SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pastasciuttata a Senigallia in ricordo della famiglia Cervi

Si rinnova una tradizione antifascista

3.167 Letture
commenti
Autonoleggio Mariotti Senigallia
Pastasciuttata Antifascista a Senigallia

Sabato 25 luglio cadrà il 77° anniversario della pastasciuttata che la famiglia Cervi offrì a tutto il paese di Campegine per festeggiare, il 25 luglio 1943, la caduta di Benito Mussolini e quella che allora sembrava la fine di oltre vent’anni di feroce dittatura fascista.


Ormai da anni, l’Anpi di Senigallia festeggia quel felice evento, rievocando nelle strade cittadine della nostra città la celebre pastasciuttata della famiglia Cervi, offrendo alla cittadinanza e a tutti coloro che si ritrovano nei valori della Resistenza una cena conviviale, musica e momenti di ricordo e partecipazione democratica e antifascista.

Anche in questo difficile anno, la sezione senigalliese dell’Anpi è intenzionata a ricordare quel gesto di liberazione, pur nel rispetto delle normative anti-covid. Per questo, sabato 25 luglio dalle ore 20, in via G. Oberdan, di fronte alla scuola elementare “G. Pascoli”, offriremo ai rappresentanti delle associazioni antifasciste e democratiche della città che hanno aderito all’iniziativa, un piatto di pastasciutta, in simbolica rappresentanza di tutta quella cittadinanza che si riconosce nella lotta partigiana e di liberazione dal nazifascismo: le associazioni che lo desiderano possono portare uno striscione antifascista, bandiere e simboli o preparare un breve intervento sul tema (la cena, su invito e prenotazione, è aperta solamente ai rappresentanti delle associazioni, con mascherina e distanziamento, in rispetto delle norme vigenti).

In occasione della serata, riallacciandosi allo spirito solidale di quel lontano 25 luglio, l’Anpi, con il sostegno di Coop Alleanza 3.0, ha devoluto fondi a favore del BAMS per l’aiuto di famiglie in difficoltà del nostro territorio.

Dopo la cena, Andrea Celidoni e Gabriele Carbonari intratterranno tutti coloro che vorranno venirci a trovare con musica e canti, nel rispetto della normativa, ma per ricordare, anche in questi mesi così duri e complicati, chi ha lottato contro la violenza e la brutalità fascista, per chi c’era, per chi non c’era e anche per chi era contro.

ANPI Senigallia
Pubblicato Giovedì 23 luglio, 2020 
alle ore 10:53
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 3 commenti
Mario2 2020-07-23 15:07:45
Ed ecco che in vista delle elezioni tutti i parassiti vengono chiamati a corte per svolgere il loro annuale lavoro, ovvero spaventare la gente etichettando chiunqua abbia una visione Democratica e non in linea con la loro, come fascista.
henry
henry 2020-07-23 16:55:15
....beh, se vi basta fare "na magnata" per sentirvi "antifascisti" fatela pure
....poi pero' correte subito a nascondervi sulle montagne, come facevano i vostri avi
ozymandias
ozymandias 2020-07-24 11:53:17
@henry

attenzione a quello che scrivi, basta un niente per farti bollare come fascista...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!