SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
BMW Service Cappello Antonio - Officina approvata BMW a Senigallia

Senigallia, 45enne condannato per estorsione

Avrebbe preteso il pagamento di 500 euro come “risarcimento” per un affare saltato

1.403 Letture
commenti
toghe, giudici, udienza, tribunale, processo

Avrebbe estorto con la forza la somma di 500 euro come “risarcimento” per un affare saltato. A finire alla sbarra un 45enne di Ancona che, a seguito di una compravendita poi sfumata di una vettura, avrebbe preteso dalla controparte 500 euro come indennizzo; denaro che sarebbe stato prelevato dal mancato acquirente sotto minaccia.

L’episodio risale al 2013. L’estorsione sarebbe iniziata con una serie di minacce verbali e si sarebbe concretizzata il 28 luglio 2013,  quando il 45enne avrebbe prima schiaffeggiato la vittima, un  macellaio fanese,  per poi costringerlo a recarsi in sua presenza di fronte ad un bancomat e ritirare la somma di 500 euro. L’imputato, secondo quanto contestato dagli investigatori, aveva confiscato lo scooter della vittima ed i suoi documenti personali. Per la restituzione avrebbe dovuto pagare 250 euro.

Il 45enne, attualmente in regime di semilibertà, ha ricevuto nella giornata del 5 dicembre dal collegio penale presieduto dal giudice Carlo Masini una stangata di cinque anni di reclusione. Il pm Valentina Bavai aveva chiesto 3 anni e 4 mesi. La vittima si è costituita parte civile.

 

Lorenzo Ceccarelli
Pubblicato Mercoledì 12 dicembre, 2018 
alle ore 4:01
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno