SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Nuovi alberi abbattuti a Senigallia, ma non siamo sorpresi”

"Problemi oggettivi in viale Anita Garibaldi, ma ci sono stati decenni di incuria e manca un progetto per il futuro"

2.230 Letture
commenti
SenigalliaNotizie.it - Vetrina Aziende
Ramo spezzato su viale A. Garibaldi, intervento dei Vigili del Fuoco

L’annuncio di nuovi abbattimenti di pini del viale Anita Garibaldi non ci sorprende più di tanto.


Siamo ben consci delle problematiche create dalle alberature su quel viale e su alcune strade limitrofe e della necessità ed urgenza di porvi rimedio.

Problemi dovuti non alla specie, i pini, in quanto tale, ma a decenni di incuria e mancata manutenzione da noi più volte denunciate. La convivenza con i pini in città è possibile, per rendersene conto basta fare un giro nelle città della vicina Romagna.

Il problema non si risolve però con tagli occasionali, con decimazioni sempre legate al contingente. Quello che è sempre mancato e che chiediamo con forza è una visione generale e volta al lungo periodo, perché non possiamo permetterci di perdere gradualmente un patrimonio ambientale così importante come quello costituito dalle alberature storiche, vanto per decenni della nostra città e di generazioni di passati amministratori. Questo soprattutto in un periodo in cui la crisi climatica si fa ogni giorno più evidente.

Occorre mettere mano ad un progetto a lungo periodo che preveda il mantenimento delle alberature dove possibile e la sostituzione in maniera adeguata dove questo si dimostri inevitabile.

Esistono tecniche e metodologie di intervento moderne e sempre aggiornate, ci sono esperti del settore che si possono consultare, come il dottor Giovanni Morelli. Citiamo questo professionista perché, oltre ad essere considerato il massimo esperto del settore in Italia, ha anche lavorato in passato per il comune di Senigallia.

A tal fine riteniamo necessario mettere insieme esperienze e competenze che elaborino idee e progetti volti al futuro, in maniera serena e lungimirante.

Al contrario, con gli interventi occasionali ed improvvisati riteniamo non si vada molto lontano e, soprattutto, non si faccia il bene della città.

Foto di repertorio

Commenti
Ci sono 3 commenti
Glauco G. 2019-11-26 15:20:35
Finalmente un articolo (a mio parere) che critica l'operato del comune in maniera costruttiva ed esponendo anche delle possibili soluioni..un articolo che non vve nel mondo delle fate ma che è ben consapevole che ora (oggi) dobbiamo rimediare ad errori passati 8sia di incuria e sia decisionale su cosa piantare).... purtroppo oggi dobbiamo ripriastinare le strade e marciapiedi e i soldi non sono tanti...purtroppo immediatamente va tolto (forse) per rimediare agli errori passati ma, come detto nell'articolo..urge uno studio vero e professionale su cosa fare (invece di tagliare e basta)..complimenti..vi ho criticato tanto in passato ma ora vedo un salto di qualità notevole nel portare alla luce una critica oppure un disappunto.
favi umberto 2019-11-27 06:43:30
Ma quale costruttivo: Se abbattono le piante malate o per migliorare la città come in Piazza Garibaldi e stazione ferroviaria protestano, se abbattono le piante perchè è indispensabile per la sicurezza come via Anita Garibaldi e Via Don Minzoni criticano. Le soluzioni non competono a loro. Per me rimangono solo ROMPISCATOLE!
octagon 2019-11-27 08:22:09
Purtroppo sono piante che sono diventate molto grandi, in alcuni casi stanno rigonfiando i marciapiedi delle case, vorrei vedere voi che fareste, gli aghi di pino, essendo materiale legnoso, non è sufficiente una invernata per la sua biodegradabilità, e rimangono dentro i tombini a non far passare l'acqua,sono migliaia di euro di danni ogni anno, tra l'altro il lume di uscita di alcune catatoie sono otturate dalle stesse radici, anche via Matteotti sono nate tantissime proteste, ora in primavera è la più fotografata! In romagna, tanto per citare l'articolo, ci sono altre città che le stanno sostituendo, Ravenna, Bologna, e potrei citarne altre, pertanto non rompete i @@@@@@ e fatele sostituire con altre essenze migliori.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!