SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mercato immobiliare vivace a Torino: terza città in Italia per chi cerca casa

Poche case rimaste da vendere: si sono iniziati ad alzare i prezzi

Torino

Mercato del mattone a Torino: aumento del +31,5% nelle compravendite e prezzi in rialzo. Negozi che diventano case e milanesi che si spostano nel capoluogo piemontese per dormire. Le vendite totali sono state 36.860: la crescita è impressionante anche sul 2019. Aumenta di molto anche la richiesta di affitti.

Davvero un boom a Torino per il mattone nonostante Covid e chiusure, lo racconta anche il rapporto FIAIP 2021. Il mercato torinese di chi cerca e vende casa ha realizzato nel 2021 un impressionante +31,5% di vendite rispetto al 2020, ma questa crescita è paragonabile anche a quella rispetto al 2019: +20% quando l’epidemia non era ancora “nei nostri piani”. Secondo i dati, Torino è la terza città d’Italia, dopo Milano e Roma, per la vivacità del mercato immobiliare: in totale i passaggi di proprietà sono 36.860. Le vendite di abitazioni 15.224.

E la tendenza che si registra è quella dei milanesi in arrivo: sono sempre di più quelli che optano per spostarsi a Torino per dormire, cercando di affittare alloggi nelle zone vicino a Porta Susa, magari affidandosi per cercare casa a Torino a servizi come Casavo.

Con poche case rimaste da vendere, si sono iniziati ad alzare i prezzi.

Complice anche l’inflazione, con il diminuire delle offerte di vendita a causa dei molti acquisti, sono iniziati a crescere anche i prezzi: in media si parla di un +1,5%, ma nelle zone periferiche come Calcherà, Borgo Vittoria, Aurora, Barriera o Nice Millefonti le cifre sono sostanzialmente stabili, anche in calo in certi casi. Variazioni anche in zona collina:  Borgo Po e Gran Madre vanno oltre il 2% al mq, a Cavoretto si sta poco sotto l’1%. Ma nelle zone centrali di Torino invece si arriva + 3,1%. Le periferie ricominciano ad espandersi. E lo stesso vale per il sud di Torino, dove è in fase di ultimazione la metropolitana in piazza Bengasi.

I negozi, poi, stanno diventano abitazioni: anche il settore delle vendite non residenziali ha mostrato nel 2021 un bel trend di crescita rispetto al 2019 e al 2020. La crescita delle trattative concluse è del 26%. E pure il mercato di garage e box auto è in espansione.

E nel 2022? Le previsioni per Torino sembrerebbero rosee: il mattone resta bene rifugio anche in una fase internazionale che rimane complicata. Ci si attende una crescita ancora maggiore: già ci si muove per cercare case da acquistare nelle aree in cui sorgerà la nuova linea della metropolitana.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura