SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Stupro e stalking: un 24enne in manette

Vittima una giovane 28enne residente a Senigallia, picchiata e costretta a subire rapporti sessuali

5.864 Letture
commenti
Fabbri Infissi - Blindate Dierre - Bonus fiscale per infissi, porte e cancelli
Controlli dei Carabinieri di Senigallia

E’ un 24enne marocchino il giovane arrestato dai Carabinieri di Senigallia per stupro e stalking nei confronti di una 28enne residente nella spiaggia di velluto.

L’arresto è avvenuto nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 agosto, dando esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere nei confronti di un residente a Marotta di Mondolfo, per violenza sessuale e atti persecutori, aggravati per aver commesso il fatto nei confronti di persona alla quale era stato legato da relazione affettiva. Il provvedimento è stato firmato dal GIP del Tribunale di Ancona, su richiesta della Procura della Repubblica di Ancona.

I due avevano avuto una relazione, durata circa nove mesi: si erano conosciuti nell’estate 2014 in un locale a Marotta. Ai primi di maggio 2015, dopo che la relazione era terminata da tempo, i due si erano recati nella casa di campagna di un loro conoscente a Trecastelli. E lì è avvenuto il primo episodio di stupro. Dopo alcune effusioni, la donna si è accorta che lui stava videoregistrando col telefonino il loro incontro, e ha chiesto di essere riaccompagnata a casa. Lui, dopo averla fermata, minacciata e colpita con schiaffi e pugni, le ha messo le mani al collo per soffocarla chiedendole di fare tutto quello che diceva lui con la minaccia che nessuno sapeva dove erano. Dopo aver riposizionato il cellulare e azionato la videocamera, ha iniziato a spogliarla e l’ha costretta a subire un rapporto sessuale. Ma terminato lo stupro, l’ha ripresa a picchiare con calci e pugni su tutto il corpo. Solo dopo varie insistenze era riuscita ad ottenere di essere riaccompagnata a casa.

Nei giorni successivi l’indagato aveva ripetutamente minacciato di divulgare il video fatto con il cellulare, di fare del male alla figlia o all’ex marito se la donna non avesse continuato la relazione con lui. Poi, con una scusa. era riuscito a convincerla ad accompagnarlo presso la sua abitazione a Marotta dove l’avrebbe fatta assistere alla cancellazione del video. Cosa poi non avvenuta. Anzi. Entrata nell’appartamento di lui, l’indagato l’ha costretta con percosse e minacce ad ingoiare una pillola e, mentre la vittima era stordita e piangeva, lui l’ha forzata contro la sua volontà a un ulteriore rapporto.

Le indagini, condotte dai Carabinieri di Senigallia e dirette dalla Procura della Repubblica di Ancona, sono partite a maggio dopo la querela della vittima: i militari hanno raccolto informazioni testimoniali, le registrazioni telefoniche prodotte dalla 28enne attraverso il suo difensore di fiducia e hanno effettuato una perquisizione a casa dell’indagato recuperando il telefono cellulare indicato dalla vittima e utilizzato per registrare il video.

Nel provvedimento cautelare è contestato all’indagato anche il reato di stalking perché durante la relazione sentimentale, ma anche dopo che la donna gli aveva comunicato di voler interrompere ogni rapporto affettivo con lui, con condotte reiterate, ha molestato con telefonate, SMS, pedinamenti, appostamenti davanti al luogo di lavoro, minacciato e usato violenza nei confronti della giovane cagionandole un perdurante e grave stato di ansia e di paura e un mutamento delle abitudini di vita, costringendola a non vedere più il padre di sua figlia ed ingenerando un fondato timore per l’incolumità propria e dei suoi familiari.

Il ventiquattrenne marocchino è stato localizzato in un appartamento a Marotta: gli è stato notificato il provvedimento cautelare ed è stato associato alla casa circondariale di Ancona Montacuto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura