “I nostri amministratori – continuano gli intervenuti – hanno parlato di un’opera che sia sostenibile per eliminare un vulnus che perdura ormai da anni. Condividiamo il punto di partenza, ma la sostenibilità deve essere per tutti e avere una valenza pubblica perché, come sappiamo, l’Arena Italia all’interno del piano Cervellati ha una rilevanza strategica sia per i residenti sia per tutti coloro che frequentano il rione peraltro prossimo al centro cittadino. E’ chiaro che si tratta di un’area privata ma presentando le nostre osservazioni ci auguriamo che la rilevanza strategica possa essere di tutti e per tutti e che il progetto non lasci alla città l’ennesima opera incompiuta, come altre nel bastione Rodi“.

Allegati

Per saperne di più sull’ex arena Italia

Il confronto dei progetti sull’ex arena Italia di Senigallia, prima e dopo la variante al piano Cervellati approvata con la delibera della giunta municipale 217 del 2013 (SCARICA il pdf – 1,7 MB)

Commenti
Ci sono 4 commenti
mariangela manna 2014-02-22 07:54:38
avviso: raccolte firme domenica 23 alle ore 11.45 davanti alla chiesa del porto
Eleonora Lavo 2014-02-22 09:52:09
in bocca al lupo a voi, spero che riusciate a raccogliere un bel numero di firme, la differenza tra il progetto Arena Italia secondo il piano Cervellati e quella attualmente proposta e' decisamente notevole.
Alberto Diambra 2014-02-22 11:20:43
Auguri vivvissimo al Comitato con la speranza che non vada a finire come quello della zona PEEP MISA che da anni lotta per ottenere che siano rispettate le promesse fatte a suo tempo ,non è riuscito a far applicare quanto previsto dal D.P.Regionale 7554 e lic 94/130 con il risultato che la zona è stata perimetrata a grave rischio R4 da esondazione dopo i lavori effettati ,ponte Zavatti aumento di quote per edificare nei pressi del fiume e tuttora si approvano opere in netto contrasto con le normative vigenti,non comprese e recepite dal Sindaco Mangialardi,Grazie
maria garbini 2014-02-22 13:14:03
Comitato arena Italia,
premetto che ho già firmato il vs. appello e nel mentre Vi chied(o)evo se al termine di questa santa SCARAMUCCIA firmerete e Vi unirete alle petizioni disturbanti, già inviate alla giunta, sulla disastrosa vicenda “BORGO TORRI”!
Diversamente dovrò confermarmi che vogliate continuare a silenziare il fatto e i documenti sulla cessione (?) vendita (?) cambio di destinazione (?) occupazione (abusiva?) o ............? di via Mamiani a Lanari. Almeno confermate l’escussione di 1 mln di €, conclamata dal sindaco per il risanamento di borgo torri?
In fidente attesa, ex-prof. l.mancinelli, suddito 610.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura