SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Attività balneari, da Oasi Confartigianato il “no” alle aste pubbliche

Cicconi Massi: "Contro la direttiva Bolkestein, SIB pensi meno alla polemica e più alla categoria"

1.562 Letture
commenti
SenigalliaNotizie.it - Metti il tuo banner
Spiaggia di Senigallia

Ribadiamo il nostro NO alle aste pubbliche per l’assegnazione delle concessioni balneari in conformità a quanto dichiarato con estrema chiarezza nel documento nazionale di Oasi – Confartigianato“, afferma Giacomo Cicconi Massi, responsabile provinciale Oasi Confartigianato, in risposta all’attacco di Sib-Confcommercio.

Il testo non consente equivoci nella sua precisione: si chiede puntualmente alle Istituzioni Italiane di proporre deroghe alla direttiva europea Bolkestein per le PMI balneari. Solo nella “denegata ipotesi” che non si possa ottenere questo risultato e si proceda alle aste pubbliche, allora si chiedono apposite misure di tutela per gli attuali concessionari. A ogni buon conto, gli operatori del settore e i cittadini possono prendere visione dei due documenti, quello di Oasi Confartigianato e quello di Sib-Confcommercio dai rispettivi siti online e trarre le proprie considerazioni.

In risposta alle stigmatizzazioni di Sib-Confcommercio, ci limitiamo perciò a osservare la coerenza del nostro operato.

Quanto alle illazioni proposte da Sib-Confcommercio, ovvero che vi sia malcontento nel nostro sindacato e che noi facciamo “figli e figliastri”, ci pregiamo di rammentare che proprio dagli strappi interni a Sib-Confcommercio  è confluita gran parte dei nostri associati che nei servizi di Oasi hanno trovato un punto di riferimento stabile (e non “miraggi”); che il nostro presidente Mussoni non è “proprietario” della concessione su cui insiste la sua attività come SIB-Confcommercio erroneamente afferma e i documenti lo dimostrano; che Sib-Confcommercio dimostra di non essere concentrata sulla propria mission vista la sua pervicacia nell’insistere su cifre, percentuali, confronti continui tra associazioni a chi ha più o meno soci dell’altra.

Puntualizzato questo, Cicconi Massi conclude con  l’invito di Oasi Confartigianato: quello di pensare piuttosto agli interessi della categoria e dare vita in forma unitaria ad azioni condivise e di lotta contro la Bolkestein nell’interesse dei nostri associati. “Questo è il nostro dovere“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura