SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Macelleria da Vinz - Carne di alta qualità a Senigallia (AN)

Alimenti in scadenza gratis per bisognosi: presentato a Senigallia il progetto “Recupera”

Finanziata con 50mila euro la proposta di Terre Marca Senone, Stracomunitari, Caritas, S. Vincenzo, Fondazione Città Senigallia

2.528 Letture
commenti
Presentazione progetto "Recupera"

Presso la sede dell’Associazione Stracomunitari in Via Cellini 1, a Senigallia, conferenza stampa di presentazione del progetto “Recupera”.

Questo è il nome della proposta presentata dall’Unione dei Comuni Le Terre della Marca Senone al Bando regionale di selezione di progetti di recupero e distribuzione gratuita di prodotti alimentari (L.R. 32/2017), in collaborazione con l’Associazione Stracomunitari, Fondazione Caritas, Società di San Vincenzo de Paoli e la Fondazione Città di Senigallia.

La proposta, che ha ottenuto il finanziamento di € 50.000 circa si pone tre importanti obiettivi:

– aggiungere alle attività attuali (gestione del fresco e del secco) quelle relative alla intercettazione, raccolta, stoccaggio e distribuzione di prodotti alimentari da frigorifero in scadenza

– dotarsi di uno strumento gestionale (software) per favorire l’interscambio di informazioni sulla disponibilità di alimenti in scadenza e la domanda dei nuclei familiari

– sviluppare e consolidare la rete dei soggetti che a vario titolo possono concorrere a recuperare le eccedenze alimentari e distribuirle.

La lotta agli sprechi alimentari non è soltanto una questione umanitaria e ambientale (obiettivo 12 dell’Agenda 2030). In questi ultimi anni è diventata anche una urgenza per moltissimi italiani. Secondo l’indagine di Facile.it, commissionata agli istituti mUp Research e Norstat, ormai quasi un italiano su due (46,9%) compra solo prodotti in offerta, il 25,8% cambia ogni volta supermercato pur di inseguire le promozioni e 9,3 milioni hanno iniziato a fare la spesa solo nei discount. Fa riflettere vedere che ci sono 5,3 milioni di persone (12,1% del campione) che, per risparmiare, acquistano solo alimenti prossimi alla scadenza perché in sconto; il dato diventa ancor più preoccupante se si considera che la percentuale di chi adotta questo comportamento è quasi raddoppiata rispetto al 2018 quando era pari “solo” al 6,9% del campione intervistato. Le statistiche ci dicono, inoltre, che sono in aumento le situazioni di fragilità e di povertà alimentare, ossia lo scarso accesso a cibo di qualità, variegato con contenuti nutrizionali adeguati.

Presentazione progetto "Recupera"Pertanto, data la situazione, i soggetti proponenti sono portati a credere che bisogna intervenire immediatamente ed in maniera coordinata e strutturata. Coordinata perché, oltre a ritenere necessaria la collaborazione stretta tra Enti, imprese fornitrici ed ETS sul fronte dell’aiuto alle famiglie in difficoltà, è importante poter includere nella raccolta tutti quei beni che appartengono alla ‘catena del freddo’, oggi esclusi dal ‘paniere’ per mancanza di attrezzature idonee a disposizione delle organizzazioni impegnate su questo fronte. Strutturata perché, da un lato, non esiste un’informazione efficiente ed efficace sulla disponibilità degli alimenti in scadenza e, dall’altro, quella che è la domanda potenziale dei nuclei in difficoltà; ma non esiste neanche un qualunque tipo di monitoraggio di quanto si offra attualmente ai nuclei familiari, nonché una valutazione dei benefici dell’aiuto nel tempo. D’altra parte, tutto ciò sarebbe riparabile solo se le attività appena descritte fossero almeno dotate di un sistema informativo dedicato condiviso tra tutti (data base).

“Uno dei campi di azione individuati dal progetto – sottolinea l’Assessora Petettaè rappresentato dal coinvolgimento delle giovani generazioni, protagonisti fondamentali di un’azione di sensibilizzazione che, unitamente alla scuola e alle famiglie, può gettare le basi su una cultura appropriata del cibo, del suo consumo e della sua conservazione e recupero; e questo apre spiragli informativi anche sul possibile impatto sull’ambiente e sulle risorse naturali”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno