SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Ex asilo Mimose Senigallia, si rischia di perdere finanziamento”

"Tre milioni in ballo, basta attendismo"

Sì Con Te Superstore Senigallia - Strada S. Angelo Senigallia (AN)
L'asilo di via delle Mimose

Intervento di riqualificazione area ex asilo delle Mimose: l’amministrazione intervenga presto o si rischiano di perdere 3 milioni di euro a favore della città.


Poco fa ho mandato un’interrogazione rivolta al Sindaco per sapere quali siano le intenzioni in merito al progetto Erap di costruzione di case popolari sull’area ex asilo delle Mimose. Come tutti sanno, quel luogo è in una condizione di forte degrado e il finanziamento ottenuto dall’Erap, di oltre tre milioni di euro, permetterebbe di riqualificare l’area e di rispondere all’esigenza abitativa di molte famiglie, dando così una soluzione a ben due problemi. Non solo. Per realizzare l’intervento, l’Erap è pronto ad acquistare dal Comune i terreni, che permetterebbero all’ente di incassare altrettante somme, oltre oneri di urbanizzazione, che potrebbero essere utilizzate a favore di tutti i cittadini. Qualche giorno fa ho appreso dai giornali che lato Comune è ancora tutto fermo, dopo quasi un anno di amministrazione.

Mi domando: perché abbiamo aspettato tutto questo tempo? Non si rischia di perdere il finanziamento (che immagino andrebbe a favore di qualche altro Comune),
oltre ai proventi della vendita dell’area?

Purtroppo non credo di essere la sola ad aver notato questo atteggiamento perennemente attendista del Sindaco. Non lo abbiamo praticamente sentito per tutta l’estate, se non per dei comunicati di attacco a chi, come la sottoscritta, semplicemente svolge il suo ruolo di opposizione.

La stessa veemenza e determinazione con cui attacca me Sindaco, sarebbe gradita anche per farci capire i suoi intendimenti su questioni che non possono più attendere (v. la Fondazione Città di Senigallia).

Ci dica chiaramente che cosa intende fare: vuole riqualificare un’area e dare una casa a delle famiglie bisognose? Se non volesse proseguire, quali sono i suoi “forti dubbi”? Che cosa ha in mente di realizzare in quell’area? Quali sono i progetti e le risorse che vi prevede, per cui valga la pena perdere più di tre milioni di euro e sbattere la porta in faccia a chi potrebbe avere bisogno?

da Chantal Bomprezzi
Consigliera comunale PD

Commenti
Ci sono 2 commenti
giulio
giulio 2021-09-10 16:37:05
Gent.ma sig.ra Bomprezzi, perchè parla di "riqualificazione"? "Riqualificare", nell'accezione corrente, significa dare una nuova e migliore qualifica, o meglio in ambito urbano, recuperare delle zone edificate in disuso.
Nel progetto Erap, sostenuto dal suo partito, c'è la soppressione di un prezioso asilo. Non c'è, come dovrebbe essere, il recupero e la ristrutturazione di un asilo. Non c'è una migliore qualifica dell'area. Nel vostro sciagurato progetto c'è l'abbattimento di un'area verde, fatta di alberi pluridecennali. Forse per lei "riqualificare" significa gettare nuovo cemento al posto di lasciare verde pubblico?
Per giustificare l'ingiustificabile vi fate scudo dell'emergenza abitativa, ma è chiaro che questo è solo un paravento. Le case popolari, necessarie e indispensabili, potete farle in altri posti, ugualmente funzionali a questo scopo.
Spero che il nuovo sindaco riesca a fermare il vostro scempio. La cittadinanza ne sarebbe grata.
octagon 2021-09-11 12:17:22
Di aree verdi in zona ci sono, le case popolari servono dove ci sono i servizi, sarebbe invece un'ottima idea.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura