SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pagamenti digitali MasterCard: l’incremento durante il Covid

MasterCard e i casinò online, i negozi online, i negozi fisici

Pagamenti digitali, carta di credito, commercio elettronico

L’ondata di Covid-19 e successivamente, la chiusura totale a livello mondiale, ha accelerato ancor di più la spinta della transizione verso il mondo digitale impattando su moltissime attività che precedentemente eravamo abituati a concepire “in presenza”. A questo cambiamento ovviamente non è rimasto indifferente il settore dell’elaborazione dei pagamenti, anch’essi sempre più orientati verso soluzioni digital.

In questo senso, MasterCard assume un ruolo chiave, essendo assieme a VISA la società che controlla i circuiti di pagamento, e beneficia così direttamente della crescita economica globale e dell’aumento di spesa da parte dei consumatori.

Più persone spendono – utilizzando carte di credito – più MasterCard ottiene guadagni dalle commissioni sulle transazioni. Va da sé quindi l’impatto avuto dalla recessione provocata dalla pandemia: con milioni di consumatori che annullavano le proprie vacanze all’estero, costretti in casa con il lockdown e più oculati nell’amministrazione delle proprie finanze, si è registrato  un calo fisiologico delle transazioni con carta di credito dai 2 miliardi di dollari registrati nel 2019 agli 1,4 del 2020.

Tuttavia, per tali società vi è un lato positivo: gran parte delle spese affrontate dalle persone infatti, è stata sostenuta da transazioni via e-commerce e altre modalità previste dalle misure di distanziamento sociale. In questo modo, è stato possibile per MasterCard far fronte alle perdite a causa del Covid-19, compensando con pagamenti digitali e contactless.

I consumatori infatti tendono a preferirli, essendo diventati più riluttanti a gestire i contanti a causa del rischio di trasmissione Covid tramite contatto. Proprio per questa nuova tendenza i settori nei quali viene abilitata questa modalità di pagamento sono in crescita e molto diversificati, così da permettere ai consumatori di soddisfare le proprie esigenze, partendo sì come soluzione in un periodo di crisi e incertezza come quello attuale, ma proiettandosi in un futuro in cui il pagamento digital e contactless sarà la normalità.

MasterCard e i casinò online

Tra i settori principali in cui i pagamenti online sono all’ordine del giorno e ampiamente apprezzati, vi è quello del gioco online: che sia da app o piattaforme, i casinò che accettano MasterCard, di cui è possibile consultare una lista su questa pagina, ormai sono la maggior parte di quelli presente in rete, grazie alla sua semplicità, alla velocità delle transazioni e soprattutto all’elevata sicurezza garantita. I casinò online sono sicuramente il settore più avanzato quando si parla di pagamenti digitali: per accontentare e raggiungere sempre più utenti, infatti, offrono i metodi più all’avanguardia e più sicuri. E fra e-wallet e nuovi tipi di voucher, MasterCard rimane comunque uno dei più apprezzati e utilizzati da tutti i gamblers.

MasterCard e i negozi online

Molto presente anche nei negozi online, la presenza del pagamento tramite MasterCard ha nettamente migliorato l’esperienza di acquisto dei clienti in rete, contribuendo ad aumentare le vendite e a differenziare l’attività. Oltre ai pagamenti online con carta, si stanno sempre più diffondendo le transazioni tramite dispositivo e in-app, facili, veloci e sicure. L’elaborazione dei pagamenti inoltre, è stata negli anni sempre più  potenziata, tanto che ormai è in grado di supportare miliardi di transazioni all’anno.

MasterCard e i negozi fisici

Nonostante il periodo di lockdown e la lenta ripresa alla normalità, i negozi fisici continuano la loro attività implementando soprattutto la tecnologia contactless tra i loro sistemi di pagamento. Con MasterCard contactless la procedura avviene in modo estremamente semplice e immediata: è sufficiente avvicinare la propria carta di credito o lo smartphone a un POS abilitato per effettuare il pagamento. Hotel, ristoranti, negozi, supermercati ormai adottano abitualmente questo sistema che, per spese fino ai 25 euro non prevede l’inserimento di alcun PIN, mentre per importi superiori è consigliabile utilizzare il proprio smartphone per sfruttare l’autenticazione tramite impronta digitale o riconoscimento facciale per confermare la transazione.

Insomma, l’attività di MasterCard si è dimostrata essere piuttosto resiliente ai cambiamenti, anche sotto pandemia. Questo è stato possibile notarlo dando uno sguardo all’andamento del 2020: durante il primo trimestre infatti, la società ha indubbiamente risentito dell’impatto del Covid, specialmente quando i governi di tutto il mondo hanno imposto un regime di lockdown, chiudendo frontiere e limitando il più possibile gli spostamenti anche a livello nazionale; tale situazione ha continuato a protrarsi anche per tutto il secondo trimestre, contribuendo così a rendere questo periodo dell’anno senz’altro il più difficile e debole in termini di transazioni elaborate e ricavi.

Nonostante dunque una generale tendenza negativa degli affari per MasterCard, è pur vero che la pandemia ha accelerato la crescita dei servizi incentrati sull’IT e l’analisi dei dati. E così, MasterCard ha visto un aumento delle transazioni virtuali e di pagamenti contactless, tra cui quelli effettuati tramite portafoglio digitale. La conseguenza? Ovviamente la soddisfazione della società che, prevedendo delle commissioni più elevate rispetto ai pagamenti tradizionali, non può che essere ben contenta di constatare un uso sempre più frequente del digitale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura