SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Senigallia - Centro ottico e optometrico per il tuo benessere visivo

“Molto colorati gli ombrelli sospesi, ma il 25 novembre è arancione!”

"Ci permettiamo un ripasso su simbolismo e lessico..."

1.734 Letture
commenti
Ombrelli

L’allestimento di Corso 2 Giugno con pittoreschi ombrelli, riferito alla usanza sorta ad Agueda e creato con l’obiettivo di portare gioia e colore in città, mal si concilia con quanto scritto nel comunicato stampa ad opera del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia che lo lega, tra l’altro, in modo raffazzonato, anche con la ricorrenza del 25 novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.


Ebbene, già nutrivamo dubbi in merito alla scelta dell’assessora Petetta alle Pari Opportunità, per alcune “uscite di senno” poco appropriate al ruolo come la proposta sulla festa dell’uomo e la rievocazione del 25 novembre con un presentatore-moderatore, di indubbia fama locale e professionalità, ma forse non la miglior scelta possibile.

Nel tempo passato, due anni fa, il mese di novembre era dedicato ad iniziative in collaborazione con le diverse associazioni femminili del territorio, quando esisteva il Consiglio delle Donne ed un’assessora più presente nel ruolo; c’era pure un calendario con eventi di vario tipo, la visione di film dedicati in cui venivano coinvolte le scuole superiori cittadine ed infine, nella data del 25 novembre, si svolgeva un flash mob in piazza Roma.
Dopo l’operazione nostalgia che vorrebbe risvegliare un ravvedimento, ci permettiamo un ripasso sul simbolismo e sul lessico.

Il colore che identificava il mese di novembre era l’arancione.

OmbrelliSuggerisco caldamente a FdI e a Petetta di leggere Wikipedia (poche righe…) alla voce Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Ivi si spiega che il colore arancione è il colore identificativo della campagna Sixteen Orange Days, promossa dall’Unesco, cui il nostro poco attivo comune sui diritti civili avrebbe potuto aderire. Magari codesti ombrelli li potevate scegliere soltanto del colore arancione e costruirci qualche evento di promozione civile.

Aggiungiamo che in Italia il colore esibito è il rosso.

Proposta festa dell'uomoConoscerete sicuramente (spero) l’installazione con le scarpe rosse, dell’artista messicana Chauvet ispirata all’omicidio della sorella per mano del marito e alle donne rapite stuprate ed assassinate in Messico. Anche da noi ci sarebbe una panchina rossa dedicata che si trova nell’aiuola a destra della Chiesa di Santa Maria della Neve.
Bene, ora passiamo al lessico. Dopo aver spiegato in relazione alla scelta dell’ombrello quale da protezione civica verso le donne, leggiamo come la violenza sulle donne non conosca confini nazionali né tantomeno confini di razza. Veramente la parola razza è obsoleta nei paesi civili, forse la usate solo voi.

Suggerisco la lettura di articoli e citazioni di Luigi Luca Cavalli Sforza, genetista, che dichiarò l’inconsistenza di tale termine e la lettura di un manuale di antropologia in cui potrete apprendere la genesi di tale termine legata ad retaggio coloniale, utile per distinguere e dominare le tribù.

Gentile Assessora, Lei non crede per nulla a tutte le manifestazioni che vogliono sensibilizzare alla ripulsa della violenza sulle donne. Forse le è stata ricordata. Il concorso fotografico, unica iniziativa proposta, è una maldestra pezza che non copre per nulla l’assenza di qualsivoglia interesse verso l’eliminazione della violenza contro le donne. Se poi voleste giustificare gli ombrelli sospesi solo per abbellire la città per gli Orange Days attendiamo con sgomento le luminarie natalizie (visto quanto accaduto a Civitanova con le palme Hot)!

Patrizia Pasquali
Diritti al Futuro

Commenti
Ci sono 3 commenti
Glauco G. 2021-10-29 10:58:18
Ma davvero contestate il colore degli ombrelli? ma che spessore politico avete? a ME è bastato che un articolo abbia associato l'iniziativa degli ombrelli alla sensibilizzazione della violena sulle donne...non mi importa se sono ombrelli rossi arancioni neri o verdi....non mi importa se in altre ciottà sono fatti per divertire e basta..,....non mi frega proprio niente del colore..mi interessa l'associazione fatta per dare una parvenza di continuità pubblica alla sensibilizzazione.....ma voi ve ne fregate così tanto e puntate tutto sul colore? se non sno arancioni oppure rossi non li associate alla violenza sulle donne? vi serve il colore per accettare la protesta e sensibilizzare la lotta alla violenza? se non sono del colore giousto non fate nulla? è questo il messaggio che io ho letto in voi...se non hanno colore e magari forma come volete voi..voi non scendete in campo a favore delle violenze perchè sono gesti non validi per voi.....siete arrivati a questo punto?..è questo il vostro senso civico?....compliememnti..davvero politici e (a questo punto) uomini/donne di spessore..... ripeto...non mi frega nulla di nulla di cosa hanno appeso e di che colore sono....mi frega che l'iniziativa sia associata alla sensibilizzazione contro le violenze contro le donne (e non solo)...possoo appendere fazzoleti susati..a me basta che si dia sempre voce alla lotta contro la violenza..spero cambierete idea pure voi
giannig 2021-10-29 13:12:45
Dal suo commento, glauco, si evince che ha letto so il titolo. Legga tutto il comunicato e scoprirà che non è il colore il punto della questione.
Glauco G. 2021-11-08 09:32:08
Il colore che identificava il mese di novembre era l’arancione. (lo evidenziano pure)...... Suggerisco caldamente a FdI e a Petetta di leggere Wikipedia (poche righe…) alla voce Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Ivi si spiega che il colore arancione è il colore identificativo della campagna Sixteen Orange Day...(e anche qui puntano sull'arancione)....agari codesti ombrelli li potevate scegliere soltanto del colore arancione (riecco che parlano del colore)..Aggiungiamo che in Italia il colore esibito è il rosso. (e qui si parla del rosso).....Conoscerete sicuramente (spero) l’installazione con le scarpe rosse (ora si è fissata con il rosso).... poi tante critiche banali e bla bla bla....ripeto...contestano in "toto" l'abbinamento ombrelli/violenza sulle donne....per me possono abbinare le due cose volentieri perchè per me...e a quanto pare solo per me (pe rlo meno non per la Sig. Patrizia Pasquali e per @giannig) abbinare un ombrello alla violenza sulle donne è male...non si deve fare e lo si fa solo per mascherare un evento mal riuscito (a detta della Sig. Patrizia Pasquali)....io abbinerei la viokenza sulle donne anche al filone del pane da vendere in ogni panettiere pur di tenere acceso questo "fenomeno" ma prendo atto che abbiamo idee differetni..per la oprima (e forse per klei sig @giannig) vanno ricordate solo con eventi dedicati (forse portano più immagine e voti)..per me..ogni occasione potrebbe essere buona...e questa (per me) è stata una buonissima occasione...poco mi frega se arancione oppure rosso...meglio ora? ha capito meglio? ha visto che ho letto tutto?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura