SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

5 migliori marcatori della storia della nazionale italiana

Parliamo di Alessandro Del Piero, Roberto Baggio, Silvio Piola, Giuseppe Mezza, Luigi Riva

1.973 Letture
commenti
Pallone da calcio - photo by Pixabay

Il calcio è sempre stato l’orgoglio nazionale dell’Italia e Squadra Azzurra ha sempre cercato di mostrare la massima classe in tutti i tornei e campionati a cui ha preso parte.

Nella sua storia, la nazionale italiana di calcio è diventata 4 volte campione del mondo nel 1934, 1938, 1982 e nel 2006. Sfortunatamente, la squadra ha saltato gli ultimi due Mondiali nel 2018 e nel 2022, poiché non si è qualificata. Vale anche la pena notare che gli italiani sono diventati campioni d’Europa nel 1968 e nel 2020. In totale, la Squadra Azzurra ha disputato 83 partite ai Mondiali e 45 agli Europei.

Oggi parliamo dei cinque migliori marcatori della storia della nazionale italiana di calcio. Vale a dire di:

– Alessandro Del Piero.
– Roberto Baggio.
– Silvio Piola.
– Giuseppe Mezza.
– Luigi Riva.

Alessandro Del Piero

Durante la sua carriera calcistica, Alessandro ha giocato 91 partite per la nazionale italiana. Durante il periodo in cui ha giocato per la Squadra Azzurra dal 1995 al 2008, il giocatore è riuscito di segnare 24 gol e vincere il Campionato del Mondo nel 2006 e la medaglia d’argento del Campionato Europeo nel 2000.

Del Piero ha esordito nella nazionale italiana nel 1995. A marzo, come parte della squadra, ha giocato la sua prima partita nazionale contro la nazionale estone. La partita si è svolta nell’ambito della qualificazione al Campionato Europeo 1996. Il primo gol di Alessandro in Squadra Azzurra è stato gol contro la nazionale lituana nell’autunno del 1996. L’Italia si qualificò per l’Europeo 1996, e Alessandro giocò solo una partita. In quel campionato, l’italiano non ha segnato gol. 

Nel 1998 Alessandro è stato spesso fischiato dai tifosi, in quanto non è riuscito a segnare un solo gol né nelle qualificazioni né nella parte finale del Mondiale. Ma la situazione è cambiata 2 anni dopo, agli Europei del 2000, Alessandro e la sua squadra hanno raggiunto la finale, dove hanno perso contro i francesi. Del Piero ha segnato 3 gol in quel campionato. 2 anni dopo, nel 2002, ai Mondiali, Alex ha segnato 1 gol e 4 nelle qualificazioni. Durante la qualificazione all’Europeo l’italiano ha segnato 5 gol, ma l’Italia non è riuscita a uscire dal girone nei playoff. Nel 2006, ai Mondiali, ha segnato il gol della vittoria contro i tedeschi. Quell’anno l’Italia vinse i Mondiali. All’Europeo 2008, l’ultimo campionato di Alessandro, lui non ha segnato gol.

Roberto Baggio

Baggio ha giocato 56 partite nella Nazionale Azzurra dal 1988 al 2004 e ha segnato 24 gol. Roberto è giustamente considerato uno dei calciatori più talentuosi e forti di quella generazione. Ciò è confermato dal fatto che nel 1993 Baggio ha ricevuto il più prestigioso trofeo calcistico: il Pallone d’Oro. Nonostante Roberto fosse un attaccante eccezionale, l’Italia sotto la sua guida non ha vinto né la Coppa del Mondo né l’Europeo.

Il debutto del giocatore è stato un’amichevole con la Romania nel 1988. Roberto ha segnato il suo primo gol nella Squadra Azzurra nel 1999 contro l’Uruguay. Inoltre, il giocatore ha segnato altri 2 gol in quel campionato e la squadra ha vinto la medaglia di bronzo. Ai Mondiali del 1994, Roberto ha aiutato la squadra a raggiungere la finale, segnando 6 gol nelle partite di qualificazione e 5 nei playoff. È stata la finale dei Mondiali del 1994 a diventare una giornata buia per l’italiano, poiché nella finale dei rigori post-partita non è riuscito a segnare un gol contro il Brasile e la Squadra Azzurra arrivando seconda vincendo l’argento.

Dopo quel fatidico evento, la carriera di Roberto in Nazionale iniziò a calare. Non è entrato nella domanda per il campionato europeo nel 1996. E ai Mondiali del 1998, Del Piero, in cui l’Italia aveva sperato, lui già giocava nella Squadra Azzurra. Baggio è riuscito a segnare 2 gol in quel Mondiale, che è diventato l’ultimo nella carriera del giocatore per la nazionale.

Silvio Piola

Silvio Piola è il capocannoniere della storia del campionato di Serie A, in Nazionale, Silvio ha disputato 34 partite tra il 1935 e il 1952 ed è riuscito a segnare 30 reti, il che lo rende il terzo capocannoniere della storia della Squadra Azzurra.

Piola giocò la sua prima partita contro l’Austria nel marzo 1935, nella Coppa dell’Europa Centrale, un analogo del campionato europeo, poi il calciatore è riuscito a segnare il suo primo gol in carriera per la nazionale. Vale la pena notare che in quella partita il calciatore segnò una doppietta e l’Italia vince la medaglia d’oro della Coppa. Alla successiva Coppa dell’Europa Centrale nel 1936-1938, Silvio segnò cinque gol, ma il torneo non fu completato a causa dell’Anschluss dell’Austria da parte della Germania.

Ai Mondiali del 1938 Piola prese parte a 4 partite nelle quali segnò 5 gol, il giocatore segnò una doppietta nella finale contro gli ungheresi. Piola ha continuato a giocare per la nazionale fino al 1952, anche se non ha più partecipato ai campionati internazionali.

Giuseppe Meazza

Giuseppe Meazza ha giocato 53 partite con la nazionale italiana tra il 1930 e il 1939. Durante questo periodo, il giocatore è riuscito a segnare 33 gol, il che lo rende il secondo giocatore più produttivo della Squadra Azzurra.

Il giocatore ha iniziato la sua carriera in nazionale nel 1930 all’età di 20 anni. Prima di prendere parte al suo primo Mondiale nel 1934, Giuseppe era già riuscito a segnare 20 gol in diverse partite Coppa dell’Europa Centrale e qualificazione ai Mondiali. In questo campionato, il giocatore ha segnato 2 gol. 

Ai Mondiali del 1938, il giocatore era già stato nominato capitano della nazionale italiana. È anche passato dall’attacco al centrocampo, il che ha ridotto le sue prestazioni. Tuttavia, ha segnato un gol. Dopo che l’Italia ha vinto la seconda medaglia d’oro ai Mondiali, Meazza ha giocato per qualche tempo in nazionale, ma non ha segnato gol.

Luigi Riva

Il miglior marcatore italiano di tutti i tempi Luigi Riva ha giocato per la nazionale dal 1965 al 1973. Durante questo periodo, ha giocato 42 partite e segnato 35 gol. Riva è giustamente considerato il più grande calciatore della sua generazione.

Luigi ha segnato il suo primo gol con la Squadra Azzurra nel 1967 in una partita di qualificazione al Campionato Europeo 1967. In quella partita contro Cipro, Riva ha segnato una tripletta. In tre partite delle partite di qualificazione, il giocatore ha segnato 6 gol, e in finale il giocatore ha segnato un gol contro la Jugoslavia, che è stato un contributo significativo alla vittoria dell’Italia.

Nella qualificazione ai Mondiali del 1970, il giocatore ha segnato 7 gol, e ai Mondiali stessi ha segnato altri 3 gol. Dopo il fallimento ai Mondiali del 1974, quando l’Italia non riuscì a uscire dalla fase a gironi, Riva annunciò la fine della sua carriera in Nazionale.

Puoi scoprire ancora più notizie dal mondo del calcio italiano su Azscore. In questo sito troverete informazioni complete sulle statistiche della nazionale italiana di calcio e dei suoi giocatori. Inoltre, potrai scoprire il punteggio e i risultati delle partite e l’orario delle partite europee domani.

Tutte le informazioni sono fornite dal sito Azscore gratuitamente e non richiedono registrazione. Questo è comodo perchè puoi sempre attivare immediatamente la trasmissione della partita, scoprire i coefficienti o le statistiche, senza perdere tempo extra.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno