SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Assicurazioni Generali - Agenzia di Senigallia - Immagina, vivi, adesso

Scossa di terremoto magnitudo 5.7 e sciame sismico in mare: paura anche a Senigallia

Epicentro al largo di Fano. In corso verifiche per eventuali danni. Chiuse le scuole, sospeso traffico ferroviario

7.286 Letture
commenti
Epicentro terremoto magnitudo 5.7 del 9 novembre 2022

Prime ore della mattinata del 9 novembre segnate dalla paura, e per il momento solo da quella, stando ai primi rilievi dei Vigili del Fuoco che non segnalano per ora danni, a causa di una fortissima scossa di terremoto che alle 7.07 ha avuto origine in mare, 30 km al largo di Fano, a 8 di profondità.

La magnitudo rilevata dall’INGV, Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia, segna 5.7: un dato che di per sè fa capire quanto la scossa di terremoto sia stata avvertita in maniera inequivocabile dalla popolazione di un vastissimo territorio. La costa pesarese e anconetana in primis, ma tutte le Marche si sono svegliate con l’incubo del terremoto. E poi arrivano segnalazioni da Bologna, Ferrara, Roma, Venezia, Padova, Rovigo, Vicenza, Verona, dalla Toscana, dall’Abruzzo, persino dalla Brianza.

Immediato il tam-tam sui social, ancor più rapido delle stime dell’INGV, ufficializzate alla magnitudo 5.7 per la prima scossa, seguita poi nel giro di un’ora da uno sciame che, dopo una punta di magnitudo 4, si è attestato tra il 3.8 e il 2.4, con epicentri sempre localizzati al largo della costa davanti a Fano e Marotta.

A Senigallia e nell’entroterra, ancora feriti dall’alluvione di neppure due mesi fa, comprensibili i momenti di paura vissuti dalla popolazione, da cui arrivano segnalazioni di oggetti caduti da mobili e credenze per l’effetto oscillatorio della prima e più forte scossa di terremoto da 5.7.

A seguito delle scosse di terremoto, al fine di verificare lo stato di agibilità degli edifici scolastici, il Sindaco di Senigallia Massimo Olivetti ha disposto per mercoledì 9 novembre la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Provvedimenti analoghi anche ad Ancona, Jesi, Osimo e in molti altri centri. La circolazione ferroviaria è stata sospesa tra Rimini e Passo Varano sulla linea adriatica e tra Falconara Marittima e Jesi sulla Ancona-Roma per verifiche alla rete.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura