SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Ottica Casagrande Lorella - Ottica a Senigallia

“Viale dei Pini, intervenire celermente senza abbattere!”

Diritti al Futuro: "Se vogliamo pini ben conformati dobbiamo valutare attentamente le conseguenze di ogni disturbo"

1.411 Letture
commenti
Asfalto rovinato dalle radici lungo viale dei Pini

Nelle foto qui allegate, vediamo le radici del Pino Domestico (Pīnŭs pīnea) emergere sempre di più dal piano stradale, nello spazio di un anno l’asfalto si è sempre più spaccato creando pericolo soprattutto per i ciclisti costretti ad evitare dossi e crepe con rapidi e pericolosi spostamenti.

Invitiamo l’Amministrazione Comunale ad intervenire celermente se non si vuole che il tratto del V.le dei Pini, tra via Mercantini e via degli Oleandri diventi impraticabile come il v.le A. Garibaldi.

Ma attenzione, assessora Campagnolo come intervenire? Una leggenda metropolitana molto diffusa nel suo assessorato definisce i pini mediterranei come alberi con radici molto superficiali e incapaci di una buona stabilità, alberi pericolosi ma la letteratura ci dice, almeno in termini generali, che convivere con un pino è meno “pericoloso” che convivere con altre specie arboree in quanto proprio nel pino domestico, c’è un vigoroso sviluppo tanto del fittone che delle radici fascicolate.

Il problema è questo: come viene trattato nel tempo il pino? I pini che cadono hanno generalmente subito decenni diViale dei Pini danneggiato dalle radici degli alberi disturbi sovente arrecati da interventi umani: calpestio, fresature delle pavimentazioni, scavi, potature sconsiderate … Insomma, più del cedimento in sé dovrebbe stupire quanto i pini siano in grado di sopportare prima di cedere! In questo contesto, nel tratto del v.le dei Pini, l’effetto dell’asfalto spaccato, si presenta per la prima volta; ne consegue che necessiti una attenta e consapevole manutenzione. La letteratura suggerisce, su impianti esistenti, di elevare il piano di campagna, “annegando” le radici corda in miscele di sabbia e ghiaia più o meno stabilizzate. Se vogliamo pini ben conformati, sani e stabili dobbiamo lasciare in pace le radici o, comunque, dobbiamo valutare attentamente le conseguenze di ogni disturbo.

La paura persistente e ingiustificata degli alberi e di tutto ciò che è in relazione con loro viene definita “Alberofobia” (che ha dimostrato l’assessora in diversi interventi di taglio di alberi protetti e, spesso, sani). Ci auguriamo che, in questo caso, non si manifesti ma si trasformi nella volontà di conoscere, informare e prevenire non di abbattere.

Diritti al Futuro
Pubblicato Martedì 27 giugno, 2023 
alle ore 11:11
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno