SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

I garibaldini della zona condannano la situazione a Gaza

Chiesto immediato cessate il fuoco

2.065 Letture
commenti
Senigallia Concerti 2023/24 - Trio Chagall - 14/01/2024

Il gruppo dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini “Pierluigi Mastrucci” del comune di Barbara, regolarmente convocato mercoledì 28 dicembre in presenza o in via telematica per il tradizionale incontro di fine anno e un confronto sul tragitto percorso e da percorrere, ha deciso con un consenso unanime, di concerto con il responsabile del gruppo nonché ex sindaco, Raniero Serrani, e il segretario Ettore Baldetti, alla presenza del presidente della sezione di Castelbellino Alberto Cingolani, di cogliere l’occasione per formulare un indirizzo di solidarietà con le vittime innocenti del sanguinoso conflitto mediorientale e di tutte le altre guerre in atto nel mondo.

Il testo approvato così recita:
“coerentemente con i principi costituzionali e con il motto “Per la libertà dei popoli” riportato nella bandiera sezionale, in merito alle tante guerre in atto nel mondo e in particolare ai sanguinosi sviluppi dell’operazione militare in corso nella Striscia di Gaza, già causa della morte di 167 soldati israeliani e circa 21.000 palestinesi, dei quali circa 7000 miliziani e 13000 innocenti fra cui migliaia di bambini, pur condannando la barbara efferatezza dell’azione terroristica del 7 ottobre u.s., con circa 1200 morti israeliani, parimenti innocenti e in parte minorenni, interpretando e sostenendo i desiderata della presidenza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, dei parenti dei 129 ostaggi israeliani probabilmente ancora vivi e di quanti in Israele si oppongono all’attuale politica governativa,
nel chiedere ai responsabili
un immediato cessate il fuoco per permettere un adeguato accesso degli aiuti umanitari e riflettere sui motivi più o meno lontani scatenanti la violenza – nel caso specifico il destino dei “territori occupati” risalenti almeno a 56 anni fa o i 400.000 coloni israeliani ivi insediati contro lo spirito degli accordi di Oslo fra 1993 e 1995 –, scongiurando così la trasformazione di un’irrazionale carneficina in uno spietato genocidio per il popolo palestinese e in generale per tutte le comunità militarmente oppresse, auspica che analoghe iniziative pacifistiche, già diffusamente in atto, siano altresì intraprese da tanti altri enti e associazioni in modo che il grido di protesta sorga dalla società civile irradiandosi in tutto il mondo per via telematica.

Nella foto: la bandiera della sezione alzata di fronte al Monumento dei Caduti di Ostra Vetere, il 4 novembre 2021, in occasione del centenario del Milite Ignoto e del 200° anniversario della nascita di Luigi Mercantini.

Pubblicato Venerdì 29 dicembre, 2023 
alle ore 11:26
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura