SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Posizionamento su motori di ricerca

Il rammarico di Maurizio Mangialardi per il trasferimento a Pesaro del CaterRaduno

"Purtroppo non potremo più beneficiare di una vetrina fondamentale che ha portato alla ribalta nazionale la qualità della nostra accoglienza"

Maurizio Mangialardi

“Sono davvero felice che il CaterRaduno resti nelle Marche e faccio i miei complimenti al sindaco Ricci per aver lavorato affinché la nostra regione non perdesse un evento straordinario, capace di coniugare promozione territoriale, divertimento intelligente e spettacoli musicali originali con la riflessione su temi fondamentali come la legalità e la tutela dell’ambiente. Sono certo che, per tutto ciò che rappresenta, il Cater saprà valorizzare la città e le Marche, qualificando ulteriormente il percorso verso l’appuntamento del 2024 che vedrà Pesaro Capitale italiana della Cultura”.

Così il capogruppo regionale del Partito Democratico commenta l’ufficializzazione delle date del CaterRaduno, che si svolgerà a Pesaro il primo week end di luglio.

“Ovviamente – aggiunge Mangialardi – c’è rammarico per l’addio di questa manifestazione a Senigallia dopo oltre vent’anni di permanenza. Anni che hanno scolpito nella memoria di tanti cittadini momenti indimenticabili: dai suggestivi concerti all’alba alle aste di beneficenza di Libera con Don Ciotti, dalle biciclettate ecologiche all’intrattenimento in diretta con la splendida squadra di Caterpillar. L’Amministrazione Olivetti si è colpevolmente disinteressata dell’evento, segnando un’ennesima tappa del rapido declino a cui sembra destinata la città. Anziché impegnarsi per consolidare il fecondo rapporto tra Senigallia e il Cater, hanno permesso a quel legame di sfilacciarsi fino al punto da venir meno. Ma ciò avrà inevitabili ricadute negative sul piano della promozione turistica della città e dei territori circostanti. Purtroppo non potremo più beneficiare di una vetrina fondamentale che ha portato alla ribalta nazionale la qualità della nostra accoglienza, la nostra cultura culinaria, i servizi che hanno permesso alla Spiaggia di Velluto di fregiarsi costantemente della Bandiera Blu, l’eccezionale patrimonio culturale della Città della Fotografia. Davvero un peccato, considerato che negli scorsi anni eravamo riusciti a mantenere la manifestazione anche nei momenti più difficili, convincendo perfino i vertici Rai a recedere dalla loro volontà di mettere in discussione l’evento. L’auspicio è che questo non sia un addio, ma un arrivederci: al meraviglioso popolo del Cater, alla famiglia di Caterpillar e, in particolare, a due grandi amici come Massimo Cirri e Filippo Solibello, che sono anche cittadini onorari della nostra città”.

 

Maurizio Mangialardi
Capogruppo regionale del Partito Democratico – Assemblea Legislativa delle Marche

Commenti
Solo un commento
Glauco G. 2022-03-29 13:36:23
Parliamo dello stesso CaterRaduno che si è schierato palesemente come manifestazione di sinistra? parliamo di loro? della festa dell'unità 2.0? ..se parliamo di loro...allora è normalissimo averla persa e non tovo nulla di strano se sono andati in una città di sinistra...parliamo dello stesso evento dove, uno dei presentatori, ha dichiarato apertamente di non voler fare nulla a Senigallia solo perchè il partito che la governa è di destra? non perchè non poteva fare e dire le cose che voleva...non perchè Senigallia ha vietato qualcosa..non perchè da noi non ci sono più le piazze ma solo perchè il sindaco è di dx (ahahahahahahaha) beh dai....se parliamo della stessa cosa...allora...per 4 luci spente (1 ora) ..2 concerti al tramonto seguiti da 14 persone e un constante declino di spettatori (sia lla radio e sia a Senigallia).... beh...ne faccio volentieri a meno.....ringrazio ovviamente l'evento per aver dato il giusto risalto a Senigallia ma non credo che poteva diare di più di quello che ha già dato..inutile far sopravvivere un moribondo..giusto mandarlo a curare altrove (dagli amici)....grazie amici "compagni" ma il PD vi aspetta altrove hi hi hi hi qui non serviva più (secondo me) questo evento..e non serviva più già da alcuni anni...il problrma non è che oggi abbiamo perso un evento...ma che dovevo erderlo già 2 o 3 anni fa. Ascoltermo (io no di sicuro) i live da Pesaro e sarà sicuramente un successo (non lo dico come battuta)..l'aria nuova fa sempre bene quando gli eventi sono così di nicchia e non spiccano nella massa! Spero solo che non torneranno quando il PD tornerà a governare Senigallia...non serve portare in cas un moribondo..ora sono soldi buttati via. Qui da noi..credo..hanno perso molto del lorro spessore morale..hanno dimostrato di vivere di partito e nulla più...non serve..davvero..non serve una festa dell'unità mascherata da altro.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura