SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il Centrosinistra ufficializza la candidatura di Volpini alle prossime amministrative

Mangialardi: "Volpini è la persona giusta per competenze e capacità"

1.900 Letture
commenti
Cantina Mezzanotte Senigallia - Natale in Cantina a dicembre 2019

La coalizione di centrosinistra ha ufficializzato la candidatura di Fabrizio Volpini alle prossime elezioni amministrative: sarà lui a rappresentare a maggio 2020 la continuità con l’attuale maggioranza. Nessun colpo di scena quindi: la maggioranza non aveva mai fatto mistero della scelta del medico senigalliese; ora, nella mattinata del 6 dicembre, è arrivata anche l’ufficializzazione.

Una scelta approvata dai più ma non del tutto indolore: negli ultimi mesi si sono palesati diversi “mal di pancia” che sono sfociati con le dimissioni di Gennaro Campanile, che non ha mai nascosto la sua volontà di concorrere alla poltrona di primo cittadino; il Capogruppo del Partito Democratico del Consiglio Comunale Luca Santarelli ed infine anche i Giovani Democratici avevano espresso qualche perplessità sul modus che aveva portato alla scelta del candidato PD.

Quella di Volpini rimane comunque una scelta sostenuta da diverse correnti e liste civiche che hanno dato il placet alla sua nomina: attorno del candidato sindaco siedono, oltre ad ovviamente il Partito Democratico, Diritti al Futuro, Vivi Senigallia, Obiettivo Comune, Partito Socialista, Partito Repubblicano e una lista civica in itinere che nascerà dalle ceneri di Progetto in Comune ed intorno al capogruppo Maurizio Perini.

A rompere gli indugi è stato il sindaco Maurizio Mangialardi: “Un percorso lungo e condiviso che è iniziato già prima dell’estate: in questo lasso di tempo ci siamo dati delle regole condivise per un percorso democratico che portasse all’individuazione di un candidato di coalizione. Ora che non servono più le primarie non prenderemo in giro i cittadini facendole finta di farle: Volpini è la persona giusta per competenze e capacità; il suo curriculum e la sua storia parlano per lui: Senigallia non si governa con la sola empatia, con le pacche sulle spalle né tanto meno con l’improvvisazione. Non possiamo negare che qualche tensione ci sia stata: è fisiologico in un percorso di questo genere, oggi però siamo convinti del nome che può rappresentare al meglio il centrosinistra e la città di Senigallia”.

Sulla stessa linea anche il segretario del Pd cittadino Giulio Donatiello che ha voluto sottolineare come la strada delle primarie fosse aperta a tutti: semplicemente era stato vagliato un regolamento al quale bisognava attenersi per concorrere.

Poi è stata la volta del coordinatore di Diritti al Futuro Simone Ceresoni: “Voglio iniziare sfatando qualche luogo comune: Fabrizio non è certo in cerca di una posizione; stiamo parlando di un affermato professionista che ha deciso di mettersi a disposizione della città e per questo non possiamo non ringraziarlo”. Ceresoni ha voluto anche specificare la sua volontà di non candidarsi per le elezioni del 2020: “La mia esperienza si è conclusa in modo molto positivo e non si ripeterà ma darò una mano alla coalizione contro il dilagare delle destre xenofobe e regressive”.

Si è unito al coro anche Pasquale Bencivenga del Partito Socialista che ha tenuto a precisare che sulla candidatura di Volpini “non c’è stata alcuna forzatura, tutt’altro, e il partito si presenterà in aggregazione con altri raggruppamenti”.

A confermare il loro sostegno anche Vivi Senigallia e Obiettivo Comune, rappresentati al tavolo da Lorenzo Beccaceci, consigliere comunale di Vs con delega a sport e politiche giovanili e l’assessore Enzo Monachesi.

Tra coloro che sosterranno Volpini anche Maurizio Perini, attuale capogruppo di Progetto in Comune che si era candidato 5 anni in alternativa al Pd di Mangialardi prima di essere nominato consigliere delegato alla protezione civile: “Anche se alle scorse elezioni ci siamo presentati come alternativa alla maggioranza, durante il nostro percorso abbiamo visto convergere le nostre linee programmatiche: così sarà anche in futuro quando apporteremo il nostro contributo per un programma concreto”.

A chiudere l’incontro è stato l’ex assessore al bilancio Michelangelo Guzzonato che ha voluto certificare e sottolineare la bontà della scelta ricaduta su Fabrizio Volpini tracciando già i prossimi traguardi a cui deve mirare la città: green economy, sviluppo urbanistico sostenibile, turismo e soprattutto solidarietà.

Unico assente illustre è stato proprio il candidato del Pd Fabrizio Volpini che non era presente all’incontro presumibilmente a causa dei suoi non pochi impegni in qualità di consigliere regionale.

Commenti
Ci sono 4 commenti
centr100
centr100 2019-12-07 16:24:24
Cioé: Volpini non era presente???
Ma fate sbellicare dalle risate!!!
lory
lory 2019-12-07 18:12:05
Ma già al primo incontro é assente?
Cominciamo bene!!!!!
octagon 2019-12-08 07:53:47
Ma manco fosse l'unico candidato in tutta Senigallia, mi viene ribrezzo solo il pensiero di mettere una croce sopra il suo nome, visto poi che fine hanno fatto i voti del sig. perini, non darò il voto neanche chi si sta comportando nella sua stessa maniera, il campanile!
mik76
mik76 2019-12-08 14:16:39
Sig. Octagon parlare di perini è come sparare sulla croce rossa. La dignità questa sconosciuta
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie

Ritiro dell'asporto su ordinazione

Ritiro del cibo d'asporto su prenotazione a Senigallia e dintorni

Generi alimentari, di necessità e piatti pronti: consegne a domicilio






Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura