SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Costa del Molino standard

Successo nei primi giorni dell’esposizione de La Madonna di Senigallia alla Rocca

Oltre 6.000 visitatori hanno già visitato la mostra "La Luce e il Mistero"

La Madonna di Senigallia, il celebre dipinto su tavola realizzato da Piero della Francesca tra il 1470 e il 1485Ben 5.518 visitatori innove giorni, dal 18 al 26 giugno, rispetto ai 2.108 dello stesso periodo del 2010. Se a questi si aggiungono le centinaia di persone presenti il giorno dell’inaugurazione (ad ingresso gratuito) si superano le 6.000 presenze (+200% rispetto alla settimana analoga del 2010).

E’ iniziato con un eccezionale successo di pubblico alla Rocca Roveresca di Senigallia lo straordinario evento espositivo “La Luce e il Mistero”, che ha riportato il capolavoro di Piero della FrancescaLa Madonna di Senigallia” nella città che lo ha custodito per secoli, all’interno della Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

In tanti hanno voluto ammirare il celebre dipinto, uno degli esiti più alti del nostro Rinascimento, che l’intervento di restauro effettuato dall’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro di Roma ha restituito al suo originario splendore.

Intanto è iniziato il ciclo di incontri, eventi collaterali che accompagnano la mostra e lunedì 4 luglio (ore 18,15), nel Cortile della Rocca Roveresca, è previsto l’incontro ’La Madonna di Senigallia in giallo’, con Vincenzo Olivieri, giornalista, e Gabriele Barucca della Soprintendenza di Urbino.

Una delle sale espositiveI relatori ricorderanno il clamoroso furto  alla Galleria Nazionale delle Marche di Urbino nel 1975, quando il dipinto fu trafugato insieme ad altri capolavori assoluti, come “La Muta” di Raffaello.

Sabato 9 luglio (ore 18,15), sempre nel Cortile della Rocca, il Direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci terrà la Lectio Magistralis “Il prodigio della luce nella Madonna di Senigallia di Piero della Francesca”, viaggio alla scoperta dei significati di una delle espressioni più alte della civiltà artistica italiana del ’400.

Dipinto su legno di noce, piccolo per dimensioni ma monumentale per impatto artistico e emotivo, raffigura una Madonna stante con il divinus puer in braccio, affiancata da due angeli. La scena, estremamente composta, è ambientata in un discreto interno domestico quattrocentesco, caratterizzato in particolare da un fascio di luce che lo illumina alle spalle dei personaggi.

Secondo la versione più accreditata, la tavola sarebbe stata commissionata da Federico da Montefeltro in occasione del matrimonio di sua figlia Giovanna con Giovanni della Rovere, signore di Senigallia, celebrato nel 1478.

L’opera è un tassello di fondamentale importanza per ricostruire le vicende artistiche del suo autore, poiché attesta un momento di sperimentazione che ha determinato il passaggio dalla pittura a tempera a quella ad olio, su ispirazione dei pittori fiamminghi, come Jan Van Eyck, all’epoca noti nelle corti di Ferrara, poi ad Urbino.

E proprio ad Urbino il dipinto fu trasferito per motivi di sicurezza nel 1917. Da allora “La Madonna di Senigallia” è una delle gemme più preziose della Galleria Nazionale, ospitata nel Palazzo Ducale, dove tornerà dopo la chiusura della mostra senigalliese, prevista il 10 luglio.

In quel giorno si concluderà anche un altro importante evento espositivo, “Vita del pittore Bastari di Mario Giacomelli, che ha aperto il lungo percorso di iniziative “M’arcord Mario. I luoghi, i volti e le parole di Mario Giacomelli”.

E’ il grande omaggio che Senigallia ha voluto tributare ad uno dei suoi figli più  illustri, vero Maestro della fotografia italiana. L’allestimento, realizzato in collaborazione con la Galleria Arearte, proprietaria dell’intera collezione dedicata al pittore Bastari, ripercorre la mostra, ideata da Achille Bonito Oliva e curata da Eduardo Cycelin, già allestita nel 2003 nel Museo di Capodimonte di Napoli, che proponeva il ciclo di 105 fotografie,comprese le 69 fino ad allora inedite e messe a disposizione dall’archivio Pambianchi.

Apertura: 18 giugno – 10 luglio 2011, tutti i giorni, con orario continuato dalle 8.30 alle 19.30.

Ingresso:
intero 3 euro
ridotto 1,50 euro
gratuito per minori di 18 e over 65 anni

Infowww.madonnadisenigallia.it

Alessandro Piccinini
Pubblicato Martedì 28 giugno, 2011 
alle ore 8:23
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura