SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
La Cresciamia - Crescia, torta al testo, cresceria - Lungomare Alighieri Senigallia

Mercantini di Senigallia, flash mob per Giacomo Leopardi

Il 28 maggio in tutta Italia era la giornata nazionale dell'Infinito

Flash Mob per Leopardi

28 maggio 2019, giornata nazionale dell’Infinito di Giacomo Leopardi. A duecento anni dalla creazione di quella che viene considerata una delle più belle liriche della Letteratura, il Ministero dell’Istruzione ha invitato tutti gli studenti delle scuole italiane ad uscire dalle aule per recitare nel proprio territorio l’Infinito.

L’appuntamento in tutta Italia era fissato per le 11.30. E così 40 alunni delle classi Terze della “Mercantini”, accompagnati dai docenti Ferro, Gresta, Palmas e Spinozzi, suddivisi in piccoli gruppi, hanno accolto la proposta e si sono recati all’ingresso del supermercato Conad di via Sanzio, nel parcheggio di Acqua e Sapone in via Verdi, all’ingresso del Poliambulatorio di via Campo Boario, in diversi punti del cortile interno del nostro Ospedale. I ragazzi hanno recitato più volte la poesia e hanno distribuito il testo a tutti i passanti; alcuni sorpresi si sono fermati ad ascoltare, altri più curiosi hanno chiesto spiegazioni, molti infine hanno solo allungato lo sguardo e preso il volantino.

Una semplice esperienza di vita scolastica, alternativa e aperta al territorio, che ha consentito ai ragazzi di approfondire un testo e leggerlo anche in chiave contemporanea, avvicinandosi ad un giovane poeta di appena vent’anni, di due secoli fa, e scoprire tra i versi pensieri, inquietudini, sogni di oggi. Particolarmente significativo è stato leggere l’Infinito in Ospedale e regalare bellezza in un luogo di fragilità, distribuendo il testo al Pronto soccorso, a chi era in attesa del responso di un esame, a chi arrivava in visita ad un famigliare ammalato.

Guardare oltre la “siepe” cantata dal Leopardi è il primo obiettivo della scuola; consentire ai ragazzi di andare oltre il proprio limite, di amare il “silenzio” e la “quiete” per dare spazio al pensiero e all’immaginazione. Uscire dalle aule e recarsi nei luoghi di vita quotidiana è un piccolo passo oltre la siepe denso di valori simbolici. Dare voce al grande poeta marchigiano unendosi agli studenti di tutte le scuola d’Italia, alle 11.30, è stata un’esperienza davvero emozionante.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura