SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il Pozzo della Polenta verso i 500 anni: “Risparmiamo e pianifichiamo per il 2017”

A Corinaldo si lavora per l'edizione 2013, ma anche in prospettiva futura. Principi: "Lavoro esemplare"

PD in festa 2013 - 15 luglio
Contesa del Pozzo della Polenta: Gregorini, Tarsi, Montesi, Principi

A Corinaldo gli organizzatori sono impegnati per gli ultimi ritocchi prima della partenza, il 18 luglio, della XXXV Contesa del Pozzo della Polenta. Ma gli organizzatori gettano anche un occhio più in avanti, verso il 2017, quando la rievocazione storica assumerà un sapore molto particolare.

La Contesa del Pozzo della Polenta ricorda infatti l’assedio di Corinaldo del 1517, quando il paese resistette per 23 giorni alle truppe del Duca di Urbino Francesco Maria I Della Rovere, che alla fine dovette desistere dai suoi propositi di conquista.

Quella del 2017 sarà dunque l’edizione del cinquecentesimo anniversario dell’assedio: “Un evento speciale” affermano senza dubbio il Presidente dell’Associazione Pozzo della PolentaMassimo Tarsi e il suo predecessore Eros Gregorini.

Per arrivare pronti a questa data, a Corinaldo la pianificazione è partita già da tempo: ogni anno si pensa sia alla prossima Contesa da organizzare, sia a quella del cinquecentenario. Come?

“Già dall’edizione 2012 stiamo accantonando somme di denaro da destinare all’organizzazione dell’evento del 2017. – spiega Gregorini – Pur con giornate di meteo avverso, alla fine della 34esima edizione della Contesa siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo prefissato, ovvero mettere da parte 7/8.000 Euro.

“Anche in questo 2013 guardiamo avanti – aggiunge Tarsi – razionalizzando al meglio le spese, risparmiando sui costi senza però privare la Contesa del Pozzo della Polenta di nulla. La raccolta pubblicitaria è buona e abbiamo sponsor anche da fuori regione”.

Continua Gregorini: “Abbiamo diverse idee in cantiere per la Contesa 2017: insieme all’Amministrazione, che ci affianca nella pianificazione, stiamo pensando a un convegno, una mostra e a degli spettacoli. Uno dei primi contatti che abbiamo preso è con la Compagnia dei Folli di Ascoli Piceno”.

E l’Amministrazione non può che confermare e apprezzare. “Quest’associazione – spiega il Sindaco di Corinaldo Matteo Principinon solo costruisce un evento che è la punta del cartellone estivo di Corinaldo, ma lo fa risparmiando denaro, pur senza far mancare nulla alla manifestazione. E’ un esempio per tutti”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura