SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Affinché resti ai posteri memoria… Anche i simboli contano…

Sarà apposta una nuova lapide in via Perilli per indicare il livello raggiunto dall'alluvione del 15-16 settembre 2022

2.362 Letture
commenti
Epigrafe livello raggiunto dall'alluvione 2022 agli ex Magazzini Generali di Senigallia

Il prossimo sabato 13 maggio alle ore 16,30, a quasi 8 mesi dell’alluvione del 15-16 settembre 2022, sarà apposta sul pilastro d’ingresso da via Perilli n. 22 al cortile interno degli ex Magazzini Generali una nuova lapide in marmo per indicare il livello della recente alluvione del 15-16 settembre 2022.

Perché le pietre parlano e fra qualche decennio o fra qualche secolo saranno una testimonianza tangibile di quanto accaduto nella notte fra il 15 e il 16 settembre.

Hanno assicurato la presenza il Sindaco di Senigallia, avv. Massimo Olivetti, e l’Assessore ai Lavori Pubblici ing. Nicola Regine. Saranno presenti il prof. Giuseppe Santoni e Rossano Morici, autori del libro Misa amaro, il dr. Paolo Formiconi e Gianluca Quaglia, autori del libro Il Ponte del Corso.

L’inizio della breve cerimonia è previsto per le ore 16,30.

Alluvione 2022 agli ex Magazzini Generali di SenigalliaPer le foto dobbiamo ringraziare il fotografo Sestito Francesco che le ha scattate il 16 settembre 2022 verso le ore 11,30-12,00 e ce le ha gentilmente concesse. Sestito ha calcolato il livello raggiunto dalla piena, misurando il segno di 57 cm dell’acqua fangosa sulla scrivania della sede dei bersaglieri che stavano pulendo la loro stanza, a cui ha aggiunto l’altezza dello scalino di 27 cm per entrare nella sede della loro Associazione. Quindi il livello massimo raggiunto dell’acqua all’ingresso del cortile interno degli ex magazzini generali è stato di 84 cm.

Confronto alluvioni 1897 e 2022 agli ex Magazzini Generali di SenigalliaNon siamo in grado di dire perché il livello della fiumana del 15-16 settembre sia risultato più alto di quello del 1897. Forse è da attribuire alla presenza del nuovo Ponte degli Angeli dell’8 dicembre, ma sembra più probabile, come ha sostenuto Francesco Sestito con tanto di foto dimostrativa, che il livello sia cresciuto in quel punto per la grande presenza di tronchi trasportati dall’acqua di piena che hanno ostruito il ponte della ferrovia e che hanno tappato anche il sottopasso ferroviario fra via Perilli e via Bovio.

Alluvione 2022: Misa ostruito da tronchiQuanti vogliono, potranno essere presenti alla breve ma significativa cerimonia.
Una seconda memoria lapidea sarà apposta nei giorni successivi al Molino della Marazzana. Sarà data ulteriore comunicazione per questo secondo evento.

 

Commenti
Ci sono 2 commenti
Alberto Diambra 2023-05-12 04:03:16
Gli abitanti via Adige,Via Tevere zona Peep Misa di Senigallia,attendono la lapide in marmo in quanto il livello d'acqua esondata è stata di mt.2,05 e,magari apposta in mezzo al fango che ancora circonda le loro abitazioni , Il motivo di tanta acqua e fango è che per costruire a ridosso del Misa ,le Amm.ni Angeloni,Mangialardi hanno pensato bene di elevare la zona di mt.1,80 cm. e,il risultato si è visto il 15.9.22.
Glauco G. 2023-05-12 08:59:51
Andrò fuori tema ma....Vista la posizione...forse è più plausibile che, in questo caso, in questo punto, il problema sia il ponte della Ferrovia...di certo...se il ponte della Ferrovia ha contribuito ad un innalzamento del livello dell'acqua (causa barriera di tronchi)....allo stesso modo il ponte degli angeli ha causato lo stesso problema (secondo me ...causa errata progettazione del ponte). Dal giorno 1 che scrivo e dico (amici - parenti- anche sconosciuti) che il ponte era progettato malissimo (personalmente anche a livello estetico). Un orrore dell'ingegneria...è un ponte che ha un livello di progettazione scolastica...quasi una trave semplicemente appoggiata su due "fulcri" zero sforzo progettuale. Ma tanti danni visto che la quota di progetto secondo me è errata. I parapetti sono errati...la “curvatura” è errata...insomma...a conti fatti....un disastro. Capisco che non si può buttare giù e rifarlo ma andrebbe sicuramente migliorato (purtroppo ..sempre secondo me.. puoi solo alzare la quota del piano di appoggio del ponte e raccordare il tutto al meglio possibile). Esteticamente ..personalmente è orrendo oggi e sarà orrendo pure domani...ma è un mio pensiero personale. Questo è il risultato di quando si vogliono fare le cose in poco tempo solo per dimostrare che il partito di turno è bello e bravo. Preferisco aspettare qualche mese ma vedere un progetto serio e migliorativo che creare “strutture” come quella.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura