SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Intensificati i controlli tra Senigallia, Corinaldo, Ostra e Montemarciano

Locali notturni, compro-oro, bar e sale giochi nel mirino della Polizia

1.936 Letture
commenti
Osteria San Bernardo - Chiaravalle Ristorante
automobile Polizia Stradale, 113

Controllo capillare del territorio e lotta ai reati predatori, a cui hanno fatto seguito gli importanti arresti connessi al furto all’interno della chiesa della Pace e sull’auto in sosta in via Verdi di Senigallia. Sono questi i principali fronti su cui, durante la settimana, è stato impegnato il personale del Commissariato di P.S. di Senigallia, unitamente agli uomini del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia.

Si è così riusciti a intensificare i controlli che hanno riguardato non soltanto la città di Senigallia ma anche le località vicine di Montemarciano, Corinaldo, Ostra.
Durante i giorni di servizio sono stati effettuati molti posti di controllo lungo le vie di maggior traffico (Statale adriatica nord e sud, la s.p. Corinaldese, il casello autostradale) e sono state identificate oltre 250 persone, molte delle quali extracomunitarie, e controllati circa 150 veicoli, elevando alcuni verbali al codice della strada.

Sono stati effettuati anche controlli a quattro esercizi dediti alla somministrazione di bevande ed alcol, fra Montemarciano e Corinaldo, all’interno dei quali sono stati identificati alcuni soggetti con pregiudizi penali, nonché controlli amministrativi presso due sale giochi e due compro-oro tra Senigallia, Corinaldo ed Ostra.
Sono emerse alcune carenze alle prescrizioni previste dalla licenza di vendita di cose usate (compro oro) rilasciata dal Questore di Ancona in relazione alle quali verranno compiuti ulteriori accertamenti per determinare l’applicabilità delle previste sanzioni pecuniarie a cui possono seguire le più gravi sanzioni della sospensione o addirittura revoca della licenza.
In particolare gli agenti hanno verificato che non vi fossero soggetti di età minore all’interno delle strutture commerciali, che fossero presenti i titolari o i preposti autorizzati all’attività e che fossero compiute tutte le richieste segnalazioni sui registri previsti dalla normativa vigente. Ciò per evitare che tali attività, assolutamente lecite, divengano luoghi in cui ricettare proventi di furto.
Va precisato sul punto che la costante attività di controllo amministrativa effettuata da questo Commissariato, sul territorio di competenza, (nello scorso anno ne sono stati controllati oltre 60) ha messo in luce una complessiva correttezza nell’operato degli esercenti che mantengono la giusta attenzione sul fenomeno, ben consapevoli dei rischi connessi all’attività.

Terminato il periodo di chiusura imposto a seguito del provvedimento emesso, alla fine del dicembre scorso, dal Questore della provincia di Ancona, personale del Commissariato, unitamente al personale reparto di Perugia, ha effettuato puntuale controllo amministrativo all’interno di due night-club siti lungo la statale adriatica.
Qui gli agenti hanno verificato la regolarità delle attività ivi svolte ed hanno provveduto ad identificare all’interno dei locali -sia il personale lavorante, la maggior parte del quale straniero, proveniente dall’est europa, che gli avventori dei citati locali- ed accertare il rispetto della normativa in materia di sicurezza dei locali pubblici.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno