SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Senigallia - Centro ottico e optometrico per il tuo benessere visivo

“Il metodo Olivetti ha fatto cilecca con le società sportive di Senigallia”

"E' evidente che le società sportive non interessino all'amministrazione comunale"

1.936 Letture
commenti
La palestra del Perticari di Senigallia

E’ di questi giorni la notizia che le società sportive che utilizzano le palestre comunali abbiano protestato rumorosamente per il contenuto del nuovo bando che prevede un aumento delle tariffe reali, meglio, riduce lo sconto (attualmente intorno al 90%) di 20-25 punti.

Le società sportive che utilizzano le palestre delle scuole superiori non hanno invece agevolazioni similari perché fanno capo ai singolo Istituti.

Nella decisione del Comune, comunicata a cose fatte (la delibera è dei primi di dicembre ma non è stata sufficientemente pubblicizzata) ci sono un paio di errori marchiani che occorre evidenziare.

Innanzitutto c’è la questione di metodo. Le società non sono state coinvolte nel processo decisionale spiegando le motivazioni (destinazione del maggior introito alle altre società meno fortunate o a manutenzioni? Contributi per i costi di igienizzazione imposti dalle federazioni ed assai onerosi?). D’altra parte, che la nuova Amministrazione non abbia in considerazione lo sport (e più in generale le rappresentanze) lo dimostra anche la mancata attivazione della Consulta dello Sport a 14 mesi dall’insediamento.

In secondo luogo il periodo di riferimento del bando che va dal 1° gennaio 2022 al 31 agosto 2023. Poiché gli sport che utilizzano le palestre hanno quasi tutti l’anno agonistico che va da luglio a giugno ed il regime straordinario sarà portato in estate, sarebbe stato meglio prorogare le concessioni in essere ed in primavera proporre il nuovo bando dando la possibilità di allargare anche il numero delle società richiedenti.

In terzo luogo è stata citata una normativa che potenzialmente ridurrà gli orari disponibili perché considera prioritario l’utilizzo, da parte della scuola, di spazi extra-curriculari per attività sportive. Con i gruppi sportivi previsti dalla riforma dello sport e qualche preside/docente intraprendente lo spazio per le società sportive potrebbe veramente diminuire drasticamente senza investire in nuove strutture polivalenti (e sarebbe anche ora farlo!).

Ancora una volta l’Amministrazione conferma la sua strategia di decidere le cose segretamente invece di dichiarare i propositi e poi, ma solo poi, lavorare in silenzio ed in questo modo presta il fianco anche a spinte centrifughe che lasciano sullo sfondo i veri obiettivi dei protagonisti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura