SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Nuovo segretario per i Giovani Democratici di Senigallia

A 10 anni dalla fondazione dell'organizzazione eletto il 21enne Francesco Molinelli

PesaroUrbinoNotizie.it
Congresso dei Giovani Democratici di Senigallia
A dieci anni, nella giornata di domenica 18 novembre, dalla nascita dei Giovani Democratici, l’organizzazione giovanile senigalliese rinnova, con il Congresso tenutosi lo scorso giovedì, la carica di Segretario di Circolo. La guida passa ora a Francesco Molinelli, che sarà affiancato da Damiano Priante in qualità di Vicesegretario.

Dieci anni che hanno visto il nostro circolo attivo sul territorio comunale con tante iniziative su temi importanti per i giovani, ma non solo: si è spaziato dall’Ambiente, con le due mostre fotografiche in occasione della Giornata Mondiale della Terra, all’Europa, con il corso di formazione sulle Politiche Europee; dalla molto partecipata iniziativa al San Rocco sul nucleare e le risorse rinnovabili, al tavolo di confronto organizzato per affrontare le questioni etiche e scientifiche legate alla Sperimentazione Animale; dal caso Cucchi, con la partecipazione della sorella Stefania e dell’avvocato Fabio Anselmo, al tema delle mafie, sul quale si è tornati in più occasioni con il Presidente dell’associazione anti-racket “Coordinamento Libero Grassi” Marcello Ravveduto e il responsabile di Libera Francesco Coltorti o con la Sen. Rosaria Capacchione. E poi ancora, dal centrale tema del Lavoro giovanile e del Fare Impresa, ricordiamo la serata al Centro Sociale delle Saline che ha visto la partecipazione dell’On. Emanuele Lodolini all’incontro “Lavoro Oggi”, al Bike-Sharing; dall’iniziativa molto importante sul Cyber-bullismo con la Sen. Elena Ferrara, alla serata “Fake News: dalle origini a Trump con Piermatteo Grieco, l’ideatore de “Il Superuovo”.

Gli appuntamenti, gli eventi e le iniziative tenuti dalla Giovanile in questi anni sono in realtà ben più numerosi, ma non è tempo di elenchi: è tempo di ripartire.
Francesco, classe 1997, laureando in Scienze politiche e delle relazioni internazionali presso l’Università di Urbino, all’atto di presentare la propria candidatura, ha messo in programma  tante ed ambiziose proposte, che si possono ridurre a tre parole base: giovani, territorio e cambiamento. Perché il rilancio di cui ha bisogno la nostra comunità è tutto lì: nel vivere appieno e al meglio la realtà che ci circonda. Nel dare un orizzonte ai giovani che non coincida sempre con l’estero. E soprattutto, nel cambiare approccio, ricucendo quello strappo che sembra allontanare la politica dalla comunità dei cittadini, creando due mondi distinti, quando quello che abitano è invece proprio lo stesso.

Tutti gli iscritti tengono di cuore a ringraziare i Segretari che in questi anni si sono succeduti – Alberto Bartozzi, Marco Pettinari, Boris Diotalevi e Michele Carotti – e son pronti a impegnarsi, in questo nuovo mandato, sotto la guida del Segretario, al quale va un grande augurio di buon lavoro.
Commenti
Solo un commento
Antonio 2018-11-18 22:40:08
"ricucendo quello strappo che sembra allontanare la politica dalla comunità dei cittadini".... Con questa frase anche i giovani del PD, come i "vecchi", dimostrano di aver capito poco, anzi nulla, della situazione che si è creata in Italia. La politica non si è allontana dalla comunità dei cittadini, è il PD che si è allontanato dagli italiani solamente per interesse personale, curando quello che faceva comodo a loro e ignorando l'italiano. Il 4 dicembre 2016 e il 4 marzo 2018, l'italiano si allontanato si, ma non dalla politica, dal PD. I voti che hanno preso il M5S e la Lega la dicono lunga su cosa l'italiano vuole dalla politica. Solo il PD non lo aveva capito, e quindi ha pagato pegno, e in maniera anche pesante. Un partito come il PD, sia che sia composto dai "vecchi" o dai giovani, non potrà mai andare a favore degli italiani perchè il loro Dna non corrisponde con quello che gli italiani desiderano. Non sono razzisti o fascisti i Di Maio e i Salvini, è il PD che è su un'orbita tutta sua che non è la stessa del popolo italiano.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura