SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, gastroenterologia: assicurati i livelli essenziali di assistenza

Mangialardi: "Le problematiche emerse sono esclusivamente legate alla reperibilità di medici su scala regionale"

1.818 Letture
commenti
Centro Mini Service Cappello Antonio - Officina approvata Mini a Senigallia
Maurizio Mangialardi

I livelli essenziali di assistenza dell’Unità operativa complessa di Gastroenterologia di Senigallia non sono in discussione e le problematiche emerse sono esclusivamente legate alla reperibilità di medici su scala regione. È quanto si apprende al termine dell’incontro convocato d’urgenza nella giornata del 1 luglio dal sindaco Maurizio Mangialardi, per avere chiarimenti immediati dopo le voci circolate nel fine settimana circa la possibile sospensione dei ricoveri.

All’incontro, oltre al sindaco, hanno partecipato l’assessore alla Sanità Carlo Girolametti, il consigliere regionale Fabrizio Volpini, il direttore dell’Area vasta 2Maurizio Bevilacqua, il dirigente della Uoc Eugenio Brunelli, e il coordinatore direttore medico ospedaliero Stefania Mancinelli.

Per far fronte alle già citate criticità interverrà un accordo di integrazione tra i dirigenti medici della dell’unità di Senigallia con quelli della sua articolazione di Jesi. Causa due cessazioni impreviste di specialisti a Senigallia e un collocamento a riposo a Jesi, i cinque medici che rimarranno complessivamente in servizio si faranno carico di garantire attività endoscopiche già programmate per esterni, screening del colon retto, attività endoscopiche per interni ricoverati, consulenze e ambulatori specialistici, nonché, su Senigallia, la continuità assistenziale nelle 24 ore per le urgenze ed emergenze endoscopiche di Area vasta 2, che rappresenta la specificità propria della Uoc di Senigallia, secondo l’ottica prevista dalla rete clinica Asur.

I ricoveri della disciplina di Gastroenterologia di Senigallia saranno distribuiti e assicurati secondo criteri di appropriatezza e previa condivisione tra le parti interessate dalle Unità operative di Medicina, Chirurgia generale e Obi-Murg. A tal proposito, sono stati individuati criteri condivisi di gestione dei ricoveri e accettazione dei pazienti di area gastroenterologia all’interno del dipartimento medico, chirurgico e di emergenza, a valersi nell’arco temporale di sussistenza della criticità e nelle more degli esiti di procedure di reclutamento in atto.

Su quest’ultimo punto, durante l’incontro è stato deciso che, essendo esaurita la graduatoria di Gastroenterologia per l’assunzione di personale a tempo indeterminato, e considerata l’assenza di disponibilità ad accettare incarichi a tempo determinato, come previsto dalla normativa vigente è possibile indire un nuovo concorso nazionale per il reclutamento di due medici a tempo indeterminato. Tale concorso sarà indetto entro la settimana e i primi due posti saranno riservati a Senigallia.

Ciò che più mi preme in questo momento – afferma il sindaco Mangialardi è rassicurare i cittadini sul mantenimento dei livelli essenziali di assistenza. Ringrazio l’intera struttura per la disponibilità fornita, volta a sopperire alcune criticità contingenti e impreviste. Molto importante, poi, è l’essere riusciti a ottenere l’avvio immediato di in concorso pubblico nazionale che consentirà di dare stabilità alla Uoc di Gastroneterologia”.

Commenti
Ci sono 4 commenti
iz6qzm 2018-07-03 00:31:11
Premesso che stiamo parlando di Servizio Pubblico nelle mani di dipendenti pubblici, pagati e soggetti alle regole dallo Stato, è evidente che il “peculato per distrazione” dovrà essere verificato dai competenti organi di controllo; qualcosa non ha funzionato nel rispetto di un servizio pubblico e nel rispetto della sicurezza della salute pubblica. E’ ovvio che tali situazioni non devono accadere. Se accadono, oltretutto in una struttura recidiva dal punto di vista funzionale, le cose diventano gravi e soggette a possibili interventi della Magistratura. Tali malfunzionamenti, specialmente di tipo organizzativo, non devono assolutamente accadere. Non è ammissibile spostare personale se non esiste già una sostituzione. Inoltre, quando un impiegato dello Stato va a riposo deve aver dato le dimissioni uno o due mesi prima, in funzione degli anni di servizio prestati; quindi la mancanza di copertura era già nota! La salute della gente non può dipendere da una gestione allegra della Sanità. Ci potrebbe essere il reato di “interruzione di servizio pubblico”. La Corte Costituzionale (15 giorni fa) ha decretato che i tagli ai finanziamenti alle Regioni voluti dai governi Renzi e Gentiloni sono illegittimi e li ha vietati perché notevolmente incidenti sulla Sanità pubblica che è un diritto previsto in Costituzione. Tutte le misure peggiorative sui reparti ospedalieri dovrebbero subito cessare e ritornare al condizioni in cui erano nel 2014. Senigallia è stata molto colpita, contrariamente alle altre province della regione, anche per il mancato intervento, a suo tempo, delle amministrazione comunali e regionali. Perché dovremmo tacere! Perché tace il Comitato cittadino? perché tace il Tribunale del malato?
Glauco G. 2018-07-03 11:48:04
Concordo pienamente con quanto scritto nel precendete commento. Come si può pensare di far credere ai cittadini che siamo in presenza di un “imprevisto”? Parliamo di tutte azioni note già da molto tempo (per come ho letto) e da trasferimenti decisi da chi comanda la sanità cittadina o regionale. Oggi riprendiamo personale “trasferito” a Jesi? Ma vi rendete conto di quanti danni avete già fatto? Ora manca personale ma tutti zitti quando il Ns personale è dovutao andare a jesi per riempire la cattedrale del deserto da 40 milioni...ma come ci pensate di mandare comunicati “politici” che sono palesemente fuori ogni logica? Io non chiedo dimissioni di nessuno, non punto il dito su nessuno ma chiedo una verifica di quanto fatto fino ad oggi per capire se siamo in presenza di azioni ILLEGALI oppure se è veramente tutto in regola.
andibartozzi 2018-07-03 16:34:19
Ma voi che commentate li leggete fino in fondo gli articoli?!
Glauco G. 2018-07-04 15:42:19
Non solo leggiamo tutto..andiamo oltre ...giudicando il tutto in base a quanto sta accadendo
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura