SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fratelli d’Italia sulla proposta Ue dei 172 miliardi euro all’Italia

Bello (FdI): "Opportuna prudenza. La partita è ancora aperta: potremmo chiedere di più a fondo perduto senza vincoli inutili.

Luca Bonvini - Officina impianti GPL e metano - Senigallia
Massimo Bello

In questi giorni, molti mi chiedono un parere sui 172 miliardi di euro circa, che dovrebbero arrivare dall’Unione europea, da destinare all’Italia per il rilancio e la ripresa dopo la parentesi Covid-19 e lo stato di emergenza, che ha annichilito l’economia reale del nostro Paese.

Ecco, allora, qualche riflessione sull’argomento che, data anche la mia esperienza a Bruxelles nelle istituzioni comunitarie, mi suggerisce estrema prudenza sul tema e sulla proposta UE, salutata favorevolmente ed in anticipo dal premier Conte e dai suoi alleati (PD-M5S).

Il Governo, anzitutto, ha fatto male a ringraziare la Presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen, mentre dovrebbe – a ragion di logica – alzare la voce su cinque punti cruciali e porsi altrettanti interrogativi, appena avrà l’occasione di confrontarsi nelle fasi conclusive delle trattative.

1) Quali e quanti vincoli metteranno i burocrati europei? Questo è un grosso punto interrogativo, perché se queste risorse saranno gravati da troppe procedure e cavilli, finiranno per essere difficilmente utilizzabili per le priorità di imprese, enti, soggetti eleggibili e cittadini.

2) Saremo liberi di usare queste risorse per finanziare gli obiettivi, che interessano davvero il nostro territorio nazionale e il tessuto economico, sociale e produttivo? In verità, ancora non lo sappiamo; dalle pressioni che stanno facendo alcuni Stati, a partire dalla Germania, rischiamo che per avere queste risorse dovremmo subordinarle a richieste particolari imposte da Bruxelles.

3) Le risorse, che riceveremo sono davvero risorse in più? Solo in parte, perché i fondi paiono tanti, ma in realtà l’Italia, fino a questo momento, è un contributore netto, cioè per decenni ha dato all’Europa molto più di quanto ha ricevuto. Quindi, ci avvantaggeremmo solo relativamente. Bisognerebbe, pertanto, chiedere di più ai tavoli europei.

4) Arriveranno subito queste risorse? No. Anzi, i tempi rischieranno di essere lunghi e incompatibili con la velocità richiesta dalle necessità dettate dalla crisi e dall’emergenza: infatti, queste risorse cominceranno ad essere disponibili tra circa sette/otto mesi, non prima comunque di gennaio 2021, ovvero saranno disponibili soltanto quando partirà il nuovo bilancio comunitario settenale 2021-2027, quello che prevederà procedure e capitolati, come sempre, e che riguarderà, in modo particolare, i programmi di finanziamento diretti e strutturali, e non solo.

5) I fondi sono tutti nostri? No. 82 miliardi sono sovvenzioni a fondo perduto, mentre 90 miliardi sono prestiti da restituire.

Quindi, la partita è tutta ancora aperta e rimandata al Consiglio europeo del prossimo giugno, che fisserà le modalità, le condizioni e i tempi di utilizzo. Solo allora capiremo se queste risorse saranno davvero utili per una ripartenza dell’economia reale italiana o se saranno l’ennesima presa in giro del Governo Conte.

 

Massimo Bello

Responsabile regionale Dipartimento ‘Politiche UE’ – Fratelli d’Italia

 

Commenti
Ci sono 27 commenti
giulio
giulio 2020-06-02 07:41:22
E' una trappola, meglio starne lontano. Oppure, facciamo così: prendiamoli, spendiamoli come vogliamo e usciamo dall'Euro e dall'Europa riprendendoci la sovranità monetaria e risparmiando almeno 100 miliardi all'anno fra interessi e gabelle varie.
Mario2 2020-06-02 15:21:07
Infatti nemmeno la metà sono a fondo perduto, gli altri vanno restituiti e probabilmente ci pagheremo gli interessi, andiamo solo ad incrementare il debito e comunque ce li daranno, forse, se vengono presentati dei piani con delle riforme e attenzione perchè le riforme imposte dall'europa le abbiamo già viste!
Glauco G. 2020-06-03 11:30:49
Non entro molto nel merito ma il mio pensierò lo dirò. Come prima cosa, quello che versa l’Italia all’Europa ogni anno serve non solo per avere dei soldi indietro ma anche per godere dei benefici commerciali e finanziari che non esisterebbero se non si facesse parte dell’Ue. Un esempio stupidissimo (su tutti9 è il fatto che oggi abbiamo tariffe telefoniche (parlod i chiamate) gratuite perchè allacciate ad internet oppure a costi bassissimi. Senza Europaoggi eravamo a 50 cent a minuto (forse). detto questo, TUTTEe ripeto TUTTE le principali nazioni, parlando di solo denaro, danno di più rispetto a quelloch e ricevono. Detto questo, la mentalità che ci porta a dire "potremmo chiedere di più" fa notare il solito opportunismo che serve solo ad ingrossare le tasche di qualcuno. Mai una volta che si chiedono i soldi per compensare dei progetti conceti...chiediamo il più poosibile poi vediamo a chi dare tutti questi soldi...fa strano che ci sono milioni se non miliardi di soldi bloccati per fare determinates trutture (pure primarie come ponti) ma mai utilizzati e andati in scadenza (progetti mai arrivati oppure con tempi troppo lunghi e quindi dopo la scadenza del bando)? possiamo chiedere miliardi su miliardi ma se poi vanno in tasca dei mafiosi e non dei progetti..beh questo a nessuno frega vero? a voi basta chiedere di più. complimenti
massimobello
massimobello 2020-06-03 15:26:17
@glaucoG
A mio parere, invece, occorrerebbe entrare nel merito. Soprattutto, quando si desidera argomentare o rispondere ad altri. Ed è ciò che mi accingo a fare, tralasciando ovviamente quanto ho già scritto nel mio articolo.
1) Anzitutto, non c'è bisogno di uscire fuori dall'UE. Non l'ho mai detto e neppure scritto. Sono da sempre un sostenitore dell'Europa. Credo, comunque, che questa Europa vada modificata. E per modificarla è necessario cambiarne la struttura portante, cioé i Trattati, che l'hanno istituita. Sappiamo tutti che è un processo articolato, ma è urgente farlo. Un'Unione europea federale (Manifesto di Ventotene di A. Spinelli) oppure un'Europa confederale. Il dibattito è aperto. A me piace un'Europa, nella quale sia chiara la supremazia della politica sull'economia. Non deve più esserci l'Europa delle burocrazia, delle banche e della finanza. Ma un'Unione, nella quale prevalga il diritto alla politica di governare le dinamiche di un Continente allargato.
2) La quota netta 'associativa' che l'Italia versa all'UE è considerevole. Si aggira tra i 45 e i 55 miliardi di euro. Siamo il terzo Paese membro, che 'finanzia' l'Unione, dopo Germania e Francia. Abbiamo - o dovremmo avere - un ruolo importante. Invece, ciò non accade. I motivi sono molti, Ma in questa sede è superfluo menzionarli. Anche perché alcuni sono palesi.
3) Rimanere in Europa ha dei privilegi e dei vantaggi. L'esempio, a cui Lei accenna, è uno dei tanti, anche se quello, che ha scritto sul 'roaming e su internet' è impreciso: in realtà, vi è un abbattimento parziale dei costi tariffari. Ciò che è più importante, invece, sempre per rimanere in tema di internet e telefonini, è la 'politica digitale' dell'UE per informatizzare il rimanente 80% della popolazione europea la parte più importante del dibattito, che dovremmo approfondire. Oggi l'UE dà l'opportunità di potenziare una rete di infrastrutture di telecomunicazione, che ci permetterà nel futuro prossimo di migliorare servizi e fruizione. Ed è di ciò che, forse, dovremmo discutere.
4) Chiedere di più non è opportunismo, è un diritto. Proprio perché siamo il terzo il Paese membro, che versa più risorse all'UE, è giusto chiedere di più. Soprattutto alla luce di una crisi di economia reale, che sta colpendo, in primis, l'Italia. Allo stesso tempo, è utile informare di più e far conoscere meglio le opportunità finanziarie, che offre l'UE attraverso il suo Bilancio settenale e la sua programmazione con i fondi diretti ed indiretti (strutturali). In questo modo, daremmo la possibilità concreta a tutti i soggetti eleggibili (PMI, grande impresa, enti pubblici e privati) di presentare progetti e investire risorse in tutti i settori.
5) L'UE, da una parte, offre risorse finanziarie attraverso i Bandi, che altro non sono che l'attuazione pratica dei Programmi diretti ed indiretti. Lo fa con delle regole. Le regole vanno rispettate. Ma ancor prima conosciute. E, in questo, mi collego al punto 4): serve più informazione e più attenzione, lasciando agli esperti di parlare e di operare. Le regole ci sono e l'UE le fa rispettare. Chi non le rispetta, è punito ai sensi dell'ordinamento.
6) Le risorse dell'UE, ovvero dei Programmi e dei Bandi, non vanno in tasca di alcun mafioso e non vanno ad ingrassare nessuno. Generalizzare non serve a nessuno. Che vi siano stati alcuni casi, in Italia come in altri Paesi membri UE, di frode o di altri reati finanziari, ciò è noto a tutti. Le procedure di infrazione che l'Ue ha avviato nei confronti di quei Paesi membri, che hanno violato le regole, ad esempio, sulla gestione dei fondi strutturali sono tante. Ma ciò non inficia l'obiettivo e le finalità della settenale programmazione finanziaria dell'UE.
7) L'UE dà risorse sulla base di progetti. Se ci sono progetti, che rientrano nelle finalità dei Bandi e questi progetti rispondono ai requisiti, l'Unione li finanzia. Ovviamente, oltre ai fondi diretti ed indiretti, esistono altri strumenti UE per finanziare lo sviluppo e le infrastrutture. Come, ad esempio, la BEI. Ed altri ancora. Ma, scrivendo ancora, il mio intervento si allunga e non voglio tediare i lettori.
Concludendo, Le dico che a me e a tanti altri dell'Europa importa perché desidereremmo un'Unione Europea più forte, unita e politicamente in grado di fronteggiare le sfide dei prossimi anni. Sfide, che varcano i confini europei e che hanno come avversari la Cina, gli Stati Uniti d'America e il sud-est asiatico. Per non parlare dell'Africa e dell'America del sud. Per tornare, invece, all'argomento del mio articolo, che lei ha commentato, credo che l'attuale Governo Conte possa e debba chiedere di più, ma soprattutto che lo possa e lo debba fare proprio in relazione a quei 'vincoli', che dovrebbero essere meno pesanti di quel che vorrebbero imporre le burocrazie europee. Altrimenti, potremmo correre un rischio altissimo, cioè quello di non riuscire - visti i dati della nostra economia - a non rispettarli e a trovarci in difficoltà. In un momento di rilancio, l'Italia, come altri Paesi membri UE, hanno bisogno di libertà e non di 'lacci', che potrebbero impedire o rallentare la ripresa. Un'ultima chiosa. Non creda, comunque, che le risorse (i 172 miliardi circa) arrivino tra una settimana! Perché così non è!
massimobello
massimobello 2020-06-03 15:36:11
@giulio
Per l'Italia, uscire dall'UE significherebbe sommare una serie di svantaggi. E' vero che il Regno Unito l'ha appena fatto, anche se la procedura, solo formalmente, è stata conclusa da poco. In realtà, vi sono tanti aspetti ancora all'ordine del giorno, che si stanno definendo proprio in queste ore. L'UK è uscita dall'UE per tante ragioni. Politiche, ma ancor prima economiche. Ha una sterlina forte e una capacità di sviluppo diversa e più forte rispetto alla nostra, e Istituzioni politiche più stabili.
Ciò detto, l'Italia può benissimo rimanervi. Ma deve cambiare rotta e comportarsi diversamente. L'UE è un'opportunità, ma necessita chiarire i presupposti, con cui desideriamo confrontarci con gli altri Paesi membri e, soprattutto, dobbiamo interrogarci su quale tipologia di Unione vogliamo. Oltre a questo, dobbiamo essere capaci di manifestare più autorevolezza ed autorità quando sediamo al tavolo con i partners UE.
Ripeto, non è vantaggioso uscire dall'UE. Il punto è come vogliamo rimanere al suo interno.
massimobello
massimobello 2020-06-03 15:43:38
@Mario2
Il punto è proprio questo. Ecco perché mi sono permesso di fare qualche annotazione nel mio articolo, ponendo fondamentalmente qualche interrogativo per riflettere. Ciò non significa allontanarsi dal tavolo delle trattative UE, ma capire come debba sedersi l'Italia attorno a quel tavolo, che cosa realmente chiedere e sulla base di quali progetti.
A me pare, invece, che dietro la richiesta di fondi all'UE, l'attuale governo italiano non abbia alcun progetto organico. Ed è questo che mi preoccupa.
Interessante è la pioggia di risorse UE soltanto se c'è una strategia italiana, che ti permetta di spenderle. Ciò, invece, che non vedo, per quel che attenga l'Italia, è proprio quella strategia: sia per uscire definitivamente da questa emergenza pandemica che per uscire da questa recessione economica.
Glauco G. 2020-06-03 17:23:43
@massimobello. Punto 1 non ha capito nulla del mio commento..mai portato alla luce se è bene oppure no rimanere in Europa. Punto 2 non smentisce il mio punto ma stila una inutile classifica. Punto 3 vada a rivedere l'ultima puntata di report e poi vediamo come gestiamo bene la connettività Italiana..e me ne frego della sx oppure dx (sono 20 anni che siamo fermi al palo in fatto di connettività ma continuiamo a spendere ocme dei matti). Punto 4 lei ama chiedere di più io amo chiedere il giusto ma focalizzando le risorse dove servono e non a chi servono (troppo esperta la cosa per un politico..lasciamo stare..troppo distante il mio pensiero con il suo). Punto 5 conferma i bandi ma aggiunge dati inutili..mai detto che bisogna andare contro a nessuno ma solo che molte regioni (anche governate dalla dx) non hanno usufruito di soldi euroepi per far partire opere primarie (ma non è qui il luogo giusto per approfondire ma in tribunale..peccato che paticamente nessuno ha mai approfondito la cosa). Punto 4 lei pensa che le regole sono sempre rispettate e sempre vangono fatte rispettare con controlli mirati? contento lei. Io so solo che l'Europa sa come controllare e pur di non farci controllare evitiamo di prendere alcuni soldi Europei (e non dico altro). Punto 6 nemmeno commento..contento che lei pensa che tutti i soldi Europei non vanno alla mafia...peccato che esistono alcuni processi attuali e passati che la smentiscono ma evidentemente non è aggiornato oppure competente in materia e non affronto la cosa con chi nega che i soldi ingrassano ANCHE i mafiosi (è come affrontare un dibattito con chi nega l'esistenza della mafia in italia...decisamente inutile)... Punto 7 rindondante. inutile per me riprendere concceti già scritti sopra..spero non lo farà per allungare i suoi comizi.... Tutto il resto del comizio (non è un commento ma un comizio) non lo giudico ma posso solo dirle che forse..e ripeto forse...guardare gli altri come possibili alleati e/o partner srategici e non come " avversari" forse sarebbe più costruttivo. Per il secondo commento non parlo ma non credo sia informato dei fatti Inglesi (sono messi molto male ora)...quindi nessuna sterlina forte ecc...sono davvero messi male..la cosa che forse può consolare l'Inglese medio è il fatto che non ha la classe politica Italiana ma Inglese che a tentare di risolvere i molti problemi che hanno...ma credo sarà dura per loro (per i prossimi 5 anni come minimo)....io adoro L'Europa e se lei ha solo pensato il contratio..fa capire che non legge i commeti per capirli ma solo per farci politica...troppo distanti culturalmente per andare oltre. grazie
massimobello
massimobello 2020-06-03 20:33:34
@GlaucoG
Ho il timore, leggendo quanto ha scritto (anche confusamente), che Lei non abbia letto non solo i miei commenti e il mio articolo, ma non legge e non comprende neppure i suoi!
Ciò che scrivo o penso, in questa materia (l'Unione Europea) non è il frutto di notizie assunte da qualche trasmissione televisiva, ma da quasi vent'anni di di esperienza maturata nelle istituzioni comunitarie e in altrettanti anni di studio ed approfondimento di una branca a me cara e a cui mi sono e mi sto dedicando.
Per un istante, se ce la fa, lasci la contrapposizione politica e la velata animosità da una parte, e si concentri su come possa argomentare meglio e bene ciò che scrive.
Il mio commento precedente non è un comizio. E' semplicemente la risposta, declinata in punti, a quanto da lei asserito nel suo primo commento. Se quanto da me scritto non la soddisfa o non lo condivide, è affar suo. Comunque, mi spiace che lei non abbia capito nulla su ciò, di cui si sta discutendo. Ecco perché ritengo che ciascuno di noi si debba occupare ed interessare di ciò che sa e conosce.
Le dico una ovvietà. Si prepari meglio sull'argomento, la prossima volta, ed intervenga se ha cognizione di causa sulle politiche comunitarie e su tutto ciò che ruoti attorno a fatti e dinamiche UE. Perché nel suo lungo e confuso secondo commento (che non è neppure un comizio, ma un coacervo di banalità) confonde tanti aspetti, categorie, concetti e dinamiche, di cui non conosce affatto né la storia né l'evolversi. Non è colpa sua, mi creda, e non si può certo essere tuttologi.
Le dico un'altra ovvietà. Se non si sa argomentare e se non si riesce ad entrare nel merito degli interrogativi posti nel mio articolo, non è necessario intervenire e commentare. Si può anche rimanere in silenzio. Perché, spesso, intervenendo, si corre il rischio di uscire fuori dal seminato. Come Lei ha fatto puntualmente, senza dire nulla, ma sottolineando le solite amenità e i soliti luoghi comuni.
Le dico, ancora, un'altra ovvietà. Il fatto che io faccia politica non significa avere una visione distorta della realtà, come lei ha cercato di fare. Semmai, è il contrario. Proprio perché faccio anche politica e vivo la realtà di Bruxelles, ciò mi dà l'opportunità di osservare i fatti da più angolazioni e con cognizione di causa.
Ciò detto, legga meglio il mio articolo e il mio commento, o comizio a parer suo - che non sono, tra l'altro, esaustivi dell'argomento - e magari in un'altra occasione, quando avrà le idee più chiare e sarà più preparato sull'unione europea, ne riparleremo.
Un cordiale saluto.
conte1 2020-06-03 22:37:38
Massimo Bello mi faccia un grande favore, si candidi da sindaco alle prossime elezioni comunali di Senigallia, mandi a casa questa amministrazione, io la conosco in quanto ho parenti ad Ostra Vetere, si candidi, mandali a casa.
Glauco G. 2020-06-04 10:40:28
Vedo che lei è proprio un politico Italiano. Per come la penso io, terribilmente incompetente in tutte le materie da lei esposte (mio personale pensiero ovviamente). Come già detto, siamo troppo distanti per affrontare un discorso concreto, lei da politoco svia ogni argomento e non affronta nulla ma rimane sempre nel generico. Spero di tornare a votare un giorno (sia la sx che la dx) ma ad oggi vedo politici fatti con gli stampini..tutti uguali (sia di dx che di sx). buona giornata
Glauco G. 2020-06-04 10:43:37
Ultima cosa, sa la differenza tra me e lei? che lei mi trova incompetente confusionario e bla bla bla...e ammetto di avere lo stesso pensiero su di lei..la differenza sta che io da incompetente me ne sto a casa senza fare danni al paese oppure regione oppure comune...lei?
massimobello
massimobello 2020-06-04 14:58:27
@GlaucoG
Lei è davvero strano. Prima lancia il sasso e poi nasconde la mano. Ovvero, prima interviene nel dibattito, pretendendo di avere ragione, e poi scivola via, avanzando le solite amenità. Quelle amenità, che si usano quando si ha poco o niente da argomentare.
Invece di tacere, ha continuato a sproloquiare. Tra l'altro, lo ha fatto senza conoscere neppure l'argomento, pretendendo pure di avere ragione. E, con orgoglio, si è messo pure a fare la morale sulla politica.
Se avesse un po' di coraggio - e da quel che ha scritto non ne ha - ammetterebbe un po' di sana umiltà. Ma non ce la fa perché troppo orgoglioso. Un orgoglio, che lo ha portato a perdere il filo della matassa. Per poi, alla fine, perdersi tra i meandri del nulla.
Che io possa essere anche un politico, non vedo cosa vi possa essere di così singolare. Che lei non possa condividere il mio pensiero o le mie riflessioni, neppure. Eppure, lei persevera.
Eè lei che non ha voluto affrontare un 'discorso concreto'. E non ha voluto perché probabilmente non ha gli strumenti per farlo. Ma non vuole ammettere. Cioè, non vuole ammettere che possa esservi qualcuno che, forse, ne sa un po' più di lei. E, allora, si alza e va via, adducendo le solite scuse di chi non è in grado di affrontare un confronto serio su una questione articolata, come è appunto quella sull'Unione europea.
Le dico di più. o non svio proprio nulla. Anzi, entro nel merito. Lei, al contrario, farnetica. La differenza tra me e lei è che io parlo e scrivo se so cosa scrivere e se sono informato e competente in materia. Altrimenti rimango in silenzio, ascolto e, magari, faccio qualche domanda per saperne di più.
Lei, invece, ha la presunzione di sapere tutto, di essere un tuttologo e di poter dare lezioni a tutti. Al contrario di lei, io non ho alcuna presunzione perché mi occupo di ciò che so fare e che so fare.
Le differenze tra me e lei? Anzitutto, quella che quando intervengo non mi nascondo perché mi firmo con nome e cognome. Lei no. Poi, quella che faccio politica, come tanti miei colleghi, sapendo anche di non poter risultare simpatico a tutti, ma mi candido lo stesso, senza alcuna paura. Lei no. Infine, quella che io manifesto il mio voto e la mia appartenenza politica, senza alcun timore. Lei no.
E, da ultimo davvero, lei può avere tutte le opinioni di questo mondo su di me, dandomi anche dell'incompetente confusionario, come ha scritto. Rimane il fatto, però, che la sua reazione scomposta dimostra come lei sia infantile e disorientato.
Glauco G. 2020-06-04 15:50:22
Non vado oltre ma...secondo lei non dovrei fare la morale alla politica Italiana? ma scherziamo? lasci perdere con me alòtrimenti faccio io una lista di mafiosi, collusi, incompetenti, ecc della politica Italiana da 30 anni finoa d oggi. Sia ben chiaro, non accuso lei oppure nessuno (se non chi è stato giudicato dalla legge Italiana)...ma se mi scrive che non devo fare la morale alla politica italiana...per favore...faccia lei basta di fare la morale a noi cittadini...grazie e spero sia finita questa inutile discussione.
Glauco G. 2020-06-04 15:53:31
Ribadisco che solo che lei ha pensato fin da subito (e scritto diverse righe) sul fatto che l'Italia deve oppure non deve stare in Europa..io mai scritto una cosa del genere. se sbaglio mi faccia il copia e incolla di questa cosa...da li si capisce che è un politico e deve fare solo comizio. Non è infantilismo..è solo he se di fronte ho un uomo che legge un mio commento dove critico il colore azzurro e lei scrive proteggendo il viola...di coasa parliamo? risponda su quello che ho scritto..se lo trova confuso oppure non ha idea di cosa ho scritto..forse sono io che non mi so spiegare oppure lei a capiure..io ho la mia idea e sono sicuro che lei ha la sua..buona elezione a sindaco
massimobello
massimobello 2020-06-04 17:25:18
@GlaucoG
Anzitutto, io non sto facendo la morale ai cittadini, tanto meno a lei. Semmai, è lei che sta facendo la morale a tutti, a destra e a manca. Poi, io sto parlando con lei, non con altri.
Lei può fare, ripeto, tutto quello che vuole, ma si astenga da elucubrazioni 'qualunquiste' e di intervenire se non conosce l'argomento. Tutti non possono conoscere tutto.
Se ha una lista di mafiosi, collusi e di incompetenti, la renda nota. Ma questo non ha a che fare con il contenuto dell'articolo.
La permanenza o meno dell'Italia nell'UE, a cui ho accennato nel mio primo commento, è stata soltanto una premessa, con cui ho cominciato il mio primo commento e per introdurre l'argomento. Il fatto che lei non l'abbia capito, dimostra la sua malafede e il suo infantilismo percettivo.
Per il resto, che ha scritto, francamente, non saprei cosa dirle. Le dico solo che mi pare ancor più confuso di quando è iniziata questa conversazione. A lei, noto con piacere, piace la polemica e poco la sostanza degli argomenti. A me interesse ben altro.
Le do un consiglio. Parli e scriva su ciò che sa e su ciò, di cui ha cognizione e competenza. Non è necessario intervenire su tutto, come spesso lei fa con commenti indecifrabili ed incomprensibili, anche da un punto di vista stilistico.
Infine, io ho scritto il mio articolo e ho risposto al suo commento. Altro non ho da aggiungere.
Glauco G. 2020-06-04 18:22:20
non so se è andato l'altro mesaggio e non ho voglia di ribattere tutti i suoi inutili punti sul mio 1 messaggio...riporto solo quello che lei e ripeto lei ...ripeto lei ...e ripeto ancora lei...ha scritto la 1 volta che ha provato a ribattere al mio commento...LEI scrive " Anzitutto, non c'è bisogno di uscire fuori dall'UE. Non l'ho mai detto e neppure scritto. Sono da sempre un sostenitore dell'Europa. Credo, comunque, che questa Europa vada modificata. E per modificarla è necessario cambiarne la struttura portante, cioé i Trattati, che l'hanno istituita. Sappiamo tutti che è un processo articolato, ma è urgente farlo. Un'Unione europea federale (Manifesto di Ventotene di A. Spinelli) oppure un'Europa confederale. Il dibattito è aperto. A me piace un'Europa, nella quale sia chiara la supremazia della politica sull'economia. Non deve più esserci l'Europa delle burocrazia, delle banche e della finanza. Ma un'Unione, nella quale prevalga il diritto alla politica di governare le dinamiche di un Continente allargato." ORA..se lei si fa scrivere le cose da altri...allora ok ...ma se scrive LEI le cose..allora....scrivere "Anzitutto, non c'è bisogno di uscire fuori dall'UE. Non l'ho mai detto e neppure scritto". NESSUNO ha mai detto (in questo articolo) che dobiamo uscire dall'Europa e IO non ho mai scritto che LEI avrebbe detto una cosa del genere...se sbaglio (per la 2 volta) mi fa il copia e incolla dove avrebbe capito queste cose? lo capisce? lo capisce vero cosa sto scrivendo? in parte è un copia e incolla di quello che ascrive lei (nel viroglettato se non lo ha capito) poi ha scritto altri punti dove è solo comizio e nulla più. ripeto..per i collusi ecc..vada su wikipedia oppure su internet e capirà anche lei che in Italia ci sono stati politici corrotti collusi e disopnesti..mi dispiace che lo viene sapere solo ora e da me..ma la reltà dei fatti è questa...fa strano che un politico non ha idea dell'esistenza della mafia anche dentro i palazzi di gverno.
Glauco G. 2020-06-04 18:23:54
lei come tanti altri..davvero mi fa allontanare sempre di più dalla politica...e le scrive un uomo che votava FINI non PRODI...quindi pensi lei quanta poca stima ho di tutti voi (come politici). Riuscirà a fare basta e accettare che io non la considero capace e lei non considera capace me? oppure altro comizio?
massimobello
massimobello 2020-06-04 19:48:21
@GlaucoG
Su lei e su ciò che ha scritto, prima ho avuto qualche dubbio; ora ne ho la certezza.
Mi creda, la disistima è reciproca.
La prossima volta, però, si firmi, utilizzando il suo nome e cognome per esteso. Perché, vede, è facile tacciare altri di essere mafiosi quando chi, per primo, sproloquia, senza argomentare e senza cognizione, ma ha paura e timore (o altro) di farsi riconoscere con nome e cognome. questa condotta ha un nome solo: viltà.
Ciò detto, mi fermo qui. Ma lo faccio non perché temo il confronto. io mi confronto con chi è capace e da chi posso apprendere. E da lei posso posso apprendere solo viltà e miseria d'animo.
Mi fermo qui perché è inutile continuare a parlare con chi non ha il coraggio di firmarsi e con chi si nasconde, senza rilevare la sua vera identità. Non mi va di discutere con un 'avatar'.
Anzitutto, si manifesti, scriva il suo nome e cognome per intero. E, poi, si vedrà. Ma, soprattutto, scriva cose intelligenti, si informi, studi e approfondisca, si faccia un esperienza in questo settore (Europa) e acquisisca competenza.
Probabilmente, lei non conosce neppure il significato del termine 'comizio'. Lo usa a sproposito come a sproposito ha scritto i suoi commenti.
Alla fine di tutto ciò, ho compreso soltanto una cosa: a lei non interessa nulla dell'argomento. Lei ha a cuore soltanto una cosa: manifestare la sua antipatia nei miei confronti. Cosa che mi fa davvero piacere. Detto da lei, mi creda, è un piacere perché mi ha dato l'opportunità di capire che io, per fortuna, non sono stato, non sono e non sarò mai come lei.
henry
henry 2020-06-04 19:53:52
Massimo Bello, Glauco G e la "capacità di sintesi".....questa sconosciuta !!!!
massimobello
massimobello 2020-06-04 19:58:24
GlaucoG
Lei si è allontanato dalla politica da solo, non certo per colpa mia o di altri. Probabilmente, si è allontanato perché qualche politico non le ha fatto qualche cortesia, oppure perché non lo ha accontentato. Oppure perché si è stancato della politica in generale. Magari, ha votato il Movimento 5Stelle, ma poi è stato deluso dalle loro azioni e dalla loro ipocrisia. E, quindi, si è stancato anche di Grillo e di Di Maio.
In poche parole, nel corso degli ultimi trent'anni si è stancato di tutti. Ora, da orfano della politica, sta cercando di capire chi e cosa votare. Oppure, l'ha capito, ma non vuole dirlo. Forse, ha deciso di dare il voto di nuovo alla sinistra, al PD, oppure al Partito comunista di Rizzo. Oppure, ancora, a Forza Italia o al centrodestra, alla Lega, a Fratelli d'Italia. Oppure, al movimento di Emma Bonino.
Scommetto che è confuso. Ce l'ha con tutti. Ce l'ha con me. Ce l'ha con il mondo intero. Interviene, senza conoscere, su tutto. Con sproloqui e amenità, banalità. Critica senza conoscere e pretende di avere ragione su tutto. Ha liste fantomatiche di mafiosi, ma le tiene in tasca. Non ha il coraggio neppure di firmarsi con un nome e cognome per esteso, ma si erge a moralizzatore.
E, con questa ultima chiosa, ho terminato.
Glauco G. 2020-06-05 09:41:39
Adesso ha pure l'arrogansa di sapere perchè mi sono allontanato dalla politica? Ma che uomo è lei? mamma mia!! detto questo, si ..assolutamente vero...Probabilmente, mi sono allontanato perché qualche politico non mi ha fatto qualche cortesia, oppure perché non lo ha accontentato. Volevo un poliico che mi facesse la cortesia di goveranre senza avere interessi personali...volevo un politico che mi accontentasse come cittadino Italiano dandomi quello che un cittadino dorebbe avere..ma invece siete stati tutti uguali...tutti a mangiare e a vivere di "potere". e per finire..assolutanmente si..lei è l'esempio più lampante perchè me ne sto lontano..le piacerebbe vivere dove lei è fuori dai giochi quando le cose non vanno bene ma dentro quando le cose vanno bene vero? e invece lei ha avuto e avrà lo stesso potee di tutti gli altri..mi allontana dalla politica come hanno fatto tutti gli altri. Movimento 5 stelle? dichiaro di non votare da 15 anni e lei scrive movimento 5 stelle? ho detto che hovotato Fini come ultimo politico...parliamo di circa 20 anni...e oto 5 stelle? per me votare 5 stelle è inutile come votare lei..votare loro è uguiale a votare lei..quindi non voto. Le è vhiaro ora? @henry il suo commento credo sia specciato anche al nopstro politico di turno vito il comizio che fa ogni volta...bravo. n non ho la sintesi..quindi? ora sta tutto il giorno con il ddolore? spero di no.
massimobello
massimobello 2020-06-05 12:11:29
@GlaucoG
E' ancora confuso. Molto confuso. Il suo livore è alle stelle. Si calmi. Sproloquia ed è pieno di rancore. Si calmi, ma soprattutto manifesti il suo nome e cognome per intero. Non si firmi GlaucoG, ma abbia il coraggio di di scrivere il suo nome e cognome. Rilegga quello, che ha scritto, e cominci a vergognarsi. Lei è un cittadino, come lo siamo tutti. Ma soprattutto, cominci a firmarsi con nome e cognome, senza nascondersi dietro @GlaucoG.
Si chiarisco con se stesso e rinsavisca. E, soprattutto, scriva con ordine e stile. Metta nome e cognome nei suoi commenti. E' segno di civiltà e di educazione presentarsi, dicendo il proprio nome e cognome. Ma, forse, l'educazione e la civiltà sono 'categorie' lontano da lei.

P.S. Ha visto, @GlaucoG, che so scrivere anche poche righe, con il dono della sintesi, senza fare alcun comizio? Una questione di allenamento. Così facciamo contento anche @henry
massimobello
massimobello 2020-06-05 12:14:50
@GlaucoG
In sintesi: confuso, con livore, sproloquio, senza nome e cognome (anonimo), poco educato, fuori tema.
Glauco G. 2020-06-05 16:32:08
.lei è un personaggio pubblico e lei si firma con nome e cognome..io posso anche stare con il mio nome (da libero cittadino e il nome non è anonimato sia ben chiaro..ma non pretendo che capisca la base della libertà civile) oppure inizia con i metodi del passato dove obbligate le persone a fare le cose? complimenti..si candidi a sindaco come hanno proposto...sarà bello vedere quanta stima gode qui da noi. buon aserata.
Glauco G. 2020-06-05 16:34:50
Ora dichiaro tranquillamente che non vale la pena continuare a riponderle perchè lei, negli ulti commenti ha sapuuto solo insultare e non mi aspetto insulti da un politico....un politico non deve insultare come non deve chiedere solo soldi per avere sempre piu soldi...complimenti al vostro paritto che annovera tra le sue file personaggi così di elevato spessore politico.
massimobello
massimobello 2020-06-06 09:08:57
@GlaucoG
La buona educazione, ancor prima che il dovere giuridico, vorrebbe che chiunque si presenti col suo nome e cognome laddove parli od interloquisca con altri. Ma prendo atto che non sia sempre così. E' difficile spiegarle la base delle buone maniere. Se ancora non le ha imparate, è un suo problema.
Lasci perdere la questione delle libertà civili. Per lei è un campo minato, visto che non sa neppure di cosa sta parlando.
Insultare lei? Non mi permetterei mai! Confuso, con livore, sproloquio, senza nome e cognome (anonimo), poco educato, fuori tema: se pensa davvero che queste siano offese, significa che lei non conosce neppure le fondamenta della lingua italiana. Semmai, controlli e rilegga ciò che lei ha scritto.
Lei è un oceano di contraddizioni. Scrive a sproposito e lo fa con livore, perdendosi in ragionamenti del tutto fuori dalla portata della buona educazione.
Tutti hanno diritto ad un nome ed un cognome. Soltanto che lei si vergogna e si astiene da dircelo. Se è davvero un uomo e se davvero crede in quello che scrive, si firmi e si manifesti con il suo vero nome e vero cognome.
Le patenti di stima non è certo lei che le distribuisce. Proprio lei, che non ha il coraggio neppure di firmarsi, ha la pretesa di giudicare! Suvvia, sia più serio.
Le dico un'ultima cosa. Ha voluto polemizzare, sfogandosi, e ha scritto i suoi commenti, sproloquiando a destra e a manca. Ha avuto il suo momento di celebrità e di visibilità. Così è stato. Ora, ritorni a fare quello che ha fatto sempre e non parli più di politica. Mi creda, lasci perdere. Non fa per lei. Impari un po' di educazione e, soprattutto, impari a firmare ciò che scrive. Lo faccia con il suo nome e cognome, quelli veri. Sempre che ne abbia il coraggio. Nascondersi è segno di debolezza e sproloquiare disordinatamente è segno di confusione.
Candidarmi a sindaco? Non rientra tra i miei obiettivi. Si candidi lei.
Glauco G. 2020-06-08 09:46:31
citando lei...."vorrebbe che chiunque si presenti col suo nome e cognome laddove parli od interloquisca con altri". : Affermazione puramente ditattoriale. ....."E' difficile spiegarle la base delle buone maniere" : Accetto la critica ma dobbiamo tenere presente che è stata fatta da un POLITICO che sta continuando a rispondere con insulti e non articola più le cose ma sa solo accusare. ...."Lasci perdere la questione delle libertà civili" : Parla l'esponente del parito più liberale d'Europa......" Insultare lei? Non mi permetterei mai!" : Infantile è uno dei tanti insulti. se scrive ma non sa cosa scrive la capisco bene visto che è un Politico ma non tutti leggiamo con la tessera di partito in mano e quindi le diamo ragione anche quando non ha ragione. ..."senza nome e cognome (anonimo), poco educato" : Anche qui denota mancanza di competenza della lingua Italiana ..Glauco è un nome...G. è l'abbreviazione del cognome...anonimo è colui che non mette ne nome ne cognome...non vado avantic on il commetno perchè si capisce bene dove potrei arrivare ....... "Se è davvero un uomo e se davvero crede in quello che scrive, si firmi e si manifesti con il suo vero nome e vero cognome" : classico atteggiamento aggressivo da bullo che non vede un uomo virile chi non ama dare il cognome a tutti (ripeto cognome non nome) bel politico..proprio bel politico.... "Le patenti di stima non è certo lei che le distribuisce"...ovviamente n..ma ci sarà un perchè qui sono in 14 a votarvi da 15 anni a questa parte (parlo della dx in generale..e 1 ero io)?...."Ha avuto il suo momento di celebrità e di visibilità" su SenigalliaNotizie? queasta è la sua notorietà? di nuovo ovmplimenti per il suo status da politico e da come capisce bene le cose hi hi ....."Candidarmi a sindaco? Non rientra tra i miei obiettivi. si capisce bene il perchè"...unica mossa azzeccata che ho letto fino ad ora... Buona gironata
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!