SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Botta e risposta sul volantino al “Perticari” di Senigallia: Liverani chiede scusa

"Apprezzo la replica di Albani, ma gli chiedo maggior controllo del personale"

1.400 Letture
commenti
Liceo Classico G. Perticari - Senigallia

Finalmente qualcuno che risponde! Bene, prendo atto della cortese e civile replica del Preside Alfio Albani, non ne condivido però tutti i contenuti, specialmente quando si usano i toni del “passare alle vie legali” che reputo essere senza senso. Comunque il Sig. Alfio Albani è libero di fare quello che meglio crede senza nessun problema. Al sottoscritto invece interessa replicare civilmente senza adire vie, piazze o vicoletti.

Egregio Sig. Albani mi permetta di dirLe che in parte apprezzo la sua replica e in parte non la condivido. Come già avevo scritto, ma forse Le è sfuggito, conosco le regole e sono io il primo a rispettarle. E le regole ovviamente valgono per tutti. Lei giustamente mi dice che mai ha autorizzato affissioni di altro genere, e io di sicuro non ho motivo di non crederLe, ma aggiunge che: “Se poi si fosse verificato che materiali di propaganda siano stati affissi senza autorizzazione negli spazi della scuola ciò è riconducibile alla illecita azione di taluni, ma in nessun caso riconducibile ad autorizzazioni”.

Le chiedo scusa, prendo atto che non ci sono state autorizzazioni da parte Sua, ma essendo lei il rappresentante legale della Scuola che dirige, a chi spetta il controllo? Questo era il punto del mio intervento.

Penso che il controllo spetti a Lei come a tutto il personale che Lei dirige. Queste sono cose purtroppo, che quando avvengono, lasciano sempre l’amaro in bocca, specialmente tra i ragazzi che, se vedono che ad alcuni non viene detto nulla e a loro si, non la prendono in maniera sportiva.

Infatti se riguarda con più attenzione il volantino in questione, non vi è nessun simbolo partitico e non era intenzione dei ragazzi operare nessun tipo di reclutamento di adepti, ma porre maggiore attenzione, nonostante la circolare, ad una problematica per loro ritenuta importante.

Per quanto poi riguarda tutto quello da Lei scritto su cosa ha fatto in classe, Le posso confermare che i ragazzi me lo hanno tranquillamente raccontato e senza polemica alcuna, hanno però lamentato il fatto che nessuno nel passato, abbia tolto dei manifesti affissi con illecita azione da parte di “alcuni””

Anche qui Sig. Albani, converrà con me che è difficile per i ragazzi, quando vedono queste cose, non commentare criticando.
Le dico inoltre che non ho bisogno di vedere la Sua circolare in quanto non ho motivo di non crederle, l’unica cosa che invece mi interessa è che venga sempre svolta un’azione di controllo proprio per non creare malintesi e altro, perché i ragazzi, essendo giovani, giudicano quello che vedono e non possono sapere cosa c’è invece dietro “le quinte”, non possono pensare che non ci sia stata autorizzazione se vedono affissi dei manifesti, penso che questo Lei lo possa capire tranquillamente.

I ragazzi in questione, che comunque sono stati molto sereni nel raccontarmi l’episodio, lamentavano solamente il fatto che a loro non era stato permessa l’affissione di un manifesto, senza per altro nessuna colorazione politica, mentre nel passato ne avevano visti affissi altri…tutto qui.

di Marcello Liverani
Segretario Fiamma Tricolore di Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura