SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sostenibilità, diritto alla casa, sicurezza edifici: a Senigallia un incontro sui temi

Nel "Governo del Territorio" ribadite le linee strategiche proposte dal Partito Democratico per "ricostruire"

1.388 Letture
commenti
L'incontro del PD sul governo del territorio a San Rocco

Si è svolta con successo in un San Rocco gremito la conferenza promossa dal Gruppo Pd Assemblea Legislativa delle Marche venerdì 19 ottobre a Senigallia sul tema “GOVERNO DEL TERRITORIO. Città sostenibili, diritto alla casa, sicurezza degli edifici”.

Sono intervenuti per il Pd nazionale Stella Bianchi (responsabile Ambiente, Segreteria nazionale Pd), Roberto Tricarico (Responsabile casa del Pd nazionale), Sergio Gentili (Coordinatore nazionale Forum Politiche ambientali Pd) che si sono confrontati con i rappresentanti delle Associazioni di settore  Claudio Centanni, Presidente Inu Marche, Massimo Ubaldi, Presidente Ance Marche, Marco Bilei, Associazione Antigone (Cna/Cgia Marche). A portare i saluti il Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, in rappresentanza dei Circoli Pd del territorio Paolo Raffaeli.

Molto apprezzata e seguita la relazione introduttiva del consigliere regionale Enzo Giancarli, Presidente IV Commissione Permanente Assemblea Legislativa delle Marche e promotore dell’incontro, così come apprezzato e molto concreto l’interveto di Palmiro Ucchielli, Segretario regionale Pd Marche. A coordinare l’incontro il Segretario provinciale Emanuele Lodolini che ha collocato l’iniziativa all’interno di un percorso avviato dal Pd in provincia volto a ragionare su un nuovo modello di sviluppo per il futuro del territorio.

Il comparto delle costruzioni e dell’edilizia che tradizionalmente ha rappresentato, in Italia, il fattore anticiclico in grado di contribuire alla fuoriuscita dalle fasi recessive e di rilanciare lo sviluppo, mai come in questa crisi sembra essere oggi l’epicentro delle difficoltà nella fuoriuscita dalla crisi e nel rilancio della crescita economica. Oggi è diffusamente avvertita l’esigenza di impedire ulteriore spreco di suolo naturale o produttivo, rilanciando altresì l’obiettivo del recupero e della riqualificazione del patrimonio esistente e della rigenerazione urbana. Il tutto a partire da una necessaria riflessione sull’intera architettura normativa in campo pianificatorio e in materia edilizia, all’insegna di una semplificazione necessaria nel processo di modernizzazione del Paese.

Il PD, inoltre, propone di ricostruire l’Italia partendo dalle città. A tal proposito avanza proposte, per fare città sostenibili, intelligenti, accessibili e inclusive. Le linee strategiche nazionali e locali che il PD propone sono:

– riqualificazione e rigenerazione urbana prioritarie, per ridurre il consumo di suolo naturale e stimolare investimenti anticiclici, con programmi nazionali a sostegno dei progetti delle città, finanziati attraverso specifici fondi immobiliari d’investimento;

– valorizzazione del patrimonio immobiliare statale dismesso condotta insieme da Stato e città, individuando preventivamente i termini progettuali, economici e sociali della loro trasformazione, assegnati con la proprietà del bene ai soggetti attuatori tramite forme ad evidenza pubblica e condividendo vantaggi urbanistici ed economici, evitando la svendita del patrimonio o l’impossibilità di una sua efficace e tempestiva trasformazione, ovvero forzature speculative degli strumenti urbanistici, come avvenuto in passato;

– realizzazione di reti tecnologiche e digitali (smart grid) al servizio di cittadini e imprese, per la mobilità sostenibile, servizi ambientali ed energetici intelligenti, stimolando gli investimenti di operatori pubblici e privati (utility), sulla base di condivise linee strategiche di modernizzazione delle infrastrutture urbane, per reti di città intelligenti;

– rendere permanenti gli incentivi fiscali a favore dei privati che investono nell’efficienza energetica degli edifici, compreso l’incremento del verde multifunzionale urbano, consentendo programmi e progetti più ampi e di medio periodo;

– definire un assetto stabile e coerente con il mercato, delle norme e degli incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili, in sintonia con la pianificazione energetica delle regioni, verso un sistema generativo distribuito;

– allentamento del patto di stabilità interno per i comuni coi conti in regola, consentendo investimenti nell’efficienza energetica degli edifici pubblici, nella loro messa in sicurezza e nella manutenzione e difesa del territorio, liberando risorse per utili piccole e medie opere pubbliche;

– superare la contrapposizione tra Stato e comuni per completare il disegno di un mercato sociale dei servizi pubblici locali, compreso il servizio idrico, senza svendere le aziende pubbliche locali, ma rafforzandone competitività, integrazione, efficienza e adeguando i sistemi di regolazione e controllo pubblico, a favore dei cittadini e dell’ambiente;

– assumere tra Stato, regioni e comuni l’attuazione delle linee comunitarie per la gestione dei rifiuti come priorità nazionale, per un sistema integrato dell’intero ciclo orientato a costruire una società del recupero e del riciclo, per ridurre i rifiuti prodotti e ricavarne materia e risorse, superare le emergenze, migliorando ulteriormente i risultati raggiunti;

– migliorare le prestazioni ambientali delle città sostenendo i Piani per la riduzione delle emissioni (PAES) e la predisposizione di quelli per l’adattamento al cambiamento climatico, coinvolgendo le città nella definizione del relativo Piano nazionale;

– accordi tra stato, regioni e comuni per gli interventi di contrasto al dissesto idrogeologico dei territori, resi più fragili ed esposti con il cambiamento climatico;

– predisporre, con comuni e regioni, un piano nazionale per la mobilità sostenibile e l’accessibilità, puntando alla riduzione nel prossimi 10 anni delle auto circolanti nelle città, estendendo le zone a traffico limitato, la mobilità a zero emissioni, le corsie preferenziali per il trasporto pubblico, le reti metropolitane di area vasta.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura