SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Posizionamento su motori di ricerca

Troppi gatti in uno stabile a Senigallia: condòmini esasperati lanciano un appello

"Dopo innumerevoli lettere di denuncia, ancora nessuna risposta dall'Ufficio Igiene e Sanità Pubblica"

2.080 Letture
commenti
Gatti in casa

Sono quattro anni che un condominio della zona ex PRG di Senigallia, si appella all’Ufficio Igiene e Sanità Pubblica, senza mai ricevere alcuna risposta.

I condomini, in un appello inviato alla redazione di Senigallia Notizie, lamentano di essere esasperati dal comportamento di una inquilina, accusata di allevare gatti in maniera incontrollata all’interno dello stabile. La condizione igienica in cui verte il palazzo, sarebbe diventata insostenibile, soprattutto a causa degli innumerevoli escrementi disseminati su tutti i piani. Oltre alla questione sanitaria, i residui lasciati dai felini, emanano un perenne odore nauseabondo che costringe gli abitanti a tenere le finestre degli appartamenti serrate.

L’Ufficio Igiene, dopo aver ricevuto varie lettere di denuncia da parte dei condomini è stato contattato anche dal pronto soccorso, dopo che uno dei gatti aveva causato una ferita infetta ad un condomino, ma anche in questo caso non ci sono state risposte. Gli abitanti del palazzo, sono dovuti così ricorrere a metodi artigianali per tenere i felini lontani dai propri appartamenti, circondando le porte d’ingresso con bottiglie piene d’acqua.

“Abbiamo il diritto di tornare a respirare – sentenziano i condomini –non accettiamo più questa situazione e per questo non ci fermeremo e non ci rassegneremo! Vergogna!”

(Foto di repertorio)

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura