SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Marche capofila per la App Immuni

Cittadini invitati a scaricarla

1.096 Letture
commenti
BCC Ostra e Morro d\'Alba - Albanostra - Sussidi alla famiglia
cellulare, telefonino, i-phone 6
L’App Immuni è ora disponibile per essere scaricata sui telefoni di tutti i cittadini.
 

 
Nelle prossime settimane nelle Marche e in altre tre regioni (Liguria, Abruzzo e Puglia) l’App sarà operativa in fase sperimentale per consentire di mettere a punto le procedure di introduzione in tutta Italia. 
 
I cittadini sono dunque invitati a scaricarla e ad attivare il bluetooth del proprio telefono, necessario per consentire il passaggio dei dati. 
 
“Ora abbiamo un’arma in più per fronteggiare il Covid e per contenere il virus – afferma il presidente Luca Ceriscioli – e per questo le Marche hanno aderito volentieri alla fase sperimentale. L’App Immuni è un ulteriore strumento a nostra disposizione: nessuno saprà dove siamo, cosa facciamo o come ci chiamiamo, ma l’App potrà informarci immediatamente se siamo entrati in contatto con una persona positiva, e ci consentirà di seguire subito i necessari percorsi di sicurezza sanitaria. Quindi l’invito a tutti è quello di scaricare l’App e di attivare il bluetooth del proprio cellulare”.
 
Immuni è un’App unica nazionale per il tracciamento dei contatti, interoperabile anche a livello europeo, che consentirà di individuare in maniera sempre più completa le persone potenzialmente esposte al virus COVID-19 e, attraverso le misure di sorveglianza sanitaria, interrompere la catena dei contagi.
 
L’App funziona senza seguire gli spostamenti, senza conoscere l’identità della persona che la installa sul proprio cellulare, o quella delle persone con cui si entra in contatto.
 
“Con il contributo di tutti – si legge nella schermata introduttiva – Immuni aiuta a contenere il virus e a tornare il prima possibile alla normalità “. 
 
Una volta attivata, l’App registra i contatti con altri utenti usando il Bluetooth: scambia codici temporanei casuali con altri dispositivi che l’hanno installata. Questi codici non permettono di risalire all’identità dell’utente. Lo scambio è bidirezionale: ogni smartphone invia il proprio codice e riceve i codici degli smartphone nelle vicinanze, salvandoli nella propria memoria interna. 
 
Quando un utente Immuni risulta positivo al SARS-CoV-2, attraverso l’App si attiva un meccanismo per cui vengono avvisati i possibili contatti, che dovranno avvisare il medico di medicina generale o pediatra di libera scelta per iniziare il percorso assistenziale.
 
L’applicazione si può scaricare gratuitamente e volontariamente su telefoni iOS e Android, non accede alla rubrica, non invia SMS e non chiede il numero di telefono all’utente. Per l’assistenza tecnica è attivo il numero verde nazionale 800912491 tutti i giorni dalle 7 alle 22.
 
Regione Marche
Pubblicato Mercoledì 3 giugno, 2020 
alle ore 9:24
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 2 commenti
henry
henry 2020-06-03 10:35:43
Anche io l'ho scaricata, tirando l'acqua......
Glauco G. 2020-06-04 14:40:35
Ma non ci penso proprio. Terribile idea (a mio avviso) questo metodo..altro ennesimo comportamento che va palesemente contro i diritti di un cittadino...prima di tutto...attivare sempre il bluetooth mi espone ad eventuali attacchi (al mio teleono) che non posso nemmeno troppo verificare ne proteggermi...attivare il bluetooth mi divora la batteria (sempre nel mio telefono)... tralascio le ridicole affermazioni dove si dice che "tanto su FB e altri social hai attivato la tua posizione ecc...quindi perchè non farla con questo?" semplice..perchè attivo il bluetooth (trascurando ad esempio che io ho la mia posizione sempre disattivata ..oltre al bluetooth disattivato).. detto questo... ma vi rendete conto che per chi vive in città metropolitane si richia di avere 1-2-3-4-5- messaggi di allerta al giorno? il bluetooth ha una portata di pochi metri ma anche se parliamo di 2 metri...parliamo di messaggi di pericolo avuti con utenti che magari eano in coda con me in auto (magari accanto alla mia auto)...e per ogni segnalazione che mi arriva io devo autoisolarmi? 5 volte al giorno? mi isolo perchè il vicino di coda che sta in auto era infetto? ma per piacere. assurdo. Tralascio invece tutti i dati che vengono racolti e che solo il ministero dichiara non utilizzabili ma da alcuni report giornalistici è talmente nebulosa la cosa che a pensare a tutto tranne al fatto che non verranno mai usati.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!