SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Colpo nella gioielleria Sarni Oro: bottino da migliaia di euro

Auto in fiamme e tronco d'albero in strada per guadagnare tempo sulle forze dell'ordine

3.226 Letture
commenti
US Pallavolo Senigallia: corsi volley e minivolley 2019/2020 per tutte le età
carabinieri

Quella che era un’ipotesi è divenuta una certezza: l’auto date alle fiamme era un diversivo dei malviventi per guadagnare tempo sulle forze dell’ordine e poter agire indisturbati nella gioielleriaSarni Oro.

Il blitz è stato messo a segno da una banda di professionisti nella notte a cavallo tra il 12 e 13 settembre e curato nei minimi dettagli . Non solo la vettura: i ladri avevano posizionato un grosso tronco  allo scopo di ostruire il passaggio dalla Statale sulla Strada della Bruciata.

L’assalto alla gioielleria è avvenuto in concomitanza del rogo: cinque persone con tute da lavoro e viso occultato dal passamontagna hanno sfondato con un grosso tubo di acciaio la vetrata di fianco alla porta girevole del Centro Commerciale: una volta entrati hanno raggiunto Sarni Oro e forzato la saracinesca, che si affaccia sulla galleria; subito è entrato in azione il nebbiogeno collegato all’antifurto.

I cinque banditi, armati di mazze, due della quali sono state abbandonate sul posto, hanno sfondato sei vetrine per prendere i gioielli esposti, il tutto in circa tre minuti, ovvero prima che il negozio si riempisse di nebbiogeno rendendo impossibile vedere e respirare.

I banditi avrebbero provato anche forzare i cassetti, al cui interno era presenti altri monili, ma essendo bullonati  non sono riusciti ad aprirli. Il bottino non è ancora stato stimato definitivamente ma si tratterebbe di qualche decina di migliaia di euro.

I carabinieri, arrivati sul posto, hanno acquisito i filmati delle telecamere da cui hanno potuto visionare i ladri in azione. E’ probabile che la banda fosse composta da due distinti gruppi: mentre i ladri entravano in azione, i complici hanno incendiato l’auto che è risultata essere non rubata ed intestata ad un uomo del nord Italia. Le indagini sono in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Senigallia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!