SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Posizionamento su motori di ricerca

Senigallia, episodio razzista diventa virale: “Spostati negro”

La denuncia sui social: il racconto postato da Beatrice Brignone ha scatenato l’indignazione dei senigalliesi

5.856 Letture
commenti
episodio razzista diventa virale: “Spostati negro”

Presunto episodio di razzismo a Senigallia a cavallo tra il 29 e 30 luglio. A riferirlo un genitore che ha raccontato sui social quanto accaduto al figlio adolescente: “Mio figlio 14enne tornato dal campus di Senigallia. Una sera in centro un uomo con svastica sul collo gli ha detto ‘spostati dalla porta negro’. Jo ha ubbidito e ha sempre più paura. Da padre cosa mi consigli matteo salvini?Non è ora di smetterla”.

Il tweet è stato ricondiviso su facebook la segretaria nazionale di Possibile Beatrice Brignone: “Mi vergogno, mi scuso e provo una grande angoscia a leggere una cosa del genere. Non può e non deve rimanere un gesto privo di conseguenze”.

Il post in 5 ore è divenuto virale collezionando commenti e ben 76 condivisioni: tantissimi le frasi che denunciano l’episodio: “Che dispiacere. Senigallia non è così!!!” e “Pensavo che queste cose fossero superate. Per quanto riguarda il mio paesino sino ad una decina di anni fa non credo di aver mai sentito insulti razzisti o omofobici. Le persone ora danno il peggio di sé. O prima si era migliori o vivevo in un mondo di silenziosi ipocriti. I social hanno sdoganato il peggio di noi” e ancora “Vergogna. Un paese che rinnega la propria umanità è un paese alla deriva. Mi Aspetto segnali forti e chiari di dissenso”.

Non mancano voci che ritengono che il singolo episodio venga in qualche modo strumentalizzato “Da Padre Mi Dispiace infinitamente per l’accaduto specialmente nella città in cui vivo. Ma non bisogna strumentalizzare tutto questo Beatrice Brignone non si può sempre fare d tutta un’erba un fascia se c’è qualcuno ancora oggi cosi ignorante è perché i media hanno battuto ferro su questi punti sbagliati generalizzando ed estrapolando situazioni negative per far più notizia e cmq distanti dalla gente normale io in giro vedo solo rabbia per una politica sbagliata che ha portato il popolo solitamente solidale a prendersela con le persone che non centrano niente con tutto questo non giustifico in alcun modo questi gesti, mi dà fastidio solo il fatto che si parli solo di notizie che fanno scalpore ma non delle belle notizie! Quelle che tutti i giorni accadono nella nostra Città”.

Commenti
Ci sono 3 commenti
Mario2 2018-07-30 21:03:42
Non mancano voci che ritengono che il singolo episodio venga in qualche modo strumentalizzato, mi scusi ma solo oggi ne sono usciti 5 di episodi simili sui giornali, pensare che sia una strategia della sinistra contro Salvini (che non ho votato preciso) mi pare scontato. Del resto anche lei si rivolge a Salvini, dovrebbe rivolgersi alla polizia e denunciare chi a commesso il fatto non le pare? Quando dei tossici mi hanno rubato la bici non sono andato ad appendere cartelli contro Pannella.
1 Verificare l'episodio, prima di emettere la sentenza
2 individuare il colpevole, quanta gente c'è a Senigallia con una svastica tatuata sul collo?
3 punire in base alle norme vigenti
Difficile?
octagon 2018-07-31 04:42:14
In un intervista pubblicata qualche giro fa di salvini a detto:"con questi di sinistra governerà 100 anni" non ha tutti i torti!
elisas7312 2018-08-10 08:46:59
Buongiorno... sono la madre del ragazzo in questione. Mi sono rivolta a Salvini per il semplice motivo che sono stanca che un MINISTRO DELL'INTERNO sia così veloce a condannare i gesti degli extracomunitari mentre per gli episodi di razzismo non ne faccia alcuna menzione. Questo è un problema enorme visto il diffondersi di questi gesti di intolleranza continuamente (e sono passati diversi giorni, ma continuano a succederne di tutti i colori... ora li chiamano gesti goliardici). Per quanto riguarda se l'episodio è successo o no, la farei parlare con mio figlio che ha ben chiaro cosa gli è successo e cosa ha provato. Il maresciallo dei carabinieri mi ha contattata ed è stato gentilissimo... ma mio figlio è già tornato a casa (siamo di Torino) e ha solo voglia di buttarsi questa triste vicenda alle spalle (vi ricordo che ha 14 anni). Io chiedo solo che si condannino nella maniera e nelle sedi opportune questi gesti, che non passino inosservati. Abbiamo tutti ben chiaro cosa è successo durante il periodo fascista.. si inizia con piccole intolleranze e poi?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura