SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La Scuola Pascoli e palazzo EX GIL aperti al pubblico per le Giornate FAI di Autunno

Anche per Senigallia il 16 e 17 ottobre un weekend dedicato alla cultura e alla scoperta della storia del territorio

Netservice - Realizzazione e promozione siti web
Presentate in Comune a Senigallia le giornate FAI d'Autunno

Il 16 e 17 ottobre tornano in tutta Italia le Giornate FAI d’Autunno, dedicate al paesaggio e al patrimonio naturale, artistico del paese e anche la città di Senigallia apre le porte dei suoi edifici per far conoscere la propria storia.


Ciò che caratterizza questi appuntamenti e li rende un valore aggiunto per la comunità è la partecipazione degli ragazzi del Liceo State Enrico Medi e quelli dell’Istituto Comprensivo Senigallia Centro – Fagnani. Gli alunni infatti sono i veri protagonisti di queste giornate, perché vestono i panni delle guide, accompagnando loro stessi i visitatori alla scoperta dei luoghi scelti per le giornate FAI.

“Una grande risorsa per il Comune di Senigalliadichiara il Sindaco Massimo Olivettiperché ci permette di metterci in contatto con i più giovani e allo stesso tempo di farli avvicinare e conoscere le bellezze del nostro territorio.”

“L’impegno del FAI, con la sua raccolta firme, – proseguire il Sindaco – ha permesso di porre l’attenzione su Palazzo Gherardi e accedere ai fondi per la sua ristrutturazione.”

Per la città di Senigallia, durante le due Giornate FAI d’Autunno, si apriranno le porte del palazzo EX GIL, all’interno del quale sarà allestita la mostra “La scultura del 900 a Senigallia”, illustrata dagli apprendisti ciceroni del Liceo Medi. Per l’occasione verranno esposte opere di Alfio Castelli, Silvio Ceccarelli, Enrico Mazzolani, Romolo Augusto Schiavoni.

Ad anticipare la mostra, un incontro al Teatro la Fenice di Senigallia in programma per venerdì 15 ottobre alle ore 18. La conferenza ospiterà i diretti discendenti degli artisti, i quali racconteranno la storia dei loro familiari sotto una prospettiva insolita e più intima.

Il secondo luogo scelto per le Giornate FAI è la Scuola Elementare Pascoli, all’interno della quale verrà riproposta la visione di un video dedicato alla vita dei giovani dell’EX GIL: racconti struggenti di storie segnate dalla guerra e dalla povertà. Sarà visitabile anche il “Museo della scuola”, dove si potranno ammirare locali scolastici rimasti intatti dalla fine degli anni ’30, con ancora presenti tutti i materiali scolastici dell’epoca.

Per la prima volta anche Trecastelli partecipa alle Giornate FAI, mostrando le opere e tutto il patrimonio artistico racchiuso nel suo Museo Nori De’Nobili.

I posti disponibili sono limitati e dunque per accedere alle visite è necessario prenotarsi attraverso il sito www.giornatefai.it , entro la mezzanotte del giorno precedente. In caso di posti ancora libri, sarà possibile prenotarsi anche direttamente ai banchi FAI presenti vicino agli ingressi dei luoghi di visita. Obbligatorio anche presentare il Green Pass.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura