SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Diritti Al Futuro sul turismo di Senigallia: “Da leader della Regione a fanalino di coda?

Le perplessità della Lista, dopo l'ipotetica mancanza del CaterRaduno per la stagione estiva 2021

1.142 Letture
commenti
Autonoleggio Mariotti Senigallia
CaterRaduno al Foro Annonario

Le notizie e le indiscrezioni che emergono sulla programmazione della prossima stagione estiva sono molto preoccupanti.

Dopo la mancata partecipazione alla Tirreno-Adriatico, è di mercoledì 14 aprile l’informazione trapelata in modo ufficioso secondo cui il CaterRaduno non si svolgerà a Senigallia. Ciò non aiuta di certo la promozione dell’immagine turistica e dell’appeal rispetto a chi inizia a pensare alle proprie vacanze e al settore economico locale che vuole riaprire in sicurezza.

Sarà anche vero che rimanere di stucco per l’incapacità politica dell’attuale amministrazione comunale nel programmare la prossima stagione estiva è poca cosa, rispetto alla concreta percezione che la comunità locale stia vorticosamente indietreggiando su tutto e in modo irrefrenabile verso la mediocrità; ma in modo particolare è ridicola la foglia di fico che giustificherebbe l’assenza del CaterRaduno a causa di una manifestazione di dissenso svoltasi nel giugno del 2019.

Vale la pena ricordare che – prima della pandemia – la redazione di Caterpillar aveva già confermato l’edizione del 2020, poi rinviata causa Covid. Se credessimo alle favole, dovremmo convincerci che gli effetti dell’offesa sarebbero scattatati con due anni di ritardo: “un fuoco di artificio fuori stagione a scoppio ritardato”.

Vero è invece che sembra essersi rotto il rapporto tra l’attuale giunta comunale e gli organizzatori del CaterRaduno – quell’idillio e quel sentire comune che ha portato a Senigallia tanta fortuna culturale ed economica. Come facciamo a saperlo? Semplice, ascoltando la trasmissione radiofonica ci si rende subito conto come sia ormai lontana anni luce dall’identità culturale oscurantista e anacronistica del Sindaco Olivetti e dell’attuale maggioranza.

Basta osservare come le campagne di sensibilizzazione della trasmissione Caterpillar siano smentite in città dalla rimozione dello striscione dal palazzo comunale “Verità per Giulio Regeni” o dalla bocciatura della proposta per il conferimento della cittadinanza onoraria per Patrick Zaki da parte dell’attuale maggioranza di centrodestra in Consiglio comunale e, non ultima, la non adesione della città all’evento annuale M’Illumino di Meno.

Speriamo di sbagliarci e di essere smentiti, perché, anche se l’attuale giunta è senza idee e programmi e naviga a vista su tutto, auspichiamo che almeno preservi ciò che di buono è stato fatto negli ultimi venti anni.

Sarebbe veramente triste sostenere da parte nostra di essere solidali per “le aperture in sicurezza” degli esercizi commerciali, che proprio martedì 13 hanno manifestato tutta la loro legittima sofferenza e preoccupazione anche nella nostra città, e dover constatare di “chiudere la città” durante la prossima estate per mancanza di flussi turistici.

Da leader del turismo marchigiano a mediocre fanalino di coda della costa adriatica? Ancora non è dato di sapere, ma per evitare il peggio l’amministrazione comunale inizi ad impegnarsi senza alibi nel comunicare programmi chiari e nel realizzare progetti subito.

Commenti
Ci sono 7 commenti
centr100
centr100 2021-04-15 14:41:25
Leader della regione?
Ma quando mai???
I dati turistici erano in clamoroso calo a Senigallia, già da prima del CoVid.
alessandropirani 2021-04-15 15:45:03
Purtroppo per lei non è così. Ci sono dati che attestano altro.
Pensate sempre e solo alla politica e nessuno a Senigallia.
Non è una questione di dx o sx.
Senza Caterraduno questa città perderà molto, purtroppo.
mimmo990
mimmo990 2021-04-15 16:26:35
Non ho mai seguito il Caterpillar, quindi nemmeno il Caterraduno.
A prescindere da questo, potrei anche dispiacermi di questa scelta (se vera), ma dispiace ancor di più sapere che questa manifestazione sia politicizzata a tal punto, da cambiare città a seconda di come cambia la Giunta.
Per quel che mi riguarda, se fosse davvero così come sta scritto in questo penoso articolo, possono anche fare buon viaggio.
henry
henry 2021-04-15 19:07:31
.....patetici !!
....avete campato per 20 anni sul nulla
....ed il nulla avete lasciato !!
....patetici !!
Mario2 2021-04-16 11:41:43
Tra poco daranno la colpa ad Olivetti anche se piove. Solo comunicati vuoti Che hanno lo scopo di getter merda sui loro avversari politici, solo di questo è capace la sinistra in Italia. Più leggo questi articoli più sono convinto che per il bene del paese gente come questa deve stare fuori da qualsiasi incarico politico.
fra77 2021-04-16 12:38:49
@centr100. Seppur con un calo Senigallia è rimasta nei primi posti come affluenza turistica della regione.
@henry. Il nulla è solamente nel suo mondo,lei è a corto di memoria,senza se e senza ma.
Detto ciò godetevi pure questa amministrazione splendente e lungimirante,ma godetevela,perché sarà a breve solamente una triste parentesi.
octagon 2021-04-18 13:52:51
Il CaterRaduno se era legato alla politica o ad uno striscione non me ne frega una mazza, ma una trasmissione radiofonica con tutto quello che ci girava intorno, faceva conoscere Senigallia in tutta Italia nel periodo migliore per fare dell' ottima pubblicità, quando moltissimi italiani indecisi (anche per la pandemia), avrebbero scelto la destinazione all'ultimo momento, ormai la frittata è fatta, lo striscione non c'è più (questo e gravissimo da parte di qualsiasi colore politico abbia preso la decisione), pertanto ora la minestra è servita, i salvatori sono in groppa al cavallo, mangiate sta minestra o saltate... la finestra. Aggiungo, contenti voi, io stavo mejo prima
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura