SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“…e alla fine i nodi vengono al pettine! Tolti posti letto alla Cardiologia Utic dell’Ospedale”

"Non è possibile che l’attuale giunta non si sia accorta dell’impoverimento del nostro Ospedale dopo 5 anni di cura della vecchia Giunta Regionale"

Comitato Cittadino Difesa Ospedale di Senigallia

Il D.L.n.34 approvato il 18 Maggio 2020 prevedeva la realizzazione da parte dell’Asur di 105 posti letto di terapia intensiva. MAI FATTO. Seguivano promesse e grandi annunci che l’Ottobre 2020 non ci avrebbe trovati impreparati di fronte alla seconda ondata di contagi.

Abbiano visto tutto come è andata a finire: i 105 posti letto decretati non sono stati fatti e la seconda/terza ondata ci ha trovato impreparati tanto che c’è stata una notevole riduzione dell’attività sanitaria ordinaria chirurgica/ambulatoriale: solo 6 ore al giorno la disponibilità chirurgica ma con le urgenze invece H24 (avremmo voluto vedere che non fosse stato così !!) e con un numero di contagi superiore alla prima ondata !!

Ma poi i fatti sono ancora una volta precipitati. Da informazioni pervenuteci e apparsi sulla stampa i vertici Asur hanno preso decisioni ai danni dei professionisti e della popolazione di Senigallia e secondo noi al limite della legalità. Hanno trasformato la Rianimazione “non a norma” in Rianimazione per “pazienti Covid” riducendo i posti dell Utic di Cardiologia da 5 a 3, creando quindi un grande disagio anche ai pazienti cardiopatici che afferiscono all’ospedale di Senigallia.

Una mossa che scarica sui cittadini un doppio danno:
1) pazienti Covid ricoverati in una Rianimazione “non a norma di legge”( come già noto) ma che secondo proclami di luglio 2020 del Dr. Guidi doveva essere già stata risanata, cosa mai fatta;
2) riduzione numero di posti letto in Utic-Cardiologia e quindi meno letti per i cardiopatici acuti.

Il direttore dell’AV2 ha preso 4 letti di Rianimazione e li trasformati in Rianimazione Covid, decisione secondo noi del tutto illegale perché la nostra Rianimazione non è a norma e con lavori di ristrutturazione ancora tutti da programmare!!.

Poi ha preso 2 posti Utic/Cardiologia e li ha trasformati in posti di Rianimazione non-covid, sottraendo così posti ai cardiopatici acuti!!!

L’ Utic è piena. Dove viene portato il paziente che viene ricoverato d’urgenza per un problema acuto?… A Fabriano?!?

Il comitato e il sindaco si sono opposti ma purtroppo con un nulla di fatto perché il Direttore Dr, Guidi ha tirato dritto.

Questo fatto gravissimo ci porta ancora una volta a chiedere al Presidente Acquaroli di applicare lo spoil system, ovvero il cambio dei vertici sanitari Asur.

Non è possibile che l’attuale giunta non si sia accorta dell’impoverimento del nostro Ospedale dopo 5 anni di cura della vecchia Giunta Regionale: 13 ospedali chiusi – molti altri depotenziati – altri ancora abbandonati strutturalmente.

L’Ass.Saltamartini è venuto a Senigallia più volte e sa bene come stano le cose: faccia questo cambio dirigenziale e porti al vertice dirigenti che hanno a cuore la sanità di Senigallia, la seconda città per numero di abitanti della Provincia che in 5 anni ha perso ben 12 U.O.C e relativi Primari.

da Comitato Difesa Ospedale di Senigallia

Commenti
Solo un commento
Glauco G. 2021-03-19 09:15:06
il vero virus letale non è stato il covid ma la politica!!! uomini di politica che non sono stati all'altezza dei loro compiti.....bastava poco per salvare molte più vite... ma i politici puntavano e puntano a salavre principalmente la loro immagine. E ora istituiscono la giornata della memoria...io non scorderò mai i veri colpevoli..lororo non il covid!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura